Manispangolini

Di Mea Escobedo

Diversità

I pangolini sono uno dei mammiferi più trafficati al mondo, e tutte le specie esistenti sono in pericolo o in pericolo critico (Gaubert et al., 2017; Katuwal, Sharma e Parajuli, 2017; Shepherd et al., 2017). Ci sono quattro specie esistenti nel genereDolce: sfumature Opossum , Manis culionensis , Manis javanica , e Manis pentadactyla (Cabana et al., 2017; Gaubert et al., 2017; Thapa 2013).(Cabana, et al., 2017; Gaubert, et al., 2017; Katuwal, et al., 2017; Shepherd, et al., 2017; Thapa, 2013)

Dolcele specie sono principalmente creature terrestri. Sono mammiferi mirmecofagi con scaglie cutanee dure e cheratinizzate che coprono il loro corpo e aiutano nella protezione dai predatori. Quando minacciati, rotolano in una palla, lasciando esposto solo il loro esterno squamoso indurito che scoraggia la predazione.Dolcele specie sono state descritte come solitarie e solitarie in natura (Thapa 2013).(Thapa, 2013)

Gamma geografica

Dolcele specie si trovano in tutta la regione orientale e in una piccola porzione della regione paleartica meridionale (Schlitter, Wilson e Reeder, 2005). Non ci sono intervalli introdotti noti.(Schlitter, et al., 2005)

  • Regioni biogeografiche
  • paleartico
    • nativo
  • orientale
    • nativo

Habitat

Dolcele specie sono state osservate più comunemente ad altitudini comprese tra 1.450 e 1.550 m, con alcuni avvistamenti oltre i 2.000 m (Bhandari e Chalise, 2014; Kaspal 2009). Occupano una vasta gamma di habitat, come aree agricole, colline pedemontane, foreste (bambù, latifoglie, conifere, calcaree, primarie, secondarie, subtropicali, tropicali), praterie, savane e boschi (Mahmood, Irshad e Hussain, 2012; Thapa 2013).Dolcele specie sono comunemente osservate mentre scavano e risiedono in tane costituite da terreni soffici, semi-sabbiosi, rossi e marroni (Bhandari e Chalise, 2014).(Bhandari e Chalise, 2014; Kaspal, 2009; Mahmood, et al., 2012a; Thapa, 2013)

  • Regioni habitat
  • tropicale
  • terrestre
  • Biomi terrestri
  • savana o prateria
  • foresta
  • foresta pluviale
  • montagne
  • Altre caratteristiche dell'habitat
  • agricolo

Storia sistematica e tassonomica

Dolcespecie sono state sinonimo di Dolce da Linneo nel 1758, Pholidotus da Brisson nel 1762, Pangolinus da Rafinesque nel 1815 e 1821, Phatages da Sundevall nel 1843, Patagin da Gray nel 1865, Triglochinopolis da Fitzinger nel 1872 e Pangolin da Gray nel 1873 (Wilson e Reeder, 2017).(Wilson e Reeder, 2017)

Attuale comprensione evolutiva delle relazioni all'interno dell'ordine Pholidota supporta solo 1 gruppo principale: famiglia Manidae . Manidae può essere diviso in 2 sottogruppi: pangolini asiatici e pangolini africani. I pangolini africani sono composti da 2 generi strettamente correlati tra loro (Gaudin, Emry e Wible, 2009).Dolcespecie costituiscono i pangolini asiatici.(Gaudin, et al., 2009)


pipistrello volpe volante dalla testa grigia

Ricerca sulle sinapopmorfie in particolare in relazione aDolcespecie non esiste, ma ricerca sulle sinapopmorfie nell'ordine Pholidota fa. Gaudin, Emry e Wible hanno riportato quanto segue come sinapomorfie nella loro analisi morfologica del 2009: larghezza trasversale della superficie dorsale del cuneiforme laterale approssimativamente uguale all'altezza prossodistale; faccetta fibulare dell'astragalo a forma di mezzaluna, con concavità rivolta prossoplantare; i processi subunguali manuali ea pedale formano una piattaforma triangolare in vista ventrale, con scanalature lungo entrambi i lati dei processi subunguali che portano ai forami subunguali; forame otturatore piccolo, diametro massimo dell'acetabolo ≥75% quello del forame otturatorio; colonna vertebrale ischiatica prominente; linee temporali assenti; asse basicraniale / basifacciale riflesso; denti assenti; ramo orizzontale della mandibola superficiale, ≤10% della lunghezza mandibolare massima (Gaudin, Emry e Wible, 2009).(Gaudin, et al., 2009)

  • Sinonimi
    • Pholidotus
    • Pangolinus
    • Phatages
    • Patagin
    • Triglochinopolis
    • Pangolin
  • Sinapomorfie
    • Larghezza trasversale della superficie dorsale del cuneiforme laterale approssimativamente uguale all'altezza prossodistale
    • Faccia fibulare dell'astragalo a forma di mezzaluna, con concavità rivolta prossoplantare
    • I processi subunguali manuali e pedali formano una piattaforma triangolare in vista ventrale, con scanalature lungo entrambi i lati dei processi subunguali che portano ai forami subunguali
    • Forame otturatorio piccolo, diametro massimo dell'acetabolo ≥75% di quello del forame otturatorio
    • Spina ischiatica prominente
    • Linee temporali assenti
    • Asse basicranico / basifacciale riflesso
    • Denti assenti
    • Ramo orizzontale della mandibola superficiale, ≤10% della lunghezza mandibolare massima

Descrizione fisica

Dolcespecie hanno diversi adattamenti che consentono loro di cacciare con successo gli insetti, come essere edentati, avere una lunga lingua appiccicosa, arti anteriori forti, artigli affilati e squame dure (Ashokkumar et al., 2017; Mahmood et al., 2012; Mahmood et al. ., 2013; Schlitter, Wilson e Reeder, 2005; Shepherd and Shepherd, 2012). Maschio e femminaDolcele specie sono simili salvo dimensioni. I maschi sono leggermente più grandi delle femmine. GiovanileDolcele specie assomigliano alla forma adulta. Non sono note variazioni stagionali traDolcespecie.(Ashokkumar, et al., 2017; Mahmood, et al., 2012b; Mahmood, et al., 2013; Schlitter, et al., 2005; Shepherd and Shepherd, 2012)

sfumature Opossum sono lunghi da 84 a 122 cm (compresa la coda) con una lunghezza della coda da 33 a 47 cm. sfumature Opossum sono da 10 a 16 kg (Mahmood et al., 2013; Mahmood et al., 2012).(Mahmood, et al., 2012b; Mahmood, et al., 2013)

Manis culionensis sono lunghi da 58 a 176 cm (compresa la coda) con una lunghezza della coda da 28 a 88 cm. Manis culionensis sono da 1,8 a 2,4 kg (Gaubert e Antunes, 2005).(Gaubert e Antunes, 2005)

Manis javanica sono lunghi da 75 a 121 cm (compresa la coda) con una lunghezza della coda da 35 a 56 cm. Manis javanica sono fino a 10 kg (Schlitter, Wilson e Reeder, 2005; Shepherd e Shepherd, 2012).(Schlitter, et al., 2005; Shepherd and Shepherd, 2012)

Manis pentadactyla sono lunghi da 65 a 96 cm (compresa la coda) con una lunghezza della coda da 25 a 38 cm. Manis javanica sono da 2 a 7 kg (Shepherd and Shepherd, 2012).(Shepherd and Shepherd, 2012)

  • Altre caratteristiche fisiche
  • Endotermico
  • omeotermico
  • simmetria bilaterale
  • Dimorfismo sessuale
  • maschio più grande

Riproduzione

Le abitudini di allevamento diDolcespecie non sono state studiate estensivamente. Molto è sconosciuto riguardo a comeDolcele specie trovano, attraggono e difendono i compagni. Anche il modo in cui i comportamenti di accoppiamento influenzano la struttura sociale è sconosciuto.

sfumature Opossum sono stati osservati condividere la stessa tana con un compagno e una prole, anche seDolcele specie sono generalmente solitarie. Le femmine forniscono la maggior parte delle cure parentali (Mahmood et al., 2016).(Mahmood, et al., 2016)

  • Sistema di accoppiamento
  • monogamo

Tuttavia, le informazioni sulle abitudini riproduttive di g. Dolce specie è limitata, alcuni studi su sfumature Opossum e Manis javanica esistere.

sfumature Opossum sembrano accoppiarsi ogni anno, da luglio a ottobre. In media vengono prodotti da 1 a 2 figli dopo un periodo di gestazione di circa 80 giorni (Mahmood et al., 2016). I neonati pesano da 235 a 400 ge misurano circa 30 cm alla nascita (Mohapatra e Panda, 2014). sfumature Opossum raggiungere la maturità sessuale intorno ai 2 anni (Mahmood et al., 2016).(Mahmood, et al., 2016; Mohapatra e Panda, 2014)

Manis javanica sembrano riprodursi tutto l'anno; tipicamente produce 1 figlio dopo un periodo di gestazione di circa 6 mesi. La prole è precoce ei giovani vengono svezzati a circa 4 mesi. Manis javanica raggiungere la maturità sessuale da 6 mesi a 1 anno (Zhang et al., 2017; Zhang et al., 2015)(Zhang, et al., 2015; Zhang, et al., 2017)

  • Principali caratteristiche riproduttive
  • iteroparo
  • allevamento stagionale
  • allevamento tutto l'anno
  • gonochoric / gonochoristic / dioica (sessi separati)
  • sessuale
  • viviparo

Molto è sconosciuto circa il grado di investimento dei genitori inDolcespecie.

Femmina sfumature Opossum sembrano investire di più nella prole rispetto ai maschi sfumature Opossum ; sono state osservate femmine portare e proteggere la prole (Mahmood et al., 2016).(Mahmood, et al., 2016)

  • Investimento dei genitori
  • precociale
  • cure parentali maschili
  • cura dei genitori femminili
  • pre-schiusa / nascita
    • approvvigionamento
      • femmina
    • proteggere
      • maschio
      • femmina
  • pre-svezzamento / involo
    • approvvigionamento
      • femmina
    • proteggere
      • maschio
      • femmina
  • pre-indipendenza
    • proteggere
      • femmina

Durata della vita / longevità

Informazioni sulla durata diDolcela specie è sconosciuta.

Comportamento

Dolcele specie sono di natura solitaria, si uniscono solo per accoppiarsi e allevare giovani (Thapa 2013; Mahmood et al., 2016).(Mahmood, et al., 2016; Thapa, 2013)

Dolcele specie non hanno una struttura gerarchica nota.


"homo sapiens"

  • Comportamenti chiave
  • terricolo
  • fossorial
  • notturno
  • crepuscolo
  • mobile
  • solitario

Comunicazione e percezione

Ricerca sulla comunicazione tra iDolcespecie è scarsa.Dolcele specie non sembrano interagire tra loro spesso, al di fuori dell'accoppiamento o della cura della prole (Thapa 2013; Mahmood et al., 2016).(Mahmood, et al., 2016; Thapa, 2013)

  • Altre modalità di comunicazione
  • feromoni
  • Canali di percezione
  • visivo
  • tattile
  • acustico
  • chimica

Abitudini alimentari

Dolcele specie sono insettivore, particolarmente adatte alla mirmecofagia. Queste specie hanno diversi adattamenti che consentono loro di essere predatori di successog. Leptogenysspecie: artigli lunghi e affilati e arti anteriori forti (Ashokkumar et al., 2017), una lingua allungata per sondare e capelli fibrosi e squame cheratinizzate che proteggono da morsi e punture (Mahmood et al., 2012; Mahmood et al., 2013; Schlitter, Wilson e Reeder, 2005; Shepherd e Shepherd, 2012).(Ashokkumar, et al., 2017; Mahmood, et al., 2012b; Mahmood, et al., 2013; Schlitter, et al., 2005; Shepherd and Shepherd, 2012)

  • Dieta primaria
  • carnivoro
    • insettivoro

Predazione

Dolcele specie si arricciano in una palla quando minacciate (Wang et al., 2016). Questo li protegge dai predatori poiché solo le loro scaglie indurite e cheratinizzate sono lasciate esposte.Dolcele specie possono anche arrampicarsi sugli alberi come ultima risorsa per evitare la predazione. (Wang et al., 2016; Challender et al., 2014). Predatori diDolceincludere: Homo sapiens , Lycaon pictus , Panthera pardus , Panthera tigris , ePythonidaespecie (Tenaza, 1975; Thapa, 2013). Non ci sono differenze note nel modoDolcele specie reagiscono a diversi predatori.(Challender, et al., 2014; Tenaza, 1975; Thapa, 2013; Wang, et al., 2016)

  • Predatori conosciuti
    • Homo sapiens
    • Lycaon pictus
    • Panthera pardus
    • Panthera tigris
    • Pythonidae

Ruoli dell'ecosistema

Dolcele specie ricoprono un ruolo ecologico come insettivoro. La loro presenza aiuta a tenere sotto controllo le popolazioni di insetti (Thapa, 2013).(Thapa, 2013)

Dolcele specie creano anche habitat e aerano il suolo scavando tane (Thapa, 2013).(Thapa, 2013)

Dolcele specie fungono da ospite per diversi organismi:Amblyomma javanese,Cylicospiruraspecie, e Strongyloides specie (Heath e Vanderlip, 1988; Li et al., 2010).(Heath e Vanderlip, 1988; Li, et al., 2010)

  • Impatto sull'ecosistema
  • crea l'habitat
  • aerazione del suolo
Specie commensali / parassitarie
  • Amblyomma javanese
  • Cylicospirura
  • Strongyloides

Importanza economica per gli esseri umani: positiva

Dolcele specie aiutano a controllare le popolazioni di insetti (Thapa, 2013) e forniscono risorse per gli esseri umani come: carne, grasso e squame (Mahmood et al., 2012).(Mahmood, et al, 2012b;. Thapa, 2013)

  • Impatti positivi
  • commercio di animali domestici
  • cibo
  • le parti del corpo sono fonte di materiale prezioso
  • ecoturismo
  • fonte di medicina o droga
  • ricerca e istruzione
  • controlla la popolazione di parassiti

Importanza economica per gli esseri umani: negativa

Non sono noti effetti avversi diDolcespecie sugli esseri umani.

Stato di conservazione

Dolcespecie sono in pericolo di estinzione in pericolo critico. Le popolazioni sono state drammaticamente colpite dalla caccia illegale e dal commercio delle loro specie. Molte persone raccolgono queste creature per le loro squame, carne e grasso per usi nella medicina cinese, nel cibo e nei vestiti (Mahmood et al., 2012).(Mahmood, et al., 2012b)

  • Lista Rossa IUCN [Link]
    non valutato

Altri commenti

Unica ipotesi disponibile per l'etimologia del nome Dolce deriva dalla parola latina Manes , che significa spiriti. Tuttavia, questa ipotesi è contraddittoria con il modo femminile in cui Linneo sembrava chiamare questo genere perché Manes è una parola plurale e mascolinizzata per spiriti (ITIS, 2017).(ITIS, 2017)

Dolcespecie hanno un forte impatto sulla cultura cinese. Le loro scaglie, carne e grasso sono spesso usati nelle pratiche medicinali cinesi, come cibo e come indumenti (Mahmood et al., 2012).(Mahmood, et al., 2012b)

Contributori

Mea Escobedo (autore), Colorado State University, Tanya Dewey (editore), University of Michigan-Ann Arbor.

Animali Popolari

Leggi di Siren lacertina sugli agenti animali

Leggi Sigmodontinae (ratti e topi sudamericani) su Animal Agents

Leggi di Gyps bengalensis (avvoltoio indiano dal dorso bianco) sugli agenti animali

Leggi di Anomaluridae (scoiattoli dalla coda squamosa) su Animal Agents

Leggi di Daubentonia madagascariensis (aye-aye) sugli agenti animali