Anser cygnoidesswan oca

Di Gretchen Luchauer

Gamma geografica

Le oche del cigno sono originarie dell'Asia orientale. Tuttavia, gli umani hanno introdotto un gruppo in Europa nel 1700. I discendenti di questo gruppo vivono attualmente nelle aree urbane dell'Europa centrale. Le oche cigno asiatiche hanno una migrazione semestrale. Trascorsero le estati nel Mongol Daguur, una regione della steppa dove si incontrano i confini di Russia, Mongolia e Cina. In autunno, le oche dei cigni volano a sud verso il bacino del fiume Yangtze. Le oche dei cigni possono scegliere di volare direttamente a sud o si dirigono a sud-est e si trovano in località costiere. Molte oche in sosta riposano all'estuario del fiume Yalu, situato al confine tra Cina e Corea del Nord, a circa metà strada tra il Mongol Daguur e il bacino del fiume Yangtze.(Batbayar, et al., 2011; Fox, et al., 2008; Randler, 2007)

  • Regioni biogeografiche
  • paleartico
    • introdotto
    • nativo
  • Altri termini geografici
  • olartico

Habitat

Le oche dei cigni risiedono sempre sulle coste o in laghi, fiumi, stagni o qualsiasi altro ambiente paludoso vicino a zone prative. In estate vivono ad altitudini più elevate nella steppa dell'altopiano mongolo del Daguur. Questa regione è compresa tra 610 e 821 metri sul livello del mare. In inverno migrano verso sud e per quote più basse. Durante questa migrazione, gli uccelli trascorrono del tempo in qualsiasi specchio d'acqua in cui volano e spesso trascorrono del tempo sulle coste marine e sugli estuari a livello del mare. Durante l'inverno, le oche dei cigni stanno vicino al lago Shengjin, al fiume Yangtze o ad alcuni altri siti lungo la pianura alluvionale del fiume Yangtze.(Batbayar, et al., 2011; 'Important Bird Areas Facts Sheet', 2009; Zhang, et al., 2010)



  • Regioni habitat
  • temperato
  • terrestre
  • acqua salata o marina
  • acqua dolce
  • Biomi terrestri
  • savana o prateria
  • Biomi acquatici
  • pelagico
  • laghi e stagni
  • fiumi e torrenti
  • costiero
  • acqua salmastra
  • Zone umide
  • palude
  • palude
  • libro
  • Altre caratteristiche dell'habitat
  • urbano
  • suburbano
  • ripariale
  • estuario
  • Elevazione della gamma
    Da 610 a 821 m
    Da 2001,31 a 2693,57 piedi

Descrizione fisica

Le oche del cigno sono grandi oche che crescono da 81 a 94 cm di lunghezza. La loro apertura alare varia da 160 a 185 cm e il loro peso medio è di 3150 g. Gli uccelli hanno il collo e la testa bicolore. Gli adulti hanno pomelli carnosi neri alla base delle loro banconote nere e tozze. Hanno i piedi arancioni. Dal petto alla chiglia, il piumaggio diventa sempre più marrone scuro. Le loro ali e il dorso sono dello stesso marrone scuro delle loro chiglie. I loro corpi sono bianchi oltre i loro piedi, ma le loro code sono marrone scuro. I maschi e le femmine sembrano quasi identici, ma i maschi crescono leggermente più grandi delle femmine. Come altre anatre, oche e cigni ( Anatidi ), le oche del cigno hanno grandi peni esterni. A differenza dei mammiferi, lo sperma scorre lungo i solchi esterni di questi organi copulatori.(Benstead, et al., 2008; Rohwer, 1988; Tellkamp, ​​2004)



  • Altre caratteristiche fisiche
  • Endotermico
  • omeotermico
  • simmetria bilaterale
  • Dimorfismo sessuale
  • i sessi allo stesso modo
  • ornamento
  • Massa media
    3150 g
    111.01 oz
  • Lunghezza intervallo
    Da 81 a 94 cm
    Da 31,89 a 37,01 pollici
  • Gamma di apertura alare
    Da 160 a 185 cm
    62,99 a 72,83 pollici

Riproduzione

Le oche del cigno si accoppiano durante la primavera. Simile ad altri oche , eseguono esibizioni ritualistiche per segnalare ad altre oche. Si agitano e si pavoneggiano per attirare i compagni, avvertire la concorrenza e prevenire l'ibridazione. Se una femmina trova piacevole un'esibizione, può scegliere di legare con il maschio. Le oche dei cigni formano legami di coppia monogami che durano la maggior parte della stagione degli amori. Di tanto in tanto, i maschi combattono per conquistare l'ammirazione delle femmine più desiderabili. Combattono attaccandosi fisicamente a vicenda finché uno di loro si arrende e scappa. Il maschio rimanente in genere ottiene la femmina desiderabile e un territorio migliore. Gli uccelli accoppiati si esibiscono muovendo la testa per rafforzare il loro legame. Non è noto se le oche di cigno si accoppino per la vita.(Randler, 2007; Tellkamp, ​​2004)

  • Sistema di accoppiamento
  • monogamo

La stagione riproduttiva inizia verso la fine di aprile e l'inizio di maggio. Le femmine depongono in media da 5 a 6 uova a stagione. Viene prodotta una frizione per stagione, ma le femmine depongono per più stagioni. I paperi iniziano a schiudersi verso la fine di maggio. Le oche del cigno crescono a velocità simili alle altre oche . I giovani raggiungono la fase dell'involo a circa 8 settimane e sono in grado di vivere in modo indipendente a circa 12 settimane, ma normalmente scelgono di rimanere con i genitori più a lungo di questo. Sia i maschi che le femmine raggiungono la maturità sessuale tra 1 e 3 anni. Non è noto se questo comportamento sia vantaggioso per le giovani popolazioni asiatiche perché la maggior parte degli studi sul comportamento riproduttivo si è basata su popolazioni europee introdotte.(Randler, 2007; Rohwer, 1988; Tellkamp, ​​2004)



  • Principali caratteristiche riproduttive
  • iteroparo
  • allevamento stagionale
  • gonochoric / gonochoristic / dioica (sessi separati)
  • sessuale
  • oviparo
  • Intervallo di riproduzione
    Le oche dei cigni si riproducono solo una volta all'anno.
  • Stagione degli accoppiamenti
    Le oche dei cigni si riproducono da fine aprile a inizio maggio.
  • Uova nella media per stagione
    5.5
  • Tempo di intervallo alla schiusa
    Da 28 a 34 giorni
  • Età media dell'involo
    8 settimane
  • Tempo di autonomia per l'indipendenza
    Da 9 a 12 settimane
  • Gamma di età alla maturità sessuale o riproduttiva (femmina)
    Da 1 a 3 anni
  • Gamma di età alla maturità sessuale o riproduttiva (maschio)
    Da 1 a 3 anni

Le femmine di cigno costruiscono tipicamente nidi e uova di covata mentre i loro partner maschi diventano più attenti e inseguono gli intrusi. Le giovani oche cigno si schiudono in una fase precociale e possono camminare e nutrirsi da sole. I genitori lavorano insieme per proteggere i piccoli dai pericoli. Le madri trascorrono più tempo insegnando alla prole dove pascolare e come sfuggire alla predazione, mentre i padri restano vigili per proteggere l'intero nucleo familiare. La prole post-neonata spesso trascorre più tempo con i genitori. Questi uccelli in realtà diventano più attenti dei loro genitori in questo momento.(Randler, 2007; Rohwer, 1988)

  • Investimento dei genitori
  • precociale
  • cure parentali maschili
  • cura dei genitori femminili
  • pre-schiusa / nascita
    • approvvigionamento
      • femmina
    • proteggere
      • maschio
  • pre-svezzamento / involo
    • approvvigionamento
      • femmina
    • proteggere
      • maschio
      • femmina
  • pre-indipendenza
    • proteggere
      • maschio
      • femmina
  • associazione post-indipendenza con i genitori
  • periodo prolungato di apprendimento giovanile
  • eredita il territorio materno / paterno

Durata / longevità

Poco si sa per quanto tempo le oche cigno vivono in natura perché sono difficili da rintracciare individualmente e possono vivere molti anni. Tuttavia, gli uccelli selvatici hanno la mortalità più alta nelle prime quattro settimane di vita. Gli uccelli domestici di solito vivono in media 20 anni se adeguatamente curati e si sa che vivono fino a 40 anni.(Batbayar, et al., 2011; 'Keeping Chinese Swan Geese as Pets', 2014; Randler, 2007)

  • Durata media della vita
    Stato: cattività
    40 anni
  • Durata media della vita
    Stato: cattività
    20 anni

Comportamento

Le oche dei cigni hanno orari giornalieri molto semplici. Sono una specie crepuscolare che dorme tutti i giorni intorno a mezzogiorno e mezzanotte. Mentre si nutrono sia al mattino che alla sera, si nutrono più ampiamente la sera. Nel complesso, hanno trascorso circa metà della giornata a pascolare e estirpare le piante. Si nutrono di più a metà inverno per prepararsi alla stagione degli amori. Questi uccelli hanno gerarchie sociali in piccoli gruppi. La dominanza è solitamente stabilita dal maschio più forte e questo comportamento tende ad aiutare i maschi ad accedere a partner femminili di qualità superiore e aree di pascolo. Le oche dei cigni migrano semestralmente. La loro migrazione primaverile dura da fine febbraio a inizio aprile, mentre la migrazione autunnale dura da inizio agosto a metà settembre. Ogni migrazione consiste tipicamente in un totale di 2.500-3.000 chilometri di viaggio.(Batbayar, et al., 2011; Fox, et al., 2008)



Le oche dei cigni si accoppiano per la riproduzione, ma hanno poche o nessuna controversia territoriale con altri animali, comprese altre oche cigno. Sul fiume Necker (in Europa), 13 famiglie di uccelli sono state osservate mentre sostavano e si nutrivano su un prato di 1,1 km. Alla fine dell'estate, molti individui si raggruppano mentre muoiono e si preparano per la migrazione autunnale. Quasi l'intera popolazione di oche selvatiche sverna nella pianura alluvionale del fiume Yangtze. Fino a 30.000 oche possono rimanere in un lago durante l'inverno.(Benstead, et al., 2008; Randler, 2007; Zhang, et al., 2010)

  • Comportamenti chiave
  • terricolo
  • mosche
  • scivola
  • natatorio
  • crepuscolo
  • mobile
  • migratorio
  • Sociale
  • coloniale
  • gerarchie di dominanza
  • Dimensione del territorio dell'intervallo
    (Colonia) da 0 a 10 km ^ 2

Gamma domestica

Le oche dei cigni formano grandi colonie e occupano interi laghi durante l'inverno. In estate piccoli gruppi di oche soggiornano in laghi di dimensioni medio-grandi. Pascolano su vaste aree, ma se ne vanno se il cibo scarseggia o sono minacciati.('Foglio informativo sulle aree importanti per gli uccelli', 2009; Tellkamp, ​​2004; Zhang, et al., 2010)

Comunicazione e percezione

Le oche del cigno sono le più uditive delle specie di oche domestiche. Gli uccelli sono molto loquaci e producono suoni profondi di 'clacson'. Anche la vista e i sensi tattili sono importanti per la percezione oche . Gli uccelli dello stesso gruppo spesso rispondono a ciascuno con la testa che dondola e con il clacson leggermente più acuto. Queste oche amano suonare il clacson con i loro partner di accoppiamento, producendo duetti rumorosi. A volte anche le oche si pavoneggiano a vicenda in segno di affetto. Gli estranei spesso si poseranno e si mostreranno l'un l'altro per stabilire una gerarchia sociale. Raramente, un'oca attaccherà fisicamente un'altra per stabilire il dominio. Di solito vince l'oca attaccante.('Keeping Chinese Swan Geese as Pets', 2014; Tellkamp, ​​2004)

  • Canali di comunicazione
  • visivo
  • tattile
  • acustico
  • Altre modalità di comunicazione
  • duetti
  • ritornelli
  • Canali di percezione
  • visivo
  • tattile
  • acustico
  • chimica

Abitudini alimentari

Le oche del cigno si nutrono in modo simile ad altre vere oche. Le loro banconote corte e tozze, con il chiodo davanti, aiutano nel loro stile di vita al pascolo. Di solito, gli uccelli si nutrono di erbe terrestri, radici, semi e piante acquatiche che crescono vicino alle zone umide. Nei loro habitat invernali nel bacino del fiume Yangtze, le oche dei cigni scelgono di pascolare sull'erba delle Canarie (Phalaris arundinacea) o grub perVallisneria spiralisrizomi. Le oche cigno domestiche mangiano riso e cereali oltre a erba e piante acquatiche.(Fox, et al., 2008; Randler, 2007; Xu, et al., 2014)

  • Dieta primaria
  • erbivoro
    • folivore
    • granivoro
    • mangia linfa o altri alimenti vegetali
  • Alimenti vegetali
  • le foglie
  • radici e tuberi
  • semi, cereali e noci
  • Comportamento di foraggiamento
  • immagazzina o nasconde il cibo

Predazione

I principali predatori delle oche dei cigni sono gli esseri umani. Molti locali cacciano questi uccelli per sport o cibo, anche se sono legalmente protetti in molti paesi asiatici. La Russia ha la più grande quantità di caccia all'oca incontrollata. Gli uccelli sono diffidenti e volano se minacciati, ma possono anche essere criptici se non sono in grado di fuggire. I predatori naturali non sono descritti.('Foglio informativo sulle aree importanti per gli uccelli', 2009)


cosa mangiano le rondini

  • Adattamenti anti-predatori
  • criptico
  • Predatori conosciuti
    • umani (Homo sapien)

Ruoli dell'ecosistema

Le oche dei cigni forniscono l'aerazione del suolo e un nuovo habitat sia per le erbe che per le piante acquatiche. La loro estirpazione delle radici uccide la vegetazione in piedi, ma lo sconvolgimento del suolo associato fornisce aria, acqua e area per la germinazione e la crescita di nuovi semi di erba. Il loro consumo di piante di superficie fornisce luce solare alle erbe acquatiche poco profonde.(Fox, et al., 2008)

  • Impatto sull'ecosistema
  • crea l'habitat
  • aerazione del suolo
Specie usata come ospite
  • Le oche del cigno non hanno specie ospiti conosciute.
Specie mutualistiche
  • Le oche dei cigni non sono note per essere mutualiste con altre specie.
Specie commensali / parassitarie
  • Non è noto se le oche del cigno selvatico abbiano specie parassite.

Importanza economica per gli esseri umani: positiva

Le oche del cigno sono una delle numerose specie di oche da addomesticare. Sono la seconda oca domestica più comune dopo oche selvatiche . Sebbene ci sia pochissima documentazione sull'addomesticamento delle oche del cigno, gli antropologi hanno scoperto ceramiche raffiguranti oche che hanno più di 3000 anni.('Credo Reference', 2000)

Le oche cigno domestiche vivono nelle zone rurali di tutto il mondo. Sono un'importante fonte di cibo in Cina, dove vengono allevati commercialmente negli allevamenti intensivi. Gli uccelli sono usati per uova, carne e piume. La loro piuma fornisce una buona imbottitura per la biancheria da letto e i vestiti e le penne delle ali fanno degli aculei eccellenti. Diversi ricercatori hanno studiato la genetica delle oche dei cigni per scoprire come ridurre la covata non depositaria nelle oche commerciali.('Credo Reference', 2000; Xu, et al., 2014)

  • Impatti positivi
  • commercio di animali domestici
  • cibo
  • le parti del corpo sono fonte di materiale prezioso
  • ricerca e istruzione

Importanza economica per gli esseri umani: negativa

La maggior parte delle oche del cigno sono innocue per l'uomo e sono una delle specie più addomesticate. Tuttavia, ci sono casi di oche da riproduzione che attaccano e mordono persone e animali che si avvicinano troppo alle loro uova. Le oche selvatiche del cigno vivono in aree che hanno molti focolai di influenza aviaria. Finora nessuno è noto per avere il virus H1N1. Gli scienziati temono che questa epidemia di virus possa danneggiare maggiormente gli esseri umani se le oche dei cigni diventassero sensibili.(Batbayar, et al., 2011; Randler, 2007)

  • Impatti negativi
  • ferisce gli esseri umani
    • morsi o punture

Stato di conservazione

Le oche dei cigni sono elencate come vulnerabili nella Lista Rossa IUCN, ma non compaiono in molte altre importanti liste di conservazione. Si ritiene che le popolazioni di oche selvatiche dei cigni stiano diminuendo a causa della distruzione sia dei loro siti di riproduzione estiva che dei loro siti di alimentazione invernale.(Benstead, et al., 2008; 'Important Bird Areas Facts Sheet', 2009; Zhang, et al., 2010)

I siti di nidificazione estiva delle oche nel Mongol Daguur sono molto inclini agli incendi della steppa. Questi incendi di solito provengono dalla Russia e bruciano facilmente la vegetazione di cui si nutrono le oche dei cigni. Il Mongol Daguur è protetto a livello nazionale in Mongolia, ma questa regione soffre di una cattiva gestione federale. Le attività umane, come il pascolo del bestiame e l'estrazione di minerali, disturbano tutte le specie che vivono nel Mongol Daguur.('Foglio informativo sulle aree importanti per gli uccelli', 2009)

La distruzione e il degrado dell'habitat dell'oca dei cigni è peggiore nei loro siti di svernamento nella pianura alluvionale del fiume Yangtze. La diga delle Tre Gole nel fiume Yangtze ritarda i flussi monsonici di punta in estate. Ciò riduce i livelli dell'acqua, che riduce la sopravvivenza diVallisnariaePotamogeton, due importanti piante acquatiche che servono come fonte primaria di cibo invernale per molte oche.(Zhang, et al., 2010)

Contributori

Gretchen Luchauer (autore), Indiana University-Purdue University Fort Wayne, Mark Jordan (editore), Indiana University-Purdue University Fort Wayne, Tanya Dewey (editore), University of Michigan-Ann Arbor.

Animali Popolari

Leggi di Pteropus mariannus (volpe volante delle Marianne) sugli agenti animali

Leggi di Clangula hyemalis (anatra dalla coda lunga) su Animal Agents

Leggi di Colinus virginianus (bobwhite settentrionale) su Animal Agents

Leggi di Regulus satrapa (kinglet dalla corona d'oro) sugli agenti animali

Leggi di Didelphidae (opossum e opossum americani) su Animal Agents

Leggi di Lasionycteris noctivagans (pipistrello dai capelli d'argento) su Animal Agents