Ambystoma barbouriStreamside Salamander

Di Katy Gardner

Gamma geografica

Ambystoma barbouri(salamandre lungo il fiume) sono originarie di tutto il Kentucky centrale, con il loro areale che si estende in alcune parti dell'Ohio sudoccidentale e con parsimonia nell'Indiana sud-orientale (Kraus e Petranka, 1989). Una piccola popolazione è stata registrata nell'angolo nord-occidentale del West Virginia (Green, 1955). Più recentemente, sono state scoperte popolazioni nel bacino centrale del Tennessee centrale (Scott et al. 1997).(Green, 1956; Kraus e Petranka, 1989; Scott, et al., 1997)

  • Regioni biogeografiche
  • neartico
    • nativo

Habitat

Le salamandre lungo i fiumi occupano foreste decidue montuose in aree di latitudine variabile (Kraus e Petranka, 1989). Al di fuori della stagione riproduttiva, preferiscono abitare le tane vicino alle sorgenti del primo e del secondo ordine con un'elevata abbondanza di calcare e roccia esposta (Petranka, 1998). Gli adulti utilizzano questi corsi d'acqua poco profondi ed effimeri (e talvolta, piscine adiacenti) per l'allevamento e il deposito delle uova. Le larve vivono nei corsi d'acqua fino alla metamorfosi, dopo di che adattano uno stile di vita in gran parte fossile (Petranka, 1998).(Kraus e Petranka, 1989; Petranka, 1998)



  • Regioni habitat
  • temperato
  • terrestre
  • acqua dolce
  • Biomi terrestri
  • foresta
  • Biomi acquatici
  • fiumi e torrenti
  • piscine temporanee

Descrizione fisica

Ambystoma barbouriassomiglia in gran parte alla sua specie fratello, A. texanum : un grigio screziato e marrone chiaro ambystomatid con una testa e una bocca piccole (Kraus e Petranka, 1989). I due non sono stati separati nella loro stessa specie fino a quando Kraus e Petranka non li hanno definiti una nuova specie nel 1989. Sono salamandre ambystomatid di dimensioni medie (fino a 150 mm di lunghezza totale) con circa 15 solchi costali lungo i fianchi (Anderson 1967). Possono essere differenziati da A. texanum più facilmente in base alla gamma e all'uso dell'habitat, ma variano anche in alcuni denti e hanno un ampio processo mascellare dorsale (Kraus e Petranka, 1989).(Kraus e Petranka, 1989)



  • Altre caratteristiche fisiche
  • ectotermico
  • eterotermico
  • simmetria bilaterale

Sviluppo

Le uova depositate dalle salamandre lungo il fiume sono di dimensioni maggiori e di dimensioni complessive inferiori a quelle di A. texanum . Ha senso, quindi, che le loro larve siano entrambe leggermente più grandi e di uno stadio di sviluppo più avanzato rispetto alle salamandre dalla bocca piccola quando si schiudono (Kraus e Petranka, 1989). Tuttavia, a differenza delle loro specie fratelli, A. barbouri le larve hanno una finestra piuttosto breve come larve, di solito metamorfosi entro 60 giorni dalla schiusa (Petranka et al. 1987). Per questo motivo, le larve lungo il fiume si trasformano in giovani di dimensioni molto più piccole rispetto alle salamandre metamorfiche dalla bocca piccola (Petranka e Sih, 1987).(Kraus e Petranka, 1989; Petranka e Sih, 1987; Petranka, et al., 1987)

  • Sviluppo - Ciclo di vita
  • metamorfosi

Riproduzione

A differenza di molti Ambystoma salamandre, l'allevamento avviene indipendentemente dagli eventi piovosi (cioè non allevatori 'esplosivi'), ed è stato registrato a partire da dicembre e durare fino all'inizio di aprile.



  • Sistema di accoppiamento
  • poliginoso
  • polygynandrous (promiscuo)

La stagione riproduttiva inizia con il movimento migratorio delle salamandre adulte verso i siti di riproduzione in streaming dalla fine di ottobre all'inizio di marzo. L'inizio della migrazione è fortemente correlato alle precipitazioni. I maschi di solito migrano verso i siti di riproduzione prima delle femmine.(Kraus e Petranka, 1989)

Ambystoma barbouri le uova vengono fecondate internamente tramite spermatofori depositati dai maschi sulla parte inferiore sommersa di rocce piatte e coperte di ruscelli (Kraus e Petranka, 1989). I maschi iniziano il corteggiamento ondeggiando drammaticamente la coda mentre nuotano intorno al ruscello poco profondo sotto le rocce di copertura. Lo fanno mentre occasionalmente spingono la femmina e poi depositano gli spermatofori sulla roccia sommersa (Petranka, 1982b). Le femmine raccolgono gli spermatofori dalla superficie della roccia sommersa, ed è sotto questi rifugi che si pensa che si verifichino altri comportamenti di corteggiamento (Kraus e Petranka 1989). Dopo la fecondazione, le femmine depositano le loro uova sulla superficie della roccia sommersa in monostrati (Petranka, 1982a).(Kraus e Petranka, 1989; Petranka, 1982a; Petranka, 1982b)

Si ritiene che la nidificazione in comune delle femmine sia passiva, a causa del basso numero di rocce piatte disponibili per l'ovodeposizione nella maggior parte dei siti di riproduzione dei torrenti studiati (Petranka, 1984).(Petranka, 1984)



  • Caratteristiche riproduttive chiave
  • iteroparo
  • allevamento stagionale
  • gonochoric / gonochoristic / dioica (sessi separati)
  • sessuale
  • fecondazione
    • interno
  • oviparo
  • Stagione degli accoppiamenti
    Dicembre-aprile

Poco si sa sull'investimento dei genitori di Ambystoma barbouri .

Durata della vita / longevità

L'esatta durata di vita delle salamandre lungo il fiume è sconosciuta.

Comportamento

Gli adulti sono fossili e il comportamento della stagione non riproduttiva è relativamente non studiato, come nella maggior parte delle specie ambystomatid. È noto che le salamandre rive del torrente adulte scavano nei siti vicino ai torrenti e migrano verso i siti dei torrenti quando la stagione riproduttiva inizia in autunno.

  • Comportamenti chiave
  • fossorial
  • mobile
  • migratorio

Comunicazione e percezione

Ambystoma si pensa che le salamandre comunichino principalmente tramite chemiosensazione e segnali tattili (sotto forma di spinte di corteggiamento) durante la stagione riproduttiva.

  • Canali di comunicazione
  • tattile
  • chimica
  • Altre modalità di comunicazione
  • feromoni
  • Canali di percezione
  • tattile
  • chimica

Abitudini alimentari

Uno studio che analizza il contenuto intestinale delle larve ha mostrato che le larve di macrozooplancton e chironimidi sono in grande abbondanza, così come gli anfipodi e gli isopodi come prede ad alto volume (Smith e Petranka, 1987). È stato anche dimostrato che le larve consumano un gran numero di isopodi in uno studio separato (Huang e Sih, 1991).(Huang e Sih, 1991; Smith e Petranka, 1987)

  • Dieta primaria
  • carnivoro
    • insettivoro
    • mangia artropodi non insetti
    • vermivore
  • Alimenti per animali
  • insetti
  • artropodi terrestri non insetti
  • vermi terrestri
  • zooplancton

Predazione

A causa del loro ciclo di vita semi-acquatico, la salamandra di ruscello è preda di un mix di diversi predatori. Durante il loro stadio larvale di ruscello, sono particolarmente vulnerabili ai pesci (Petranka, 1983). È stato dimostrato che i vermi piatti sono in grande abbondanza con le larve dei fiumi e sono anche un noto predatore sia delle larve che delle uova (Petranka et al. 1987). Sono stati anche segnalati casi di predazione di serpenti acquatici e gamberi di fiume sulle larve (Kats, 1986; Petranka, 1998).(Kats, 1986; Petranka, 1983; Petranka, et al., 1987)

Le larve usano refugia per nascondersi dal rilevamento visivo del pesce luna in un'efficace strategia anti-predatore (Huang e Sih 1990). Il comportamento anti-predatore delle salamandre ruscelli adulte non è stato ben studiato, ma le sue specie A. texanum , mostrano una risposta di immobilità o avvolgendo la coda sopra la testa di fronte a un predatore (Brodie, Johnson e Dodd, 1974; Brodie, 1977).(Brodie, 1977; Brodie, et al., 1974; Huang e Sih, 1990)

Ruoli dell'ecosistema

Le salamandre lungo il fiume sono una parte importante della complessa connettività laterale dei torrenti e del vicino ambiente terrestre. Le loro larve sono prede importanti per il pesce luna, i vermi piatti, i pesci d'acqua del nord e i gamberi (Petranka, 1983; Petranka et al. 1987; Kats, 1986; Petranka, 1998). Inoltre, le larve gestiscono le popolazioni di isopodi e sono importanti predatrici di vari macroinvertebrati di torrenti (Smith e Petranka, 1987).(Kats, 1986; Petranka, 1983; Petranka, 1998; Smith e Petranka, 1987)


durata della vita dell'aquila calva in cattività

Specie commensali / parassitarie
  • Cosmoceroides dukaeoC. variabile

Importanza economica per gli esseri umani: positiva

A. barbouri può fungere da importante collegamento trofico per il mantenimento di popolazioni di insetti e di altri invertebrati che senza, gli esseri umani dovrebbero aumentare la dipendenza da pesticidi dannosi per l'ambiente.

  • Impatti positivi
  • controlla la popolazione di parassiti

Importanza economica per gli esseri umani: negativa

Non ci sono prove che suggeriscano che le salamandre lungo il fiume abbiano un effetto negativo sugli esseri umani.

Stato di conservazione

Elencato come 'quasi minacciato' dalla Redlist IUCN a causa di una piccola area di occorrenza, nonché della riduzione delle dimensioni dell'habitat e della qualità dell'habitat degradata (Hammerson, 2004). Gli studi hanno indicato il degrado dell'habitat, la costruzione di strade e l'urbanizzazione complessiva vicino all'habitat lungo il fiume come motivo del declino (Petranka 1998, Watson e Pauley 2005, Niemiller et al. 2006). Durante la stagione riproduttiva, gli adulti che attraversano le strade durante la migrazione verso i torrenti possono essere colpiti dal traffico in arrivo, dimostrando come la costruzione di strade possa aumentare la mortalità degli adulti (Niemiller et al. 2009).(Hammerson, 2004; Niemiller, et al., 2006; Niemiller, et al., 2009; Petranka, 1998; Watson e Pauley, 2005)

Contributori

Katy Gardner (autore), Missouri State University, Brian Greene (editore), Missouri State University, Tanya Dewey (editore), University of Michigan-Ann Arbor.

Animali Popolari

Leggi di Centurio senex (pipistrello dalla faccia rugosa) su Animal Agents

Leggi di Amphispiza bilineata (passero dalla gola nera) sugli agenti animali

Leggi di Maxillopoda sugli agenti animali

Leggi gli scaridi (pesci pappagallo) sugli agenti animali

Leggi di Mystacinidae (pipistrelli dalla coda corta della Nuova Zelanda) su Animal Agents