Pesce pagliaccio nero (anche: pagliaccio nero; pesce pagliaccio marrone; pesce pagliaccio cioccolato; ape marina; pesce pagliaccio coda gialla)

Di Padgette 'Steer

Gamma geografica

Conosciuto come pesce pagliaccio di Clark o pesce pagliaccio coda gialla, questa specie è il pesce pagliaccio più diffuso nell'Indo Pacifico occidentale, che va dal Golfo Persico all'Australia occidentale, in tutto l'arcipelago indo-australiano, la Melanesia e la Micronesia e fino a Taiwan , Giappone meridionale e Isole Ryukyu.(Allen, 1997)

  • Regioni biogeografiche
  • Oceano Indiano
    • nativo
  • l'oceano Pacifico
    • nativo

Habitat

Il pesce pagliaccio di Clark vive nelle barriere coralline, nelle lagune riparate e nei bordi ripidi delle barriere coralline fino a una profondità di 60 metri. Questa specie si trova sempre che vive all'interno dei tentacoli degli anemoni di mare (Class Anthozoa ). Sebbene si trovino spesso vicino ad anemoni comeEntacmaea quadricolor, Heteractis magnifica , e Stichodactyla gigantea , sono noti per associarsi naturalmente a tutte e 10 le specie di anemoni note per ospitare i pesci pagliaccio.(Allen, 1997; Fautin e Allen, 1992)



  • Regioni habitat
  • tropicale
  • acqua salata o marina
  • Biomi acquatici
  • barriera corallina
  • Profondità della gamma
    Da 1 a 60 m
    Da 3,28 a 196,85 piedi

Descrizione fisica

I pesci anemone di Clark sono colorati, sebbene il modello esatto mostri una notevole variazione geografica. Il colore del corpo di base è solitamente nero ma può variare da un colore giallo a marrone, con quantità variabili di arancione sulla testa, sulle aree ventrali e sulle pinne. Una barra verticale, di colore da bianco a giallastro, si trova sulla testa, posteriormente all'occhio, con altre due sul corpo: una sopra l'ano e l'altra alla base della pinna caudale. Tuttavia, i giovani di tutte le regioni geografiche e gli adulti di Vanuatu e della Nuova Caledonia possono essere principalmente o interamente giallo-arancio con solo le due barre bianche più anteriori. La pinna caudale può essere bianca o gialla, ma è sempre più chiara del resto della colorazione del corpo. Le pinne caudali maschili sono gialle o bianche con bordi gialli, mentre in alcune femmine la pinna caudale può cambiare in un bianco solido man mano che maturano. Sia i maschi che le femmine hanno pinne pettorali gialle. Individui che risiedono all'interno Stichodactyla mertensii sono spesso neri tranne che per un muso pallido, con barre bianche sulla testa e sul corpo e una coda gialla o bianca. La colorazione può differire in altri modi, a seconda della specie di anemone ospite che il pesce abita.(Allen, 1997; Fautin e Allen, 1992)

Questa specie ha un totale di 10 spine dorsali, da 15 a 16 raggi molli dorsali, 2 spine anali e da 13 a 14 raggi molli anali totali. I denti sono ravvicinati, ciascuno simile a un tipico incisivo. Questi sono usati per difendere l'anemone che lo ospita dall'invasione di pesci e possono causare danni agli esseri umani se il pesce viene provocato.(Allen, 1997; Fautin e Allen, 1992)

In rare occasioni, questi pesci anemone svilupperanno un'interessante mutazione nei loro occhi. Una mezzaluna blu pallido apparirà nella parte superiore dell'iride, spesso denominata 'Occhi di perla'. Gli individui con questa caratteristica sono altamente desiderabili nel commercio di acquari.(Allen, 1997; Fautin e Allen, 1992)



  • Altre caratteristiche fisiche
  • ectotermico
  • eterotermico
  • simmetria bilaterale
  • Lunghezza intervallo
    14 (alto) cm
    5,51 (alto) in

Sviluppo

Le uova generalmente si schiudono da 6 a 8 giorni dopo la fecondazione, a seconda della temperatura dell'acqua circostante; più fredda è l'acqua, più lungo è il periodo di incubazione. Una volta che le uova si schiudono, le larve sono completamente indipendenti dai loro genitori. Lo stadio larvale planctonico dura dai 7 ai 9 giorni e termina quando il novellame torna sul fondo e trova un anemone ospite adatto ad abitare.(Breder e Rosen, 1966; Fautin e Allen, 1992; Fricke e Fricke, 1977; Myers, 1999; Thresher, 1984)

Riproduzione

Anemonefish di Clark, come parte della sottofamiglia di anemonefishAmphiprioninae, è una specie caratterizzata da ermafrodismo protandrous, il che significa che tutte le larve si sviluppano come maschi e possibilmente si trasformano in femmine più tardi nella vita. Un maschio adulto, una femmina e diversi giovani possono risiedere insieme all'interno di un anemone. Se la femmina viene rimossa o muore, il maschio più grande diventa una femmina. Le femmine controllano i maschi con dominanza aggressiva, proibendo così la creazione di altre femmine. Il maschio più grande a sua volta dominerà i giovani, impedendo la deposizione delle uova di altri maschi. Ciò si traduce in distinti accoppiamenti monogami durante la stagione riproduttiva.(Breder e Rosen, 1966; Fricke e Fricke, 1977; Myers, 1999)

Prima della deposizione delle uova, i maschi preparano un nido dove la femmina deposita le sue uova. Quando la deposizione delle uova sta per verificarsi, il maschio, estendendo le pinne in un gesto di recinzione, insegue la femmina nel nido. La femmina fa diversi passaggi sul nido e poi inizia a deporre uova di forma ellittica arancione per un periodo di 1 o 2 ore prima di lasciare il nido. Il maschio poi passa sopra le uova e le feconda.(Breder e Rosen, 1966; Thresher, 1984)




piccoli fatti sul pipistrello marrone

  • Sistema di accoppiamento
  • monogamo

Il pesce anemone di Clark si riproduce quasi tutto l'anno nelle acque tropicali, in genere si riproduce da 2 a 3 volte al mese. La frequenza di deposizione delle uova può essere alquanto limitata durante i mesi invernali nel margine settentrionale della sua distribuzione. Le femmine depongono le uova demersali (aderendo al substrato) in un grande nido contenente da 600 a 700 uova ellittiche provenienti da più deposizioni. Le uova sono lunghe circa 3-4 mm e sono attaccate al substrato con un filo sottile. Il numero di uova in un nido varia a seconda dell'età e delle dimensioni della femmina.(Breder e Rosen, 1966; Fautin e Allen, 1992; Moyer, 1980; Thresher, 1984)

La deposizione delle uova è sincronizzata con la luna piena e di solito si verifica nelle prime ore del mattino. Possibili spiegazioni per questo includono correnti d'acqua più forti lungo la barriera corallina create dalle maree primaverili, che aiutano la dispersione trasportando le larve di anemonefish a distanze maggiori, e una maggiore disponibilità di cibo e una maggiore visibilità delle prede planctoniche come risultato della deposizione simultanea di invertebrati (come i coralli e anellidi) durante la luna piena.(Breder e Rosen, 1966; Thresher, 1984)

  • Principali caratteristiche riproduttive
  • iteroparo
  • allevamento tutto l'anno
  • gonochoric / gonochoristic / dioica (sessi separati)
  • ermafrodita sequenziale
    • protandrous
  • sessuale
  • fecondazione
    • esterno
  • oviparo
  • Intervallo di riproduzione
    La riproduzione avviene possibilmente da 2 a 3 volte al mese, sebbene la deposizione delle uova possa essere ridotta (o cessare completamente) nelle regioni settentrionali della loro distribuzione durante i mesi invernali.
  • Stagione degli accoppiamenti
    La deposizione delle uova avviene tutto l'anno ai tropici, ma solo nei mesi più caldi (maggio-ottobre) nelle regioni settentrionali. La deposizione delle uova avviene vicino alla luna piena.
  • Numero di intervallo di prole
    600 a 700
  • Tempo di intervallo alla schiusa
    Da 6 a 8 giorni

I maschi forniscono la maggior parte della cura delle uova, con la femmina coinvolta solo sporadicamente. I compiti principali del maschio includono sventagliare le uova in un processo che aiuta con l'incubazione e mangiare uova che sono sterili o che sono state danneggiate durante la deposizione delle uova. Una volta che le uova si schiudono, le larve sono completamente indipendenti dai loro genitori.(Thresher, 1984)

  • Investimento dei genitori
  • cure parentali maschili
  • pre-fertilizzazione
    • approvvigionamento
    • proteggere
      • femmina
  • pre-schiusa / nascita
    • proteggere
      • maschio

Durata / longevità

I dati sulla longevità nel pesce anemone di Clark selvatico sono limitati a un singolo studio, che ha stimato che una femmina sotto osservazione periodica per un periodo di 11 anni aveva almeno 13 anni al momento in cui è scomparsa dal suo anemone ospite, con altri anemoni che ospitano femmine con età stimata di 10 e 12 anni. I maschi sessualmente funzionali scompaiono dagli anemoni più frequentemente, forse suggerendo una vita media più breve per i maschi, sebbene questo modello potrebbe anche essere dovuto a una maggiore mobilità dei maschi che cercano il dominio su altri anemoni.(Fautin e Allen, 1992; Moyer, 1986)

  • Durata della gamma
    Stato: selvaggio
    Da 10 a 13 anni

Comportamento

Il pesce anemone di Clark forma una relazione simbiotica con almeno 10 diverse specie di anemoni. Poiché questi pesci sono cattivi nuotatori e sono suscettibili alla predazione, sono completamente dipendenti dall'anemone per il riparo e la protezione dei loro nidi. In cambio, gli anemoni con un pesce ospite sono in genere più sani, probabilmente a causa del consumo di parassiti da parte del pesce anemone o della maggiore circolazione dell'acqua che i maschi creano mentre si prendono cura delle uova. Sebbene i pesci anemone siano protetti dalle nematocisti pungenti presenti sull'anemone da un sottile strato di muco che ricopre i loro corpi, c'è un periodo di acclimatazione che deve verificarsi prima che il pesce diventi immune alla puntura di anemone. Ciò si verifica quando il pesce nuota sopra l'anemone, strofinando il ventre e le pinne ventrali sulle estremità dei tentacoli fino a quando il pesce inizia a produrre il rivestimento protettivo di muco.(Fautin e Allen, 1992; Lee, 2011; Myrberg e Fuiman, 2002)


quanto tempo vivono gli Ara scarlatti

La ricerca da parte di un giovane di un anemone ospite ideale è spesso un processo difficile, poiché i pesci anemone di Clark sono aggressivi nei confronti di altre specie, in particolare quando difendono un anemone ospite dai congeneri. I pesci in ogni anemone hanno una gerarchia di dominanza stabilita che mantiene gli individui in uno specifico rango sociale. Un giovane appena reclutato è in fondo alla gerarchia e riceve la più dura aggressività quando entra in una comunità di anemoni. Alcuni giovani possono essere scacciati, lasciandoli esposti e vulnerabili alla predazione.(Buston, 2003; Thresher, 1984)

  • Comportamenti chiave
  • natatorio
  • diurno
  • mobile
  • sedentario
  • territoriale
  • Sociale
  • gerarchie di dominanza

Gamma domestica

Poiché questa specie dipende completamente dagli anemoni per ripararsi, non si allontanano mai dal loro rispettivo anemone ospite. L'home range e il territorio sono essenzialmente l'area all'interno dei tentacoli dell'anemone ospite.(Fautin e Allen, 1992)

Comunicazione e percezione

La struttura sociale gerarchica viene mantenuta attraverso una serie di tattiche aggressive da parte di pesci più grandi nei confronti degli individui più piccoli che risiedono nell'anemone ospite. I giovani pesci anemone di Clark sono in grado di trovare anemoni ospiti attraverso l'imprinting olfattivo che si verifica quando le uova si sviluppano nel nido. La selezione dell'anemone avviene come uno schema di nuoto rituale in cui il pesce sfiorerà ripetutamente i tentacoli del potenziale anemone ospite. Se l'anemone si trova in qualche modo inadatto, il pesce passerà a un altro anemone e ripeterà il processo fino a trovare un ospite adatto. Le sostanze chimiche speciali contenute nello strato di muco che copre la pelle del pesce pagliaccio hanno la capacità di bloccare le punture delle nematocisti dell'anemone.(Fautin e Allen, 1992; Myers, 1999; Thresher, 1984)

I pesci anemone di Clark sono in grado di percepire il loro ambiente utilizzando sistemi sensoriali visivi, olfattivi, tattili, uditivi e vibrazionali (linea laterale).(Fautin e Allen, 1992)

  • Canali di comunicazione
  • visivo
  • tattile
  • Canali di percezione
  • visivo
  • tattile
  • acustico
  • vibrazioni
  • chimica

Abitudini alimentari

Questa specie consuma principalmente cibo planctonico come zooplancton, copepodi e alghe. In alcuni casi, è stato osservato che consumano parassiti trovati sul loro anemone ospite. Il comportamento alimentare è influenzato dalla struttura gerarchica del gruppo all'interno dell'anemone ospite. I pesci più piccoli, che subiscono la maggior quantità di aggressività, hanno meno energia per avventurarsi fuori dall'anemone alla ricerca di cibo, costringendoli così a rimanere a una distanza ravvicinata dal loro ospite. Ciò può essere vantaggioso per la sopravvivenza complessiva della popolazione, poiché quei pesci più piccoli sono meglio protetti dalla predazione a cui sono soggetti i pesci dominanti più vecchi e più grandi mentre si nutrono a pochi metri dal loro anemone ospite.(Fautin e Allen, 1992; Myers, 1999; Nose, 1985; Sano, et al., 1984; Thresher, 1984)

  • Dieta primaria
  • onnivoro
  • planctivore
  • Alimenti per animali
  • uova
  • crostacei acquatici
  • zooplancton
  • Alimenti vegetali
  • alghe
  • Altri alimenti
  • microbi

Predazione

I pesci anemone larvali sono estremamente suscettibili alla predazione in quanto nuotatori piccoli e poveri, con conseguenti tassi di mortalità molto elevati durante la fase planctonica. La predazione sui pesci anemone adulti e giovani è notevolmente ridotta a causa della protezione conferita dall'anemone ospite, la cui puntura scoraggia i potenziali predatori. Le uova sono più suscettibili alla predazione, principalmente da labri e castagnole pomacentride. La predazione delle uova aumenta di notte, quando il maschio non le sta proteggendo.(Thresher, 1984)

Ruoli dell'ecosistema

Il pesce anemone di Clark forma relazioni simbiotiche mutualistiche con tutte le specie di anemoni note per ospitare pesci anemone e pagliaccio. In questa relazione, l'anemonefish riceve un riparo e un luogo di nidificazione protetto, mentre l'anemone ospite riceve la difesa dai suoi residenti anemonefish. Gli anemoni rimangono più sani mentre ospitano il pesce anemone, sviluppando bulbi terminali sulle punte dei tentacoli e aumentando così la quantità di superficie da cui le alghe fotosintetiche alloggiate all'interno dei tentacoli dell'anemone possono catturare l'energia solare. Questi bulbi non si sviluppano negli anemoni privi di anemonefish.(Fautin e Allen, 1992; Gudgeon, 2011; Lee, 2011)

Specie mutualistiche
  • Cryptodendrum adhaesivum
  • Entacmaea quadricolor
  • Heteractis aurora
  • Heteractis crispa
  • Heteractis magnifica
  • Peccato per Heteractis
  • Macrodactyla doreensis
  • Stichodactyla gigantea
  • Stichodactyla haddoni
  • Stichodactyla mertensii
Specie commensali / parassitarie
  • copepode mangia-lingua ( Cymothoa exigua )

Importanza economica per gli esseri umani: positiva

Il pesce anemone di Clark si trova nel commercio di acquari di pesci tropicali e alcuni rari morph di colore della specie sono molto ricercati. Sono facilmente riproducibili e crescono relativamente rapidamente in cattività, diventando quindi utili animali da ricerca.(Sadovy e Vincent, 2002; Thresher, 1984)

  • Impatti positivi
  • commercio di animali domestici
  • ricerca e istruzione

Importanza economica per gli esseri umani: negativa

Non sono noti impatti negativi di questa specie sugli esseri umani. Gli adulti possono mordere le dita di un subacqueo, se provocati.

  • Impatti negativi
  • ferisce gli esseri umani
    • morsi o punture

Stato di conservazione

Sebbene lo stato di conservazione di questa specie non sia stato valutato, l'aumento della domanda di pesce anemone di Clark nel commercio di acquari ha ridotto le popolazioni in alcune località. Poiché la degradazione globale delle barriere coralline continua ad aumentare, questi pesci anemone incontreranno senza dubbio una diminuzione della disponibilità di habitat adeguati, che potrebbe causare la minaccia delle popolazioni in futuro.('Lista rossa IUCN 2003 delle specie minacciate', 2003)

Altri commenti

Questa specie fa una scelta eccellente come pesce d'acquario per gli hobbisti che desiderano un rapporto pesce pagliaccio / anemone simbolico sano e produttivo grazie alla sua versatilità nell'adattarsi ai vari anemoni ospiti.

Contributori

Padgette 'Steer (autore), San Diego Mesa College, Paul Detwiler (editore), San Diego Mesa College, Jeremy Wright (editore), University of Michigan-Ann Arbor.

Animali Popolari

Leggi di Lithobates palustris (Pickerel Frog) sugli agenti animali

Leggi di Chiropotes satanas (saki dalla barba bruna) sugli agenti animali

Leggi di Callagur borneoensis (Painted Terrapin, Biuku) sugli agenti animali

Leggi di Spirula spirula sugli agenti animali

Leggi di Nerodia taxispilota (Brown Water Snake) sugli agenti animali

Leggi di Ceryle rudis (pied kingfisher) su Animal Agents