Alouatta carayablack scimmia urlatrice

Di Alicia LaValle

Gamma geografica

Alouatta carayasi trovano nelle foreste pluviali del Sud America centrale che vanno dalla Bolivia orientale, al Brasile meridionale, al Paraguay e al nord dell'Argentina.

(Walker 1999)



  • Regioni biogeografiche
  • neotropicale
    • nativo

Habitat

Alouatta carayala gamma varia dalla foresta a galleria semi-decidua tropicale dove le piogge sono quasi costanti durante tutto l'anno, alla foresta decidua tropicale punteggiata da aperture simili a savana dove c'è una stagione umida e calda e una stagione secca e fresca.A. carayarichiedono foreste con diverse specie di piante per soddisfare le loro esigenze alimentari. Gran parte del loro habitat è attualmente diminuito dalla distruzione di questi tipi di foresta. (Welker et al.1990, Rodrigues e Marinho-Filho 1995, Kowalewski e Zunino 1997)



  • Biomi terrestri
  • savana o prateria
  • foresta
  • foresta pluviale

Descrizione fisica

Alouatta carayasono sessualmente dimorfici dove i maschi hanno una media di 6,7 kg e le femmine di 4,4 kg. La dimensione del corpo maschile varia da 1,7 a 2,2 piedi con code di lunghezza simile al loro corpo. I corpi delle femmine hanno una media di 1,6 piedi con le code leggermente più lunghe dei loro corpi.A. carayasono anche sessualmente dicromatiche. I maschi di solito hanno i capelli neri, il che conferisce alla specie il nome comune di scimmia urlatrice nera. Le femmine invece hanno più capelli di colore giallo-marrone o oliva. I neonati nascono con un mantello dorato, che cambia man mano che l'animale matura.A. carayahanno code prensili lunghe e resistenti. Queste code sono glabre sul lato inferiore, il che consente loro di essere sensibili al tatto e agire nell'identificazione delle cose, proprio come una quinta mano. Anche il viso nero è per lo più glabro, con sopracciglia leggermente folte.A. carayahanno occhi marroni di media grandezza posti in posizione frontale. Il muso è prominente e le narici sono ravvicinate. Come altri ululanti hanno lo ioide e la laringe ingranditi che ospitano l'apparato vocale da cui ha origine il caratteristico ululato.A. carayatuttavia, hanno mascella inferiore meno prominente e collo sporgente rispetto ad alcuni urlatori.

(Welker et al.1990, Walker et al.1999, Bicca Marquez e Calegaro Marquez 1998)



  • Altre caratteristiche fisiche
  • Endotermico
  • simmetria bilaterale
  • Dimorfismo sessuale
  • maschio più grande
  • Massa della gamma
    Da 4 a 10 kg
    Da 8,81 a 22,03 libbre

Riproduzione

Il sistema di accoppiamento diAlouatta carayaappare promiscuo tra i membri del gruppo.

  • Sistema di accoppiamento
  • polygynandrous (promiscuo)

Durata della gestazione perA. carayaè di 187 giorni. Gli studi hanno dimostrato che le femmine più giovani hanno una durata di gestazione da 10 a 12 mesi, mentre le madri più mature hanno una durata di gestazione di soli 7-10 mesi. Le femmine danno alla luce una prole per nascita e si prendono cura dei bambini per circa un anno intero prima di accoppiarsi di nuovo. I neonati pesano circa 125 g alla nascita.

(Welker e Schafer-Witt 1990, Shoemaker 1979)



  • Caratteristiche riproduttive chiave
  • iteroparo
  • gonochoric / gonochoristic / dioica (sessi separati)
  • sessuale
  • viviparo
  • Intervallo di riproduzione
    Le femmine si riproducono una volta all'anno
  • Numero medio di figli
    uno
  • Numero medio di figli
    uno
    Un'età
  • Periodo medio di gestazione
    187 giorni
  • Periodo medio di gestazione
    187 giorni
    Un'età
  • Tempo medio per l'indipendenza
    12 mesi
  • Età media alla maturità sessuale o riproduttiva (femmina)
    Sesso: femmina
    1167 giorni
    Un'età
  • Età media alla maturità sessuale o riproduttiva (maschio)
    Il sesso maschile
    928 giorni
    Un'età

Le femmine si prendono cura dei loro piccoli per circa 12 mesi dopo la nascita. La prole femminile rimane nel suo gruppo natale e quindi rimane con la madre molto tempo dopo essere stata indipendente.

  • Investimento dei genitori
  • pre-fertilizzazione
    • approvvigionamento
    • proteggere
      • femmina
  • pre-schiusa / nascita
    • approvvigionamento
      • femmina
    • proteggere
      • femmina
  • pre-svezzamento / involo
    • approvvigionamento
      • femmina
    • proteggere
      • femmina
  • associazione post-indipendenza con i genitori

Durata della vita / longevità

Comportamento

La maggior parte delle scimmie urlatrici vive in grandi gruppi sociali generalmente composti da membri della famiglia. Questi gruppi sembrano essere matrilineari dove i maschi si disperdono in gruppi non natali, sebbene non sempre. NelAlouatta carayagruppi ce ne sono di solito tra 5 e 8, sebbene siano stati osservati in natura in gruppi fino a 19 individui. I gruppi hanno più o meno lo stesso rapporto tra i sessi ma possono tendere ad avere più femmine rispetto ai maschi.A. carayapraticare l'allomothering dove altre femmine porteranno, cureranno e proteggeranno i bambini diversi dal proprio. Anche i maschi adulti a volte sono visti alloparenting. I giovani maschi non sono autorizzati a gestire i bambini poiché spesso li maltrattano o addirittura li uccidono. Raramente è stato osservato un conflitto palese in A. caraya. Sorge tuttavia tra i giovani maschi nel momento della loro vita che alcuni decidono di unirsi ad altre truppe.A. carayasono territoriali ma sembrano difendere solo l'area immediata in cui si trovano in quel momento, ei territori spesso si sovrappongono. Tutti i membri del gruppo 'ululano' ogni mattina per informare i gruppi vicini della loro posizione, presumibilmente per mantenere la distanza tra i gruppi.A. carayasono stati anche osservati defecare, talvolta formando enormi mucchi di letame, al mattino e alla sera, e sfregandosi sui rami. Si ritiene che questo comportamento sia un modo per marcare il territorio.

(Welker et al.1990, Shoemaker 1979, Erwin e Mitchell 1986, Calegaro Marques e Bicca Marques, 1993)

  • Comportamenti chiave
  • arboreo
  • diurno
  • mobile
  • territoriale
  • Sociale

Comunicazione e percezione

  • Canali di percezione
  • tattile
  • chimica

Abitudini alimentari

Alouatta carayasono folivori. Mangiano principalmente foglie, ma completano la loro dieta con frutta, boccioli e fiori.A. carayararamente scendono dagli alberi poiché la loro fonte di cibo è interamente nella chioma e il loro fabbisogno idrico è soddisfatto dal cibo. Tuttavia in periodi particolarmente secchi scenderanno a bere acqua nei laghi o integreranno la loro dieta con piante erbacee palustri

(Erwin e Mitchell 1986, Welker et al.1990, Rodrigues e Marinho-Filho 1996)


durata della vita dei pinguini Gentoo

  • Dieta primaria
  • erbivoro
    • folivore
  • Alimenti vegetali
  • le foglie
  • frutta
  • fiori

Importanza economica per gli esseri umani: positiva

Sebbene ci siano segnalazioni diAlouatta carayaimportati negli Stati Uniti per essere utilizzati come animali da laboratorio, poco altro è stato riferito sul loro uso. Diverse scimmie urlatrici nere possono essere trovate negli zoo.A. carayavengono anche cacciati per carne e pellicce.

(Muckenhirn 1976, Shoemaker 1979)

Stato di conservazione

Alouatta carayasono minacciati dal taglio netto e selettivo del disboscamento poiché dipendono fortemente dalla biodiversità delle foreste prevalentemente primarie per la loro dieta. Alcune popolazioni sono più minacciate di altre. Secondo i progetti prioritari di conservazione dei primati per la regione neotropicale dal piano d'azione globale rivisto per la conservazione dei primati, A. caraya, nelle province argentine di Formosa, Misiones, Salta e Corrientes sono minacciate e rappresentano un'alta priorità per la conservazione. Caccia alla pressioneA. carayavaria da moderato in località come San Jose, in Bolivia, a nessuno nel nord dell'Argentina.

(Welker et al.1990, Mitchell e Erwin 1986, Peres 1997)

Contributori

Alicia LaValle (autrice), Università del Michigan-Ann Arbor, Phil Myers (editore), Museo di Zoologia, Università del Michigan-Ann Arbor.

Animali Popolari

Leggi di Heniochus acuminatus (pesce Wimple) sugli agenti animali

Leggi di Percina caprodes (Log persico) su Animal Agents

Leggi di Rangifer tarandus (caribou) sugli agenti animali

Leggi di Heleophrynidae (Ghost Frogs) su Animal Agents

Leggi di Sigmodon hispidus (hispid cotton rat) sugli Animal Agents

Leggi di Chiroxiphia linearis (manakin dalla coda lunga) sugli agenti animali