Ameiva ameivaGiant Ameiva, Amazon Racerunner

Di Ryan Siders

Gamma geografica

Le ameive giganti si trovano nell'America centrale e meridionale. Si trovano dalla costa orientale del Brasile attraverso le porzioni interne del Centro Sud America, fino alle coste occidentali della Colombia, dell'Ecuador e del Perù. Si trovano a sud fino alle parti settentrionali dell'Argentina, attraverso la Bolivia e il Paraguay e fino a nord fino alla Guiana francese, Suriname, Guyana, Trinidad, Tobago e Panama. Recentemente sono stati introdotti in aree della Florida.('Nomi inglesi scientifici e standard', 2001; Biazquez, 1996; Sartorius, et al., 1999)

  • Regioni biogeografiche
  • neartico
    • introdotto
  • neotropicale
    • nativo

Habitat

Le ameive giganti si trovano in vari habitat, come il cerrado e la caatinga nord-orientale in Brasile e nella savana e nelle foreste amazzoniche. Sembrano preferire foreste pluviali disturbate che sono state raccolte di recente.(Biazquez, 1996; Colli, 1991)



  • Regioni habitat
  • tropicale
  • terrestre
  • Biomi terrestri
  • savana o prateria
  • foresta pluviale

Descrizione fisica

Le ameivas giganti sono lucertole di medie dimensioni con una massa corporea di circa 60 ge un tipico muso a sfiato lungo da 120 a 130 mm. Le lunghezze del muso sono state registrate fino a 160 mm nelle femmine e 180 mm nei maschi. La larghezza cranica è in media di 18 mm. Le ameive giganti hanno pori femorali sul lato ventrale delle zampe posteriori. La dimensione dei pori è simile sia nei maschi che nelle femmine, con un diametro di circa 1 mm. Tuttavia, i maschi hanno un'unica fila di pori, da 17 a 23 circa, che scorre lungo la gamba, mentre le femmine ne hanno da 16 a 22. I pori femorali sono facili da vedere e le squame che li trattengono sono specializzate. Questa specializzazione aiuta a identificare la differenza tra quelle e altre scale nell'area circostante della zampa posteriore. Il resto del loro corpo è ricoperto di squame lisce. La colorazione sia nei maschi che nelle femmine è la stessa. Tuttavia, i giovani differiscono nel colore dagli adulti. Le loro spalle hanno linee che corrono per tutta la lunghezza del loro corpo, colorate di giallo negli adulti e bianche nei giovani. A parte queste linee che coprono le parti dorsali del loro corpo, il resto della loro colorazione è un marrone scuro. Il loro lato ventrale è avorio.(Biazquez, 1996; Colli, 1991; Imparato, et al., 2007; Sartorius, et al., 1999; Vitt, 1991)




habitat tarantola ginocchio rosso messicano

  • Altre caratteristiche fisiche
  • eterotermico
  • Dimorfismo sessuale
  • maschio più grande
  • Massa media
    68 gr
    2.40 oz
  • Lunghezza intervallo
    180 (alto) mm
    7.09 (alto) in
  • Lunghezza media
    125 mm
    4,92 pollici

Sviluppo

Le femmine portano le uova per un breve periodo di tempo e tendono a rimanere nelle loro tane durante questo periodo. Una volta deposte le uova, il tempo di incubazione è di circa 5 mesi, con la prole che di solito si schiude all'inizio della stagione delle piogge. I maschi giovani tendono a crescere più velocemente delle loro controparti femminili. La maturità si raggiunge quando la lunghezza della bocca del muso raggiunge i 100 mm, avvenendo a circa 8 mesi dalla schiusa sia per i maschi che per le femmine.(Colli, 1991; Vitt, 1982; Vitt, 1991)

Riproduzione

Ci sono poche informazioni sui sistemi di accoppiamento diAmeiva ameiva. Il Ameiva plei sistema di accoppiamento è stato osservato. Questa specie è simile aAmeiva ameivain termini di dimensioni e degli ambienti in cui vivono, quindi la loro biologia riproduttiva potrebbe essere simile. Ameiva plei i maschi tendono a proteggere le femmine durante gli incontri sessuali. Tuttavia, i maschi che non proteggevano le femmine non si sono accoppiati. I maschi di questa specie che erano più grandi tendevano ad accoppiarsi di più poiché conquistavano la maggior parte delle femmine.



Le ameive giganti si riproducono deponendo le uova in frizioni, di dimensioni variabili a livello regionale. Sebbene esistano pochi dati dalla maggior parte delle regioni, i dati sono stati raccolti dagli habitat di caatinga e cerrado del Brasile. Le dimensioni della frizione possono variare da 3 a 11. Le dimensioni della frizione tendono ad essere più grandi nel cerrado, con una media di 6,4 +/- 0,2 (Colli, 1991). Le dimensioni della frizione in caatinga sono in media 5,7 +/- 0,164 (Vitt, 1982). La dimensione della frizione è direttamente correlata alla lunghezza dello sfiato del muso della femmina: le femmine più grandi producono più uova per frizione. Nel cerrado le femmine possono deporre fino a 3 frizioni per stagione riproduttiva. Tuttavia, in caatinga le ameive giganti possono riprodursi durante tutto l'anno. Le abitudini riproduttive diAmeiva ameivasi basano sulle precipitazioni. Nelle aree in cui la pioggia è costante o imprevedibile durante tutto l'anno, la riproduzione è tutto l'anno. Nelle aree dove c'è una stagione secca distinta, la riproduzione avviene solo durante le stagioni delle piogge. Si pensa che questo sia il risultato della mancanza di cibo sia per gli adulti che per i giovani durante le stagioni secche.(Colli, 1991; Vitt, 1982)

  • Principali caratteristiche riproduttive
  • iteroparo
  • allevamento stagionale
  • allevamento tutto l'anno
  • sessuale
  • oviparo
  • Intervallo di riproduzione
    L'intervallo di riproduzione si basa sulla posizione, tuttavia le femmine possono deporre fino a 3 frizioni per ciclo nel Cerrado del Brasile.
  • Stagione degli accoppiamenti
    Le stagioni riproduttive sono basate sull'ambiente.
  • Numero medio di discendenti
    6
  • Periodo medio di gestazione
    5 mesi
  • Età media alla maturità sessuale o riproduttiva (femmina)
    8 mesi
  • Età media alla maturità sessuale o riproduttiva (maschio)
    8 mesi

Ci sono poche informazioni sull'investimento dei genitori in questa specie. Tuttavia, le femmine investono molto nel fornire alle loro uova sostanze nutritive prima che vengano deposte ei maschi investono energia nella protezione del compagno durante l'accoppiamento.

  • Investimento dei genitori
  • nessun coinvolgimento dei genitori
  • pre-fertilizzazione
    • approvvigionamento
    • proteggere
      • femmina
  • pre-schiusa / nascita
    • approvvigionamento
      • femmina

Durata / longevità

Non esistono dati sulla durata diAmeiva ameivanella natura selvaggia. Tuttavia, sulla base di campioni di piccole dimensioni, si sa che gli individui sopravvivono fino a 4,6 anni. L'indice dei binomi scientifici indica che il loro esemplare osservato ha vissuto fino a 2,8 anni in cattività.('Index of Scientific Binominals', 2002; Bowler, 1975)




dove vive la raganella dagli occhi rossi

  • Durata della vita tipica
    Stato: cattività
    Da 2,8 a 4,6 anni

Comportamento

Le ameive giganti sono solitarie e diurne. Non si sa molto del loro comportamento.

  • Comportamenti chiave
  • terricolo
  • diurno
  • sedentario
  • solitario

Gamma domestica

Le ameive giganti non sono territoriali. Tuttavia, hanno un home range che si sovrappone ad altri individui. I dati non sono disponibili per la dimensione dell'home range diAmeiva ameiva. In una specie simile, Lewis e Saliva (1987) riportano che la dimensione dell'home range di ameiva exaul si basa sulla taglia e sul sesso della lucertola. La dimensione media dell'home range maschile era di 376,8 metri quadrati e quella femminile era in media di 173,7 metri quadrati sulla base di un set di dati di 13 maschi e femmine. Le dimensioni dell'intervallo domestico possono essere simili inAmeiva ameiva.(Lewis e Saliva, 1987; Simmons, et al., 2005)

Comunicazione e percezione

Ghiandole femorali situate sul lato inferiore ventrale delle zampe posteriori diAmeiva ameivasvolgere un ruolo nello stabilire la dimensione del territorio. Anche le ghiandole femorali svolgono un ruolo in vari comportamenti sessuali. Queste ghiandole femorali producono sostanze semiochimiche che influenzano la comunicazione inter e intra-specifica. Sebbene questi semiochimici non siano ben compresi inAmeiva ameiva, influenzano la difesa del territorio e del sé, la predazione, i segni del territorio e la cura dei genitori.(Imparato, et al., 2007; Imparato, et al., 2007)

  • Canali di comunicazione
  • chimica
  • Canali di percezione
  • visivo
  • tattile
  • acustico
  • vibrazioni
  • chimica

Abitudini alimentari

Le ameive giganti sono raccoglitrici attive. La loro dieta varia a livello regionale e stagionale e consiste principalmente di insetti. Gli animali più comuni presenti nella loro dieta sono cavallette, farfalle, scarafaggi, scarafaggi, larve, ragni e termiti. È anche noto che mangiano altre specie di lucertole. Quello che mangiano è proporzionale alla loro lunghezza del muso; man mano che crescono la loro preda diventa più grande.(Magnusson, 1987; Boyden, 1976; Magnusson, 1987)

  • Dieta primaria
  • carnivoro
    • mangia vertebrati terrestri
    • insettivoro
    • mangia artropodi non insetti
  • Alimenti per animali
  • rettili
  • insetti
  • artropodi terrestri non insetti

Predazione

I predatori di ameivas giganti sono costituiti da un'ampia varietà di uccelli e serpenti. A differenza di altre specie di lucertole che si trovano in tutto il Sud America, non si siedono e aspettano la loro preda. Il loro metodo principale per evitare la predazione è la fuga e la loro forma del corpo è progettata per una velocità rapida, consentendo loro di evitare i predatori nelle aree aperte dove si nutrono. Predatori comuni diAmeiva ameivaincludere serpenti verdi ( Philodryas nattereri ), falchi lungo la strada ( Buteo magnirostris ), Gheppio americano ( Falco sparverius ), Guira cuculi ( Guira guira ), tordi beffeggiatori dalle sopracciglia gessate (Meno satturninus) e serpenti corallo ( Micrurus frontalis ). Le ameive giganti sono scarsamente adattate ai predatori introdotti, come le manguste ( Herpestes javanicus ) e gatti domestici ( Gatto ).(Colli, 1991; Maffei, et al., 2009; Shepard, 2007)

  • Adattamenti anti-predatori
  • criptico
  • Predatori conosciuti
    • serpenti verdi (Philodryas ofersii)
    • serpenti verdi ( Philodryas nattereri )
    • serpenti verdi (Philodryas patoniensis)
    • falchi lungo la strada ( Buteo magnirostris )
    • Gheppio americano ( Falco sparverius )
    • Guira cuculi ( Guira guira )
    • tordi beffeggiatori dalle sopracciglia calcaree ( Meno saturnino )
    • serpenti corallo ( Micrurus frontalis )
    • manguste ( Herpestes javanicus )
    • gatti domestici ( Gatto )

Ruoli dell'ecosistema

Le ameive giganti ospitano un'ampia varietà di microrganismi. I parassiti comuni includonoPlasmodium tropidury,Lainsonia,Hemolivia piccolo,Choleoeimeria carinii,Acroeimeria pintoi, eIsospora ameiva. Spesso questi parassiti invasivi danneggiano organi come la cistifellea, il fegato, i reni, i polmoni e la milza. I parassiti sono stati trovati anche nella saliva e nelle feci di questa lucertola. Molti dei parassiti trovati nelle feci hanno origine nell'intestino. Inoltre, i parassiti invadono le cellule epiteliali.(Kaplan, 1995; Lainson e Paperna, 1999; Lainson, et al., 2003)

Specie commensali / parassitarie
  • Plasmodium tropidury
  • Lainsonia
  • Hemolivia piccolo
  • Choleoeimeria carinii
  • Acroeimeria pintoi
  • Isospora ameiva

Importanza economica per gli esseri umani: positiva

Sebbene queste specie possano trasportare malattie e possano essere aggressive, le persone le tengono come animali domestici. Inoltre, le ameive giganti tendono a preferire ambienti puliti come i campi coltivati. Perché la loro dieta consiste principalmente in artropodi , possono aiutare a tenere sotto controllo le popolazioni di parassiti.(Everard, et al., 1979; Kaplan, 1995; Sartorius, et al., 1999)

  • Impatti positivi
  • commercio di animali domestici
  • controlla la popolazione di parassiti

Importanza economica per gli esseri umani: negativa

Le ameive giganti sono note portatrici dei batteriSalmonella, compresi i ceppi che possono infettare gli esseri umani. A Grenada, secondo Everard et al. (1979), metà di tutti gli esemplari raccolti erano trasportatiSalmonella. A Panama, le ameive giganti hanno avuto la percentuale più alta diSalmonelladi tutti i 447 campioni esaminati (Kournay, 1981).(Everard, et al., 1979; Kourany e Telford, 1981)


simmetria del cetriolo di mare

  • Impatti negativi
  • ferisce gli esseri umani
    • trasporta malattie umane
  • causa o trasporta malattie degli animali domestici

Stato di conservazione

Attualmente le ameive giganti non sono considerate minacciate. Al momento non ci sono sforzi per conservare attivamente questa specie.

Contributori

Ryan Siders (autore), Radford University, Karen Powers (editore), Radford University, Tanya Dewey (editore), University of Michigan-Ann Arbor.

Animali Popolari

Leggi di Lepisosteus platostomus (Shortnose gar) sugli agenti animali

Leggi di Corvus corax (corvo comune) su Animal Agents

Leggi di Saguinus mystax (tamarino baffuto dal petto nero) su Animal Agents

Leggi di Pavo cristatus (pavone indiano) sugli agenti animali

Leggi di Brachiopoda (gusci di lampada) sugli agenti animali

Leggi di Plegadis chihi (ibis dalla faccia bianca) sugli agenti animali