Alouatta guaribabrown howler (anche: brown howler monkey)

Di Kendall Arslanian

Gamma geografica

Gli urlatori marroni si trovano sulla costa atlantica del Sud America, principalmente nelle foreste costiere del Brasile. Sono endemici dell'ecoregione della Foresta Atlantica del Brasile e dell'Argentina. In Brasile, gli urlatori marroni sono le uniche specie di primati dell'isola protetta Ilha do Cardososo. In Argentina, l'urlo bruno si trova solo nella foresta atlantica dell'Alto Paraná della provincia di Misiones.(Chiarello, 1993; Holzmann, et al., 2010; Ingberman, et al., 2009)

  • Regioni biogeografiche
  • neotropicale
    • nativo

Habitat

Gli urlatori marroni abitano foreste di pianura, submontane e montane, nonché foreste stagionali semidecidue interne. Nel sud-est del Brasile, gli urlatori marroni abitano foreste subtropicali e temperate altamente stagionali. Gli ululanti marroni sull'isola protetta Ilha do Cardoso State Park abitano la foresta atlantica subtropicale e tropicale, dove si trovano spesso negli alberi del genereAraucariae tendono ad evitare la restinga (cioè la savana delle pianure costiere).(Ingberman, et al., 2009; Mendes, et al., 2008; Richardson, 2005)



  • Regioni habitat
  • temperato
  • tropicale
  • terrestre
  • Biomi terrestri
  • foresta
  • foresta pluviale

Descrizione fisica

Gli urlatori marroni sono uno dei più grandi primati mangiatori di foglie nelle foreste sudamericane. Presentano adattamenti per folivori inclusi molari con prominenti creste di taglio; tuttavia, a differenza di altri primati mangiatori di foglie (ad es. colobine ) gli urlatori marroni non hanno budella allungata necessaria per la lavorazione della cellulosa. Piace scimmie ragno , hanno code prensile, con una macchia di pelle nuda sulla superficie ventrale della punta della coda. Hanno strutture relativamente grandi e tozze con pelo che varia di colore dal marrone al rosso scuro o nero. I capelli sono di colore più chiaro e meno ruvidi sulla pancia, e il viso e le orecchie sono scuri e senza peli. Gli urlatori marroni sono sessualmente dimorfici, con i maschi che pesano in media 2,5 kg in più rispetto alle femmine. Molti maschi hanno un ventre rosso scuro, con pelo dorsale rosso giallastro e braccia, gambe e code più scure. Le femmine adulte sono ricoperte di marrone scuro o marrone rossastro capelli . Un gradiente di colore latitudinale si verifica nella sottospecieQuesto gene, insistendo sul guariba. I maschi tendono ad essere più rossi a sud e meno rossi a nord, mentre le femmine vanno dal marrone più chiaro a sud al marrone più scuro a nord.(Chiarello, 1993; Fleagle, 1988; Fortes e Bicca-Marques, 2007; Mendes, et al., 2008; Richardson, 2005; Streier, 2004)



Membri di Alouatta sono meglio conosciuti per i loro ululati che assomigliano molto a grugniti o cortecce. Il suono viene prodotto nelle loro mascelle profonde, che circondano una laringe allargata e un apparato ioide. L'apparato ioide è una camera di risonanza e, in combinazione con un voicebox altamente specializzato, produce ululati che possono essere ascoltati da 1 a 2 km di distanza.(Mendes, et al., 2008)


comportamento della rana del dardo velenoso

  • Altre caratteristiche fisiche
  • Endotermico
  • omeotermico
  • simmetria bilaterale
  • Dimorfismo sessuale
  • maschio più grande
  • sessi colorati o modellati in modo diverso
  • Massa della gamma
    Da 4 a 7 kg
    Da 8,81 a 15,42 libbre
  • Massa media
    Maschio: 6,7 Femmina: 4,3 kg
    libbre
  • Lunghezza intervallo
    Da 56 a 92 cm
    Da 22,05 a 36,22 pollici

Riproduzione

Gli urlatori marroni formano gruppi multi-maschili e multi-femminili; gruppi maschili e femminili multipli; e gruppi single-male, single-female. La composizione del gruppo più comune è un maschio singolo, più femmine con un massimo di 10 individui. Il maschio alfa di solito monopolizza tutte le femmine riproduttive ei tori tutti i giovani. Nel Primati dove i maschi sono più numerosi delle femmine, la competizione maschio-maschio per le risorse e i compagni è intensa, il che può portare a dimorfismo sessuale e poligny. I maschi adulti si disperdono dal loro gruppo natale e devono competere con i maschi alfa per ottenere l'accettazione in un nuovo gruppo sociale.(Miranda, et al., 2004; Pinto, et al., 1993; de Souza Fialho e Setz, 2007)



Le copulazioni di gruppo extra sono meno frequenti in Alouatta rispetto ad altri Primati . Dopo la sollecitazione maschile, la femmina si sposta verso il maschio ed esegue movimenti ritmici della lingua. Poco dopo avviene la copulazione che dura circa un minuto. A volte si verifica anche l'ispezione genitale. Spesso, le femmine urlatrici marroni iniziano le copulazioni extra-gruppo e sono più inclini a farlo in gruppi multi-maschili. I membri del gruppo della donna sono indifferenti a qualsiasi copulazione di gruppo extra che potrebbe eseguire.(de Souza Fialho e Setz, 2007)

  • Sistema di accoppiamento
  • monogamo
  • poliandro
  • poliginoso
  • polygynandrous (promiscuo)

Gli urlatori marroni sono allevatori tutto l'anno. La loro dieta folivora può spiegare la capacità di riprodursi tutto l'anno, poiché le foglie mature sono disponibili tutto l'anno e forniscono una fonte di energia relativamente stabile. Il comportamento di sfregamento è ben documentato in diversi membri di Primati e svolge molteplici funzioni. Gli ululanti marroni maschi adulti mostrano un comportamento di sfregamento estremo come indicatore di dominanza e stato riproduttivo. Le differenze basate sullo stato nel comportamento di sfregamento si osservano anche tra le femmine urlatrici brune. Lo sfregamento gioca un ruolo importante nelle interazioni di dominanza intersessuale e intrasessuale e nel comportamento aggressivo e territoriale. Le femmine raggiungono l'età adulta a circa 3,6 anni e i maschi a circa 5 anni.(Hirano, et al., 2008; Miranda, et al., 2005a; Strier, et al., 2001)

  • Principali caratteristiche riproduttive
  • iteroparo
  • allevamento tutto l'anno
  • gonochoric / gonochoristic / dioica (sessi separati)
  • sessuale
  • viviparo
  • Intervallo di riproduzione
    Le femmine possono riprodursi una volta ogni 22 mesi
  • Stagione degli accoppiamenti
    Gli urlatori marroni sono allevatori tutto l'anno
  • Numero medio di discendenti
    uno
  • Periodo medio di gestazione
    6 mesi
  • Età media allo svezzamento
    12 mesi
  • Età media alla maturità sessuale o riproduttiva (femmina)
    43 mesi
  • Età media alla maturità sessuale o riproduttiva (maschio)
    61 mesi

Come la maggior parte primati , gli urlatori marroni hanno giovani altriziali con lunghi periodi di sviluppo giovanile. Come nel caso della maggior parte delle specie poliginose, l'investimento materno è elevato in questa specie. La gestazione dura circa 6 mesi e i giovani di solito vengono svezzati entro 1 anno. I giovani iniziano a esplorare il loro ambiente indipendentemente dalla madre all'età di cinque mesi. I maschi mostrano un investimento paterno minimo e la cura allomaterna è rara negli urlatori marroni.(Miranda, et al., 2005b; Miranda, et al., 2005a; Strier, et al., 2001)



  • Investimento dei genitori
  • altriziale
  • cura dei genitori femminili
  • pre-fertilizzazione
    • approvvigionamento
    • proteggere
      • femmina
  • pre-schiusa / nascita
    • approvvigionamento
      • femmina
    • proteggere
      • femmina
  • pre-svezzamento / involo
    • approvvigionamento
      • femmina
    • proteggere
      • femmina
  • pre-indipendenza
    • proteggere
      • femmina
  • associazione post-indipendenza con i genitori
  • periodo prolungato di apprendimento giovanile

Durata / longevità

Membri del genere Alouatta generalmente hanno una durata che va dai 15 ai 20 anni. Le prove suggeriscono che i maschi delle specie sessualmente dimorfiche hanno una durata di vita più breve rispetto alle femmine, tuttavia, non ci sono prove che ciò avvenga negli urlatori marroni.(Streier, 2004)

  • Durata della gamma
    Stato: selvaggio
    Da 15 a 20 anni

Comportamento

La strategia della storia della vita degli urlatori marroni è quella del risparmio energetico. Trascorrono la maggior parte del tempo nella chioma superiore e scimmie spesso viaggiano per trovare cibo disponibile stagionalmente come la frutta. Gli urlatori marroni trascorrono in media il 64% delle ore diurne a riposare, il che si verifica più frequentemente durante la metà della giornata quando le temperature raggiungono il picco. Il resto della giornata consiste in spostamenti (13%), alimentazione (18,5%) e allogrooming (2%). I maschi adulti sono i principali destinatari della toelettatura e le femmine adulte sono i principali toelettatori. Membri del genere Alouatta muoviti in quadrupede e non brachiare (cioè oscillare da un ramo all'altro). Gli urlatori marroni sono diurni e territoriali.(Chiarello, 1993; Chiarello, 1995a; Ingberman, et al., 2009; Streier, 2004)

  • Comportamenti chiave
  • arboreo
  • scansorial
  • diurno
  • mobile
  • sedentario
  • territoriale
  • Sociale
  • gerarchie di dominanza
  • Dimensione media del territorio
    0,3 km ^ 2

Gamma domestica

Le gamme domestiche sono piccole, fino a 31 ettari per un gruppo di 15-20 individui. I maschi sono territoriali e difendono i loro home range e compagni attraverso intimidazioni e combattimenti. Gli urlatori marroni nell'Ilha do Cardoso State Park hanno densità di popolazione inferiori rispetto alle popolazioni della terraferma. Generalmente, scimmie urlatrici hanno home range piccoli e ampiamente sovrapposti.Questo gene, insistendo sul guaribae Alouatta caraya ibridano in alcune aree, probabilmente a causa della demografia locale, del rischio di predazione e della frammentazione dell'habitat.(Agostini, et al., 2008; Richardson, 2005)

Comunicazione e percezione

Le scimmie urlatrici marroni utilizzano chiamate ad alta ampiezza per ridurre al minimo la predazione, controllare l'accesso alle risorse e per l'accoppiamento. Producono anche chiamate ad alto volume per segnalare la forza del gruppo e, ascoltando le chiamate dei gruppi rivali, possono valutare la forza dei loro avversari. Sebbene la maggior parte dei membri di Alouatta eseguire un 'coro dell'alba' al mattino, gli urlatori marroni no. La maggior parte delle chiamate degli urlatori marroni si verifica durante gli incontri tra gruppi. Usare le chiamate per valutare la forza dei gruppi rivali aiuta a ridurre il confronto fisico diretto.(Chiarello, 1995b; da Cunha e Jalles-Filho, 2007)

Il comportamento di sfregamento negli urlatori marroni ha una varietà di funzioni. Si ipotizza che lo sfregamento anogenitale nelle femmine, che diffonde segnali odiferi attraverso feci, urina o secrezioni vaginali, segnali lo stato riproduttivo. Lo sfregamento dello ioide e dello sterno nei maschi è legato a segnali agonistici e territoriali che segnalano la dominanza.(Hirano, et al., 2008)

  • Canali di comunicazione
  • visivo
  • tattile
  • acustico
  • chimica
  • Altre modalità di comunicazione
  • ritornelli
  • feromoni
  • segni di profumo
  • Canali di percezione
  • visivo
  • tattile
  • acustico
  • chimica

Abitudini alimentari

Gli urlatori marroni si affidano principalmente a foglie, fiori e frutti; tuttavia, la loro dieta varia a seconda della stagione e del luogo. Le foglie costituiscono quasi un terzo della loro dieta e quando disponibili preferiscono le foglie giovani. I fiori e le foglie di vari tipi di liane (cioè qualsiasi tipo di vite legnosa) vengono comunemente ingeriti dagli ululatori bruni nel sud-est del Brasile e costituiscono circa il 27% della loro dieta. Il consumo di frutta dipende dalla posizione e può essere una parte significativa della dieta urlatrice marrone a seconda della disponibilità. Quando disponibili, selezionano preferenzialmente frutti carnosi. Gli urlatori marroni trascorrono più tempo a cercare cibo durante l'autunno e l'inverno, poiché la qualità del cibo disponibile diminuisce ed è necessaria più energia per mantenere l'omeostasi quando le temperature sono basse.(Chiarello, 1994; Martins, 2008; Martins, 2009; Richardson, 2005)


dove vive la salamandra gigante cinese

  • Dieta primaria
  • erbivoro
    • folivore
    • frugivoro
  • Alimenti vegetali
  • le foglie
  • frutta
  • fiori

Predazione

I primati neotropicali sono più frequentemente preda di uccelli e felidi . In alcune zone,ocelotsecondo quanto riferito, consumano un numero elevato di urlatori marroni. Altri predatori noti di urlatori marroni includono cani selvatici e aquile di falco nero . Gli urlatori marroni impiegano una varietà di tattiche comportamentali per eludere potenziali predatori. Ad esempio, spesso emettono forti vocalizzi che avvisano i membri del gruppo dell'approccio ai predatori. Quando minacciati, gli urlatori marroni possono nascondersi nella volta della foresta e, se la minaccia persiste, possono fuggire in una formazione di linea guidata da un adulto. Inoltre, i maschi dominanti possono distrarre i predatori in avvicinamento, il che offre ai membri del gruppo la possibilità di fuggire. L'immobilità e il silenzio sono usati anche come tattiche antipredatorie.(Bianchi and Mendes, 2007; Chiarello, 1995b; Miranda, et al., 2006)

Ruoli dell'ecosistema

Membri di Alouatta tendono ad essere coloniali e possono adattarsi a un'ampia gamma di habitat modificati. Sono frugivori e folivori e possono svolgere un ruolo significativo nella dispersione dei semi o delle fosse di una varietà di specie vegetali, tra cuiCelti spinosieCordia sellowiana. Gli urlatori marroni ospitano una varietà di protozoi parassiti (Giardia), batteri e specie virali che possono infettare anche l'uomo e il bestiame. Molte specie di nematodi Compreso vermi filo ,vermi pinefrusta i vermitrascorrono almeno parte del loro complesso ciclo vitale nei tessuti degli ululatori marroni, come fanno molte specie di Vermi piatti , Compreso trematodi epatici e trematodi polmonari . È stato dimostrato che un maggiore contatto umano aumenta la prevalenza di parassiti negli urlatori marroni. Gli ululanti marroni sono anche noti per ospitare un numero di artropodi ectoparassitari tra cuiacari, zecche, eviso (Kowalewski e Gillespie, 2009; Martins, 2006)

  • Impatto sull'ecosistema
  • disperde i semi
Specie mutualistiche
  • Celti spinosi
  • Cordia sellowiana
  • Diclidanthera
Specie commensali / parassitarie
  • acari e zecche, (Acari)
  • viso, (Pthiraptera)
  • thread worm, ( Strongyloides )
  • pin vermi, (Enterobideos)
  • frusta vermi, (Trichuris)
  • ameba parassita, (Entamoeba)
  • trematodi epatici, ( Fasciola )
  • trematodi polmonari, ( Paragonimus )
  • giardia, (Giardia)

Importanza economica per gli esseri umani: positiva

Membri del genere Alouatta sono importanti indicatori biologici per la salute generale dell'ecosistema e allertano gli esseri umani di potenziali epidemie. Gli urlatori marroni vengono cacciati per la carne in alcune popolazioni umane.(Holzmann, et al., 2010; Horwich, 1998; Kowalewski, et al., 2011)

  • Impatti positivi
  • cibo

Importanza economica per gli esseri umani: negativa

Gli urlatori sono potenziali serbatoi per malattie umane comefebbre giallaegiardia. Quasi il 15% della popolazione umana rurale in America Latina ne è colpitaGiardia. L'aumentata prevalenza di questo protozoo nelle popolazioni urlatrici (ad es. scimmie urlatrici nere ) è sintomatico di un maggiore contatto con il bestiame e gli esseri umani. Due focolai di febbre gialla in scimmie urlatrici nel nord-est dell'Argentina hanno gravemente colpito le popolazioni diurlatori marroni del sud. Nell'ottobre 2008, 59 urlatori sono stati trovati morti nella provincia di Misiones in Argentina, il che ha provocato una campagna di vaccinazione umana nella zona. Gli urlatori marroni portano anche malattie che infettano il bestiame domestico.(Holzmann, et al., 2010; Kowalewski, et al., 2011)

  • Impatti negativi
  • ferisce gli esseri umani
    • trasporta malattie umane
  • causa o trasporta malattie degli animali domestici

Stato di conservazione

Nella Lista Rossa delle specie minacciate dell'IUCN, gli urlatori marroni sono elencati come quasi minacciati. Tuttavia, la sottospecie urlatrice marrone settentrionale,A. guariba guariba, è elencato come in pericolo di estinzione. Alouatta le specie sono relativamente ben adattate per sopravvivere in piccole parti isolate della foresta a causa dei loro habitat relativamente piccoli. Nonostante ciò, la frammentazione dell'habitat dovuta alla deforestazione e allo sviluppo nel sud-est del Brasile e nel nord-est dell'Argentina sono i principali fattori che ostacolano la persistenza di questa specie. La Convenzione sul commercio internazionale delle specie di flora e fauna selvatiche minacciate di estinzione ( CITES ) elenca gli urlatori marroni nell'appendice II.(Richardson, 2005)

Altri commenti

Trova Alouatta guariba video, foto e informazioni su ARKive .

Contributori

Kendall Arslanian (autore), Università del Michigan-Ann Arbor, Phil Myers (editore), Università del Michigan-Ann Arbor, John Berini (editore), Animal Agents Staff.

Animali Popolari

Leggi di Tachyglossus aculeatus (echidna dal becco corto) sugli agenti animali

Leggi di Bucephala clangula (goldeneye comune) sugli agenti animali

Leggi di Natalus stramineus (pipistrello messicano dalle orecchie a imbuto) sugli agenti animali

Leggi di Pseudemys nelsoni (Florida Redbelly Turtle) sugli agenti animali

Leggi di Okapia johnstoni (okapi) su Animal Agents

Leggi di Estrilda astrild (un comune simbolo di cera) sugli agenti animali