Amazilia tzacatlrufous-tailed colibrì

Di Holly Borchardt

Gamma geografica

I colibrì dalla coda rossiccia vivono principalmente nel centro-est, possibilmente nel nord-est del Messico fino al centro di Panama. Le popolazioni più settentrionali molto probabilmente migrano verso la costa pacifica e caraibica del Messico durante i mesi invernali (Guerrero e Yucatan). I modelli migratori dei colibrì dalla coda rossiccia in altre parti dell'America centrale sono sconosciuti. Tuttavia, i movimenti stagionali si verificano dalla Colombia attraverso l'Ecuador. Inoltre, diversi individui di questa specie sono stati registrati nel Texas meridionale in estate e in autunno.(del Hoyo, et al., 1999)

  • Regioni biogeografiche
  • neartico
    • nativo
  • neotropicale
    • nativo

Habitat

I colibrì dalla coda ruvida si trovano principalmente ai margini di umide foreste sempreverdi, piantagioni di banane o caffè, abitazioni umane e radure. Questi uccelli di solito non si trovano all'interno della fitta foresta, ma spesso in aree di seconda crescita e semi-aperte. Queste regioni ricche di boschi si trovano in Sud America e si trovano nelle foreste a galleria e nelle zone montane. L'altezza a cui si trovano questi uccelli varia da regione a regione. La loro distribuzione altitudinale è correlata ai periodi di fioritura delle piante alimentari. In Costa Rica e Panama, attraverso la fascia subtropicale, i colibrì dalla coda rossiccia si trovano nelle zone montane inferiori, dal livello del mare fino a 1200 m. In Colombia e nelle isole di Panama il loro habitat è costituito da foreste primarie e da habitat costieri cespugliosi, persino spiagge. Sulle Ande, i colibrì si possono trovare fino a 2500 m, a volte anche più in alto. Alcune gare nel sud-ovest della Colombia vanno dalle pianure alla zona subtropicale con foreste aperte e umide fino a 2500 m.(del Hoyo, et al., 1999; Jackson, et al., 2002)




pipistrello della frutta dal naso corto maggiore

  • Regioni habitat
  • temperato
  • tropicale
  • terrestre
  • Biomi terrestri
  • chaparral
  • foresta pluviale
  • montagne
  • Biomi acquatici
  • costiero
  • Altre caratteristiche dell'habitat
  • urbano
  • suburbano
  • agricolo
  • Elevazione della gamma
    Da 0 a 2500 m
    Da 0,00 a 8202,10 piedi

Descrizione fisica

Maschi e femmine i colibrì dalla coda rossiccia differiscono leggermente nell'aspetto fisico. I maschi sono più grandi, pesano 5,5 g. Anche i colibrì maschi dalla coda rossiccia hanno corpi più lunghi. La lunghezza massima di un colibrì maschio dalla coda ruvida è di circa 11 cm. Hanno un becco diritto, che è di media grandezza, rosso carnoso con una punta scura e una mandibola superiore che è nerastra. Le parti superiori del corpo del maschio, i fianchi e il ventre, vanno dal verde dorato al verde bronzo. La gola è di un verde dorato scintillante e talvolta ha un bagliore turchese in una certa luce. La pancia va dal grigio cinereo al marrone grigiastro. La coda ha tracce di verde bronzo e rame.



I colibrì femmina dalla coda rossiccia sono più piccoli dei maschi e hanno una colorazione leggermente diversa. Le femmine hanno una massa di circa 5,2 ge la loro lunghezza del corpo è solitamente di circa 8 cm. C'è una barra sub-terminale grigiastra sulle penne della gola e hanno un ventre bianco.

I colibrì immaturi dalla coda rossiccia sono più scuri e grigiastri verso la pancia. I bordi di piume sul viso e sulla corona hanno spesso un bordo bronzato. La mandibola superiore degli individui più giovani è spesso nera.



I colibrì differiscono da razza a razza. Il handleyi la razza è più grande e più pesante del colibrì medio dalla coda rossiccia. È anche un verde bronzo leggermente più scuro. Il fuscicaudata la razza è più piccola di un colibrì dalla coda rossiccia media. Il Le delizie la razza ha un becco più lungo rispetto alle sue dimensioni con margini stretti nelle timoniere esterne.

L'apertura alare media per tutti i colibrì è compresa tra 2 e 2,4 cm. I maschi hanno spesso un'apertura alare maggiore rispetto alle femmine.(del Hoyo, et al., 1999; Ridgway, 1892; Stiles and Skutch, 1989)

I colibrì hanno uno dei tassi metabolici basali più alti di tutti gli uccelli a causa delle loro dimensioni molto ridotte, del loro tipo di volo e della quantità di energia necessaria per sostenere il loro volo. Il tasso metabolico medio del colibrì è di 1600Kcal / kg / giorno.(Ritchison, 2003)



  • Altre caratteristiche fisiche
  • Endotermico
  • simmetria bilaterale
  • Dimorfismo sessuale
  • maschio più grande
  • sessi colorati o modellati in modo diverso
  • maschio più colorato
  • Massa della gamma
    Da 5,2 a 5,5 g
    Da 0,18 a 0,19 once
  • Lunghezza dell'intervallo
    Da 8 a 11 cm
    Da 3,15 a 4,33 pollici
  • Gamma di apertura alare
    Da 2 a 2,4 cm
    Da 0,79 a 0,94 pollici

Riproduzione

I colibrì dalla coda rossiccia possono nidificare in colonie sciolte. Sono stati osservati mentre rubavano i materiali del nido dai loro vicini.(del Hoyo, et al., 1999)

I colibrì dalla coda rossiccia sono poliginosi. I colibrì hanno contatti con il sesso opposto solo per pochi istanti durante la fecondazione. I maschi sono molto territoriali e spesso rivendicano un'area di fiori come propria durante la stagione degli amori.(Baker, 2003)

  • Sistema di accoppiamento
  • poliginoso

L'allevamento avviene in diversi periodi dell'anno in tutto il loro range. Nelle parti settentrionali dell'America centrale, la nidificazione può avvenire da dicembre a settembre. In Messico, la stagione riproduttiva va da marzo ad agosto. In Costa Rica, la riproduzione è guidata dalla stagione secca e dai picchi da gennaio a maggio. Lungo il versante del Pacifico, la riproduzione avviene da maggio a novembre. Lungo il versante caraibico si riproduce da ottobre a gennaio. L'allevamento in Sud America e Panama avviene da gennaio ad aprile.

La nidificazione è abbastanza specializzata per i colibrì dalla coda ruvida. I loro siti preferiti per costruire nidi sono sui rami orizzontali in alberi e arbusti più piccoli. I nidi sono solitamente da 2 a 5 metri da terra. A volte i nidi sono costruiti nella forcella di un ramo.

I materiali utilizzati per la costruzione del nido includono piante in piuma, fibre da bruno-giallastre a bruno-grigiastre, ragnatele e pezzi di foglie morte. L'esterno del loro nido è decorato pesantemente con pezzetti di licheni e talvolta muschio. Questi materiali sono generalmente formati in un nido di coppe compatto. Se un nido viene distrutto o perso, la costruzione di un nuovo nido può iniziare entro una settimana.(del Hoyo, et al., 1999; Stiles e Skutch, 1989)

Le femmine di solito depongono due uova per covata. L'incubazione dura da 15 a 16 giorni. I giovani lasciano il nido quando hanno tra i 18 ei 22 giorni. I giovani colibrì dalla coda rossiccia vengono nutriti dalla femmina per 58 giorni.(Skutch, 1976)

  • Caratteristiche riproduttive chiave
  • iteroparo
  • allevamento stagionale
  • gonochoric / gonochoristic / dioica (sessi separati)
  • sessuale
  • fecondazione
  • oviparo
  • Stagione degli accoppiamenti
    La stagione riproduttiva varia a seconda della regione.
  • Uova nella media per stagione
    2
  • Tempo di intervallo alla schiusa
    Da 15 a 16 giorni
  • Gamma di età dell'involo
    Da 18 a 22 giorni
  • Tempo medio per l'indipendenza
    58 giorni

L'incubazione dura dai 15 ai 16 giorni e viene eseguita solo dalla femmina. I giovani lasciano il nido quando hanno tra i 18 ei 22 giorni. Una volta che i colibrì si sfidano, aspettano i loro genitori in un punto distinto che di solito non è lontano dal nido. Non seguono i loro genitori mentre cercano cibo, ma piuttosto aspettano di ricevere il cibo. Una volta che la femmina riempie il suo raccolto di nettare, piccoli insetti e ragni, torna a nutrire i suoi piccoli. I giovani colibrì dalla coda rossiccia vengono nutriti in questo modo per 58 giorni. I maschi non forniscono alcuna assistenza genitoriale.(del Hoyo, et al., 1999; Skutch, 1976)

  • Investimento dei genitori
  • nessun coinvolgimento dei genitori
  • altricial
  • pre-schiusa / nascita
    • proteggere
      • femmina
  • pre-svezzamento / involo
    • approvvigionamento
      • femmina
    • proteggere
      • femmina
  • pre-indipendenza
    • approvvigionamento
      • femmina
    • proteggere
      • femmina

Durata della vita / longevità

Sebbene ci siano poche ricerche sulla durata della vita dei colibrì, i ricercatori stimano che un colibrì medio viva dai 3 ai 5 anni. La femmina vivente più lunga registrata era un colibrì dalla coda larga, trovato in Colorado all'età di 12 anni. In cattività, possono sopravvivere per circa 10 anni.('All About Hummingbirds', 2002; 'About Hummingbirds', data sconosciuta)

Comportamento

Questi uccelli possono essere molto aggressivi e territoriali in ricchi ciuffi di fiori. Intrusi come colibrì più grandi, farfalle e api euglossine vengono talvolta attaccati con un volo subacqueo.(Jackson, et al., 2002; Stiles e Skutch, 1989)

I colibrì dalla coda rossiccia possono formare colonie di nidificazione molto sciolte. Sono generalmente più sedentarie nelle regioni umide e sono diurne o crepuscolari, a seconda della regione.(del Hoyo, et al., 1999)

I colibrì dalla coda ruvida (insieme a molte altre specie di colibrì) hanno tassi metabolici così elevati che spesso entrano in torpore durante la notte per risparmiare energia.(Baker, 2003)


nome scientifico boa constrictor

I colibrì hanno una forma unica di volo che ricorda un po 'gli insetti. La velocità del volo di un colibrì dipende dalle dimensioni dell'uccello. Il numero medio di flap alari è di circa 53 al secondo in volo normale. Sono in grado di volare in tutte le direzioni, anche in avanti, lateralmente e persino all'indietro. Sono in grado di farlo attraverso i loro corpi muscolosi e altamente modificati. Inoltre sono in grado di controllare l'angolo tra il loro asse del corpo e l'asse di rotazione dell'ala. Hanno anche una capacità unica di librarsi.('Domande frequenti', data sconosciuta)

  • Comportamenti chiave
  • mosche
  • diurno
  • crepuscolo
  • mobile
  • migratorio
  • sedentario
  • torpore quotidiano
  • territoriale
  • coloniale

Gamma domestica

Al momento non abbiamo informazioni sull'areale domestico per questa specie.

Comunicazione e percezione

I colibrì dalla coda ruvida hanno un richiamo distintivo. È un tono basso chup o chut a volte fatto in una serie sputtering. Le note cantate includono una o più note stridule che salgono e accelerano. Il canto del colibrì maschio è fischiato in un ritmo deliberato. Per esempio: tse we ts we o tse tseu wip tsik tsew , seguito da una pausa. I maschi cantano di più durante la mattina presto dall'alba all'alba. Cantano su posatoi sparsi vicino ai fiori o in piccoli gruppi sciolti vicino ai fiori.(Stiles e Skutch, 1989)

I colibrì maschi usano la canzone per rivendicare i loro territori. Se un altro maschio tenta di entrare, di solito il proprietario del territorio canta un forte chiacchiericcio. Intrusi come colibrì più grandi, farfalle e api euglossine vengono talvolta attaccati con un volo subacqueo.(Gates and Gates, 2003)

  • Canali di comunicazione
  • visivo
  • acustico
  • Altre modalità di comunicazione
  • ritornelli
  • Canali di percezione
  • visivo
  • tattile
  • acustico
  • chimica

Abitudini alimentari

I colibrì dalla coda rossiccia si nutrono di nettare e artropodi. I colibrì estraggono il nettare dalle piante con le loro lingue cave ed estensibili che sono biforcute sulla punta. Si nutrono di un'ampia varietà di piante tra cui Antigonon , Callistrimon , Clitoria , Cosus , Isteria , Hamelia , Heliconia , Stachytarpheta , Tabebuia e Lantana . Si nutrono anche di numerose specie di alberi coltivati, in particolare banani e alberi di caffè. Si nutrono di piccoli insetti e ragni prendendoli da foglie e rami, un metodo chiamato spigolatura. Sono molto territoriali quando si nutrono e gli intrusi vengono attaccati con voli subacquei.(Baker, 2003; del Hoyo, et al., 1999)


dimensioni e peso dei pipistrelli dal naso a foglia

A causa del loro alto tasso metabolico, i colibrì richiedono una grande quantità di cibo per sopravvivere. Potrebbero aver bisogno di mangiare più volte il loro peso corporeo in nettare in un giorno.('Hummingbird', 2001; Baker, 2003)

  • Dieta primaria
  • onnivoro
  • Alimenti per animali
  • insetti
  • artropodi terrestri non insetti
  • Alimenti vegetali
  • nettare

Predazione

La principale causa di mortalità per i colibrì è la predazione di uova e pulcini nel nido. La predazione sui colibrì adulti è rara. Ciò è dovuto all'agilità che i colibrì possiedono in volo. Alcuni predatori noti di uova, pulcini e adulti di colibrì includono: gatti domestici ( Bos ), piccoli falchi (famiglia Accipitridae ), piccoli gufi (ordine Strigiformes ), Averla (famiglia Laniidae ), roadrunners (genere Geococcyx ), rigogoli (famiglia Icteridae ), tanagers occidentali ( Piranga ludoviciana ), grackles ( Quiscalus mexicanus ), gabbiani (famiglia Laridae ), persico trota ( Micropterus salmoides ), rane (order Anura ) e mantidi (famiglia Mantidae ).('Informazioni sui colibrì', data sconosciuta; 'Domande frequenti', data sconosciuta)

Ruoli dell'ecosistema

C'è stata una coevoluzione tra i colibrì e i fiori di cui si nutrono. I fiori di colibrì hanno caratteristiche molto distinte che servono ad attirare i colibrì. Hanno anche altre caratteristiche per assicurare che avvenga l'impollinazione. Molti fiori sono appositamente adattati per consentire il deposito del polline sui colibrì in modo tale che il polline raggiunga un altro fiore. Questo è un passaggio fondamentale nel processo di riproduzione delle piante. I becchi di colibrì sono anche appositamente adattati per nutrirsi dai fiori di colibrì.

Le piante specifiche da cui i colibrì dalla coda rossiccia ottengono il nettare non sarebbero in grado di sopravvivere senza che gli uccelli le impollinino. Alcuni esempi di piante impollinate da colibrì dalla coda ruvida includono:Antigonon,Clitoria,Hamelia,Heliconia,StachytarphetaeTabebuia.(Grant and Grant, 1968)

  • Impatto sull'ecosistema
  • impollina
Specie Mutualista
  • Antigonon
  • Clitoria
  • Hamelia
  • Heliconia
  • Stachytarpheta
  • Tabebuia

Importanza economica per gli esseri umani: positiva

I colibrì sono importanti per l'uomo a causa del loro ruolo nell'impollinazione. I colibrì dalla coda ruvida spesso impollinano colture importanti come la banana e il caffè. Inoltre, poiché questi uccelli mangiano insetti, possono svolgere un ruolo molto attivo nel controllo dei parassiti. Sono anche importanti nell'ecoturismo e sono popolari tra i birdwatcher.(del Hoyo, et al., 1999; Grant and Grant, 1968)

  • Impatti positivi
  • ecoturismo
  • impollina le colture
  • controlla la popolazione di parassiti

Importanza economica per gli esseri umani: negativa

Non sono noti effetti negativi dei colibrì dalla coda ruvida sugli esseri umani.

Stato di conservazione

I colibrì dalla coda ruvida sono comuni o molto comuni nella maggior parte della loro gamma. Gli uccelli sono stati in grado di adattarsi agli habitat artificiali e si trovano quindi nelle aree agricole, suburbane e urbane. Sono elencati come Appendice II dalla CITES.(del Hoyo, et al., 1999)

Contributori

Alaine Camfield (a cura di), Animal Agents.

Holly Borchardt (autore), Università del Michigan-Ann Arbor, Phil Myers (editore), Museo di Zoologia, Università del Michigan-Ann Arbor.

Animali Popolari

Leggi di Sylvilagus nuttallii (silvilago di montagna) sugli agenti animali

Leggi di Equus (asini, cavalli e zebre) su Animal Agents

Leggi di Antidorcas marsupialis (springbok) sugli agenti animali

Leggi di Mimus polyglottos (tordo beffardo settentrionale) su Animal Agents

Leggi di Spalacidae (ratti talpa ciechi, ratti talpa africani, zokor e ratti bambù) su Animal Agents

Leggi di Chrysochloris stuhlmanni (la talpa d'oro di Stuhlmann) sugli agenti animali