Alligatore mississippiensis Alligatore, alligatore, alligatore americano, alligatore della Florida, alligatore del Mississippi, alligatore della Louisiana.

Di Katharyn Seay

Gamma geografica

Alligatore mississippiensisè un coccodrillo originario del Nord America ed è il coccodrillo con la distribuzione più settentrionale al mondo. Queste creature si trovano a nord fino alle regioni di marea nella Carolina del Nord (35 gradi di latitudine N), a sud fino a ogni contea della Florida e fino a ovest fino al Texas centrale. Altri stati in cui è possibile trovare l'alligatore americano sono Carolina del Sud, Georgia, Alabama, Mississippi, Louisiana, Arkansas e Oklahoma. In alcuni casi, alligatori americani precedentemente in cattività sono stati rilasciati in stati al di fuori della loro area geografica. Alcuni esempi di questi stati non nativi sono California, New Jersey e Virginia. Tuttavia, la loro esistenza è di breve durata.(Ouchley, 2013)

  • Regioni biogeografiche
  • neartico
    • nativo

Habitat

Sebbene a volte si trovi in ​​ambienti di acqua salmastra, l'alligatore americano si trova più comunemente negli ambienti di acqua dolce della regione temperata a causa della sua bassa tolleranza per il sale. Le aree più comuni per osservare l'alligatore americano sono in paludi, paludi, fiumi, stagni e lagune. L'alligatore americano è noto anche per occupare strutture idriche artificiali come piscine, stagni e laghi arginati nelle aree urbane e suburbane.



Un alligatore può creare una struttura nota come un buco di alligatore nel terreno. Questi fori sono fatti dall'alligatore usando il muso e la coda per scavare nel fango o nel terreno fino a creare uno spazio adatto. Questo buco di alligatore è stato creato come un rifugio sicuro contro la siccità e le condizioni meteorologiche irregolari.



Sebbene l'alligatore americano a volte sia visto sulla terra, è principalmente una creatura acquatica. Ci sono due fattori principali che contribuiscono all'inclinazione dell'habitat per l'alligatore americano. Il primo fattore dipende dal sesso dell'alligatore perché la femmina è più interessata a proteggere i suoi piccoli rispetto al maschio. Un alligatore maschio trascorre la maggior parte del suo tempo in acque aperte, mentre la femmina si avventura in acque libere solo durante la stagione degli amori. Il secondo fattore si basa sulla dimensione. Più piccolo è l'alligatore, più è probabile che si trovi nelle zone umide, dove utilizza la vita vegetale come mezzo di protezione dai predatori. Considerando che più grande è l'alligatore, più è probabile che si trovi in ​​acque aperte.(Bartlett e Bartlett, 2006; Campbell e Mazzotti, 2004; Neill, 1971)

  • Regioni habitat
  • temperato
  • acqua dolce
  • Biomi acquatici
  • laghi e stagni
  • fiumi e torrenti
  • acqua salmastra
  • Zone umide
  • palude
  • palude
  • Altre caratteristiche dell'habitat
  • urbano
  • suburbano

Descrizione fisica

Come un cucciolo, un alligatore è in genere lungo 22,9 cm. Fino a quando non sarà lungo 91,4 cm, sia un alligatore maschio che una femmina cresceranno a velocità simili. Tuttavia, una volta raggiunta questa lunghezza, una femmina continuerà a crescere a un ritmo più lento di un maschio. Di conseguenza, come caratteristica del dimorfismo sessuale, un alligatore maschio adulto è più grande di un alligatore femmina. Un alligatore maschio ha un tasso di crescita esponenziale fino all'età di 20 anni. A questo punto un alligatore maschio è di circa 350,5 cm. Nella femmina, dopo i 20 anni, la lunghezza media è di 256,5 cm. Si prevede che una femmina abbia smesso di crescere all'età di 45 anni con una lunghezza di 274,3 cm. Si stima che un alligatore maschio smetta di crescere a una lunghezza di 365,8 cm. La coda dell'alligatore americano rappresenta la metà della sua lunghezza totale del corpo. Il peso dell'alligatore americano dipende dall'habitat, dal cibo disponibile e dal sesso, ma il peso medio è di 150 kg. Negli Stati Uniti il ​​più grande alligatore registrato è stato trovato nel 1998 nella contea di Jackson, in Texas, a 436,9 cm e del peso di 408,23 kg.



L'alligatore americano è l'alligatore più scuro della famiglia dei coccodrilli. Da giovane, l'alligatore americano è nero con bande incrociate gialle. Da adulto, il colore giallo svanisce e l'alligatore è di colore nero oliva.

L'alligatore americano è il più grande rettile degli Stati Uniti. Sebbene sia abbastanza grande, i suoi arti sono relativamente corti e spessi per aiutarlo a nuotare. Un'altra caratteristica distintiva dell'alligatore americano è la sua struttura della mascella e la forma complessiva del rostro. Rispetto alla forma appuntita del muso di coccodrillo, il muso dell'alligatore americano è rotondo. Poiché la mascella superiore è più grande della mascella inferiore, quando un alligatore chiude la bocca, nessun dente è visibile, rispetto alla visibilità dei denti quando un coccodrillo ha la bocca chiusa. L'alligatore americano è un omodonte e ha circa 80 denti della stessa dimensione, ma poiché i denti si rompono, si consumano o cadono, i denti vengono sostituiti rapidamente per tutta la sua vita.(Bartlett e Bartlett, 2006; Brunell, et al., 2013; Carpenter e Lindsey, 1980; Erickson, 1996; Neill, 1971)

  • Altre caratteristiche fisiche
  • ectotermico
  • simmetria bilaterale
  • Dimorfismo sessuale
  • maschio più grande
  • Massa della gamma
    Da 91 a 360 kg
    Da 200,44 a 792,95 libbre
  • Massa media
    150 kg
    330,40 libbre
  • Lunghezza dell'intervallo
    Da 257 a 437 cm
    Da 101,18 a 172,05 pollici
  • Lunghezza media
    350 cm
    137,80 pollici
  • Tasso metabolico basale medio
    0,1539 Watt
    Un'età

Sviluppo

Il sesso dell'alligatore americano è determinante per la temperatura. L'intervallo di temperatura sensibile per la determinazione del sesso va dai 25 ai 30 giorni dopo la deposizione delle uova. Un cucciolo femmina si forma quando la temperatura di incubazione è di 31 gradi C o inferiore. Un maschio si forma quando la temperatura di incubazione è di 33 gradi C o superiore. A 32 gradi C viene prodotto un rapporto uniforme tra cuccioli maschi e femmine.



Dopo che l'uovo è stato deposto, ci vogliono circa due mesi per schiudersi. L'uovo è di forma ovoidale con l'alligatore avvolto all'interno. Per aiutare l'alligatore a emergere quando si schiude, ha un dente d'uovo per aiutare a sfondare il guscio. Al momento della schiusa, l'alligatore è lungo circa 20,3 cm. Durante i primi giorni dopo la schiusa, l'alligatore utilizza il tuorlo d'uovo non assorbito all'interno del suo ventre come nutrimento. Potrebbe essere visibile una cicatrice sul lato inferiore dove erano attaccate le membrane delle uova. Quando il cucciolo ha circa tre mesi, entra in acqua per il ritiro invernale e la cicatrice scompare. Un piccolo alligatore è bianco quando si schiude e successivamente sviluppa la colorazione adulta verde scuro-brunastra

Non tutte le uova arriveranno alla schiusa a causa di incendi, inondazioni e madri che le schiacciano. Neill (1971) ha riferito che, su 35 piccoli, solo quattro avrebbero raggiunto l'età adulta. Un alligatore che sopravvive continuerà a crescere in lunghezza fino a raggiungere una lunghezza di 1,83 metri. Questo richiede tra i 10-20 anni, che ha una correlazione diretta con la maturità sessuale. Ha un determinato sistema di crescita, il che significa che dopo una certa età, alla fine smette di crescere.

Quando un alligatore è lungo meno di 0,9 metri è possibile cercare genitali esterni per determinare il sesso. Rispetto all'età, un alligatore più grande di solito indica un maschio e un alligatore più piccolo indica una femmina.(Ferguson e Joanen, 1983; Neill, 1971; Woodward, et al., 2011)

  • Sviluppo - Ciclo di vita
  • determinazione del sesso della temperatura

Riproduzione

L'alligatore americano è un animale poliandro, il che significa che un alligatore maschio può accoppiarsi con diverse femmine. Tuttavia, un maschio di solito si accoppia con una sola femmina per stagione riproduttiva. Ogni stagione, un maschio si riprodurrà con una femmina diversa. Un alligatore maschio affronterà altri alligatori sui suoi spazi perché si sente una minaccia per la conservazione dello spazio. Secondo Neill (1971), quando un alligatore maschio affronta un altro alligatore maschio, il confronto ha un processo specifico che segue. Ogni alligatore spalanca la bocca, spinge il corpo verso l'alto e cerca di essere più forte dell'altro. In questo momento, viene prodotto un sibilo invece di un muggito. Una volta che le uova sono state deposte, entrambi i sessi muggiscono, a volte in un cerchio corale, per rivendicare il territorio tra gli altri alligatori della zona.

La ricerca per trovare un potenziale compagno inizia in primavera. Sia gli alligatori maschi che quelli femminili partecipano a questo processo. Questo processo può richiedere molto tempo perché ogni alligatore deve trovare un compagno adatto alle sue dimensioni, età e prontezza ad accoppiarsi. In entrambi i sessi, una traccia è tracciata dalle escrezioni dalle ghiandole anali. Questa scia di feromoni di corteggiamento rende più facile per un alligatore trovare un potenziale compagno.

Dopo che la scia dei feromoni è stata stabilita, il maschio inizia a muggire, come metodo per ridurre al minimo l'affollamento da parte dei maschi nell'area. Mentre un alligatore femmina concentra l'attività dove si trova il suo nido, l'alligatore maschio cerca un'area in cui può accoppiarsi. Ogni anno, l'alligatore adulto si accoppierà e nidificherà nelle stesse aree generali. Il principale cambiamento che si verifica nella distribuzione spaziale è con un alligatore femmina che protegge la sua area di nidificazione dall'anno precedente, che può occasionalmente aumentare di superficie.(Mason e Rockwell Parker, 2010; Neill, 1971)


classificazioni inferiori del gatto selvatico

  • Sistema di accoppiamento
  • polygynandrous (promiscuo)

Gli alligatori americani si riproducono sessualmente, con fecondazione interna. Poiché gli alligatori sono ovipari, dopo la fecondazione, l'alligatore femmina depone le uova. Gli alligatori americani sono allevatori stagionali e si riproducono una volta all'anno. La stagione riproduttiva inizia ad aprile e dura per tutto giugno. Le uova si schiudono tipicamente entro 60 giorni.

Gli alligatori possono produrre 2-58 prole alla volta. Poiché sono iteropare, le uova vengono prodotte in più di una covata. Il numero medio di uova prodotte è di 39 per covata. Le uova vengono deposte di notte, il che può durare un'ora. Le uova hanno generalmente le dimensioni di un uovo d'oca, che hanno una lunghezza media di 4 cm e un diametro di 17,78 cm, sono bianche e traslucide. La covata di uova viene deposta tutte in una volta con la quantità di uova che vengono prodotte correlando positivamente alle dimensioni delle femmine di alligatore. Le uova incubano in un nido per un periodo da 65 a 70 giorni. Durante questo periodo, le femmine di alligatore non rimangono direttamente sul nido per tutto il tempo. Invece, stanno nelle vicinanze per cercare di respingere eventuali procioni, Procyon lotor o altri predatori. Dopo la schiusa delle uova, la massa media alla nascita dei piccoli è di 65 g. Mentre crescono e si sviluppano, di solito trascorrono il primo anno della loro vita con le madri e poi diventano indipendenti. La maturità sessuale non si misura in anni negli alligatori americani, ma piuttosto raggiungendo una lunghezza di 1,83 metri. Di solito le femmine impiegano dai 10 ai 20 anni per raggiungere questa lunghezza e i maschi dai 10 ai 18 anni. L'età alla maturità sessuale è influenzata da fattori di crescita, come l'habitat, la disponibilità di cibo e l'area geografica.(Erickson, et al., 2003; Lance, 1989; Neill, 1971; Ouchley, 2013)

  • Caratteristiche riproduttive chiave
  • iteroparo
  • allevamento stagionale
  • gonochoric / gonochoristic / dioica (sessi separati)
  • sessuale
  • fecondazione
  • oviparo
  • Intervallo di riproduzione
    Gli alligatori americani si riproducono una volta all'anno.
  • Stagione degli accoppiamenti
    Gli alligatori americani iniziano a corteggiarsi ad aprile. La stagione degli amori continua fino a quando le uova non vengono deposte all'inizio di giugno. Le uova si schiudono in genere 60 giorni dopo la deposizione.
  • Numero di intervallo di prole
    Da 2 a 58
  • Numero medio di figli
    39
  • Tempo medio per l'indipendenza
    1 anno
  • Gamma di età alla maturità sessuale o riproduttiva (femmina)
    Da 10 a 20 anni
  • Gamma di età alla maturità sessuale o riproduttiva (maschio)
    Da 10 a 18 anni

L'alligatore americano femmina è l'unico genitore che mostra la cura dei genitori alla prole. Il maschio non investe tempo o fatica, ma potrebbe rimanere vicino al nido. La femmina protegge i suoi nuovi piccoli dalla fase di pre-schiusa fino alla fase di pre-svezzamento, che di solito dura un anno dopo che le uova si sono schiuse.

L'alligatore femmina inizia a costruire il suo nido all'inizio dell'estate. Seleziona un'area che ha già detriti, foglie, fango e vegetazione. La vegetazione e altri materiali vegetali, utilizzati per l'ombra, vengono formati per fare un nido che si trova a 3-5 metri dal bordo dell'acqua. La femmina costruisce il nido usando la coda e non raccoglie nulla usando la bocca. Se il materiale non si trova a 4,6 metri di distanza non lo recupera; utilizza invece ciò che è immediatamente disponibile nella posizione.

Dopo che le uova sono state deposte, la femmina copre il nido in modo che sia al riparo dall'ambiente. Non si siede direttamente sopra il nido a causa del rischio di schiacciare le uova. Invece, rimarrà entro 3 metri dal nido. L'unico momento in cui una femmina potrebbe allontanarsi dal nido è quando la pressione predatoria è alta. Se se ne va per evitare la predazione, il suo nido è vulnerabile.

Poiché le uova sono sensibili alla temperatura, l'alligatore femmina si assicurerà che il nido sia vicino a un'area umida vicino a una fonte d'acqua e inumidirà il nido se necessario.

L'alligatore femmina può lasciare i suoi piccoli mentre sono ancora nelle uova se il cibo diventa per lei una necessità immediata, o se il nido non è più identificabile dai predatori. Se rimane oltre questo periodo, non rimane con i suoi piccoli per più di un anno, momento in cui diventano indipendenti.(Hunt e Watanabe, 1982; Neill, 1971)

  • Investimento dei genitori
  • cura dei genitori femminili
  • pre-schiusa / nascita
    • proteggere
      • femmina
  • pre-svezzamento / involo
    • proteggere
      • femmina

Durata della vita / longevità

Si stima che un alligatore americano possa vivere in genere 20-30 anni in natura, mentre in cattività può vivere circa 50 anni. Il tempo più lungo registrato per un alligatore che vive in natura è stato di 56 anni e la durata di vita più lunga registrata in cattività è stata di 73,1 anni.(Caspari e Robbins, 2003; Potts, 1998)

Comportamento

Gli alligatori americani sono animali sociali e vivono in gruppi. I piccoli sono più socievoli degli adulti. I nuovi piccoli tendono a stare insieme perché la vicinanza è una difesa benefica contro potenziali predatori; C'è sicurezza nei numeri. Gli alligatori adulti tendono ad abitare in gruppi più piccoli e affiatati, piuttosto che in grandi circoli sociali. Le loro attività si svolgono diurne e stagionali, essendo più attive in primavera. Come ectotermi, gli alligatori americani si crogiolano al mattino presto. All'inizio della primavera, il crogiolo continua più a lungo durante il giorno che durante i mesi estivi, quando il crogiolo si verifica prima al mattino e più tardi nel pomeriggio. A causa delle limitazioni di temperatura invernali, il crogiolo si verifica durante l'intera giornata.

Questi alligatori sono animali territoriali e mobili. Gli alligatori americani sono fossoriali e fanno buchi nel terreno per vivere in condizioni estreme. Questi fori possono essere molto grandi e fungere da barriera di protezione in periodi di temperature estremamente fredde o calde o condizioni meteorologiche irregolari, come siccità e tempeste tropicali.

Gli alligatori americani sono natatori. Tuttavia, quando queste creature camminano sulla terraferma, mostrano un movimento chiamato camminata alta. Questo comportamento include camminare a quattro zampe, in un movimento molto lento con la coda che trascina il terreno. Questa è una forma di mobilità a bassa energia.(Garrick, et al., 1978; Neill, 1971; Ouchley, 2013; Willey, et al., 2003)

  • Comportamenti chiave
  • terricolo
  • fossorial
  • natatorio
  • mobile
  • territoriale
  • Dimensione del territorio dell'intervallo
    Da 409000 a 689000 m ^ 2

Gamma domestica

Gli alligatori maschi abitano aree più grandi rispetto alle femmine. L'home range medio per le femmine di alligatori è di 40.900 m ^ 2, mentre l'home range per gli alligatori maschi è di 68.900 m ^ 2. Gli alligatori difendono l'intera gamma di casa come loro territorio.(Lewis, et al., 2014)

Comunicazione e percezione

L'alligatore americano può comunicare usando frequenze aeree e nautiche. Da cento Hz a 2.000 Hz è la gamma di frequenze a cui un alligatore può rispondere in acqua, con 800 Hz come punto di sensibilità di picco. Da cento Hz a 8.000 Hz è la gamma di frequenze a cui un alligatore è in grado di rispondere nell'aria, con 1.000 Hz come punto di sensibilità di picco. Anche durante la stagione degli amori, l'alligatore americano maschio emette un suono di tipo a soffietto a bassa frequenza aspirando aria perché non ha corde vocali per attirare potenziali compagni. Questo muggito può avere una durata variabile, ma di solito è forte e di tono profondo per allontanare qualsiasi altro maschio nella zona.

L'alligatore americano è noto per essere una creatura vocale per tutta la sua vita. Anche i piccoli di alligatore emettono suoni striduli acuti come una chiamata di soccorso. Queste chiamate hanno una frequenza che va da 1 KHz a un minimo di 50 Hz. Quando questi segnali vengono ascoltati, qualsiasi alligatore adulto nella zona verrà sulla scena per assicurarsi che i giovani siano al sicuro.

È più difficile per l'alligatore comunicare attraverso segnali trasmessi dall'acqua. Per comunicare in acqua, un alligatore comunica schiaffeggiando l'acqua. Durante la stagione degli amori, l'alligatore maschio fa uno schiaffo sulla testa sull'acqua per inviare segnali all'alligatore femmina. Poiché il suono viaggia più velocemente in acqua, la tecnica dello schiaffo della testa può consentire comunicazioni a lunga distanza. Le vibrazioni a infrarossi sono più difficili da percepire rispetto ad altri segnali trasmessi dall'acqua. Di conseguenza, lo schiaffo sulla testa viene combinato con i segnali a infrarossi per un più facile riconoscimento. I segnali a infrarossi vengono utilizzati per rilevare le dimensioni e la forza di un animale in rilevamento, mentre lo schiaffo viene utilizzato per percepire dove si trova esattamente l'animale.

Gli organi di senso tegumentari (ISO) sono caratteristiche di un alligatore per aiutarlo a percepire il suo ambiente. Questi ISO possono essere trovati nelle mascelle o nelle squame dell'alligatore. Gli ISO aiutano l'alligatore americano a rilevare i movimenti nell'acqua, a dirgli quando la preda è a contatto con i denti e aiutano a identificare quale oggetto ha nella sua mascella in un determinato momento. Gli occhi di un alligatore si trovano sul lato della sua testa per aiutarlo a percepire il suo ambiente. Mentre nuota nell'acqua, i suoi occhi sono sempre al di sopra della superficie dell'acqua per aiutare anche il processo di percezione dell'ambiente circostante.(Dinets, 2013a; Dinets, 2013b; Higgs, et al., 2002; Leitch, 2012; Riede, et al., 2011)

  • Canali di comunicazione
  • acustico
  • Altre modalità di comunicazione
  • vibrazioni
  • Canali di percezione
  • infrarossi / calore
  • acustico
  • vibrazioni

Abitudini alimentari

La dieta dell'alligatore americano è varia. Due fattori principali che contribuiscono alle abitudini alimentari dell'alligatore americano sono le sue dimensioni e lo stadio di sviluppo. Più grande è l'alligatore, più può mangiare in termini di volume e più grandi animali può mangiare. Anche nella fase adulta, la taglia dell'adulto influisce su ciò che mangia; gli adulti più grandi consumano prede più grandi in maggior volume. Dal neonato al giovane all'adulto, l'alligatore americano cresce di dimensioni, ma gli arti distali in realtà diminuiscono in termini di dimensioni relative. Questo potenzialmente costringe l'alligatore a trascorrere quasi tutto il suo tempo in acqua, dove a sua volta consumerà più animali acquatici. Durante la fase di vita giovanile, un alligatore mangia principalmente piccoli pesci, insetti e invertebrati. Man mano che l'alligatore matura, inizia a mangiare mammiferi più grandi. Da adulto, un alligatore può anche mangiare rettili e uccelli.

L'alligatore americano è classificato come carnivoro generalista. Saalfeld et al. (2011) hanno condotto uno studio sulla dieta in Texas e hanno scoperto che gli invertebrati costituiscono il 15,7-34,6% delle diete degli alligatori, mentre gli anfibi e i rettili costituivano l'11,9-26% e i mammiferi il 2-11,4%. Il resto della dieta includeva uccelli e pesci (0-11,3%). Alcuni esempi di animali consumati sono Micropterus salmoides (persico trota), Testimone oculare di Lepisosteus (gar macchiato), Margaritifera margaritifera (cozza perla d'acqua dolce), Hyla cinerea (raganella verde), Kinosternon flavescens (tartaruga di fango gialla), Agkistrodon piscivorus (mocassino d'acqua), Gallinula chloropus (gallinella d'acqua comune), e Sus scrofa (maiale selvatico).

Se la risorsa alimentare primaria di un alligatore non è disponibile, a volte si nutrirà di carogne e oggetti non prede come rocce e oggetti artificiali, come tappi di bottiglia. Questi articoli aiutano l'alligatore nel processo di digestione schiacciando la carne e le ossa degli animali, in particolare gli animali con conchiglie.(Kerfoot, et al., 2014; Lutterschmidt e Wasko, 2006; Ouchley, 2013; Saalfeld, et al., 2011)

  • Dieta primaria
  • carnivoro
    • mangia vertebrati terrestri
  • Alimenti per animali
  • uccelli
  • mammiferi
  • anfibi
  • rettili
  • pesce
  • Carrion
  • molluschi

Predazione

Molti animali sono predatori di uova di alligatore americano e piccoli. I predatori di uova dominanti sono i procioni Procyon lotor , che si trovano in tutta la gamma degli alligatori. Ci sono anche molti predatori del nido, compresi gli orsi neri Orso americano , Virginia opossum Didelphis virginiana , lontre di fiume Lontra canadensis , maiale selvatico Sus scrofa e corvi americani Corvus brachyrhynchos . Uccelli, come i grandi aironi blu Ardea Erodiade , sono anche predatori di giovani alligatori insieme a grandi alligatori americani. Gli esseri umani, Homo sapiens , hanno anche un impatto sostanziale sugli alligatori americani, uccidendoli intenzionalmente e involontariamente.

La pelle di alligatore viene utilizzata come meccanismo protettivo contro i predatori. È spesso e ha scudi ossei chiamati osteodermi sotto la pelle. Questi scudi sono simili alle ossa, fornendo una dura barriera sulla pelle per aiutare quando si difende dai predatori.(Chen, et al., 2013; Ouchley, 2013)

  • Adattamenti anti-predatori
  • criptico

Ruoli dell'ecosistema

L'alligatore americano ospita l'ectoparassita, il cirripedi tartaruga marina Chelonibia testudinaria . L'attaccamento formato tra le porzioni cheratinizzate indurite degli osteodermi dell'alligatore americano e il cirripedi tartaruga marina Chelonibia testudinaria è la prima volta che è stato eseguito un collegamento riuscito utilizzando questo metodo. Nifong e Frick (2011) riferiscono che questa è una relazione ectoparassitaria rara nota perché sono stati documentati solo due casi.

Due endoparassiti dell'alligatore americano sono nematodi del nodo radice,Meloidogyne incognitae pentastomidi, Sebekia mississippiensis . Sanguisughe d'acqua dolce, Macrobdella decora e zecche di cane americano, Dermacentor variabilis , sono altri ectoparassiti noti. Secondo Nifong e Frick (2011), gli ectoparassiti possono danneggiare il timpano, la cloaca e l'epidermide. Causano danni a queste parti fungendo da rifugio per batteri nocivi e causando la distruzione dei capillari sanguigni.(Nifong e Frick, 2011)

Specie commensali / parassitarie
  • balani tartaruga marina ( Chelonibia testudinaria )
  • nematodi nodo radice (Meloidogyne incognita)
  • sanguisughe d'acqua dolce ( Macrobdella decora )
  • Zecche di cane americano ( Dermacentor variabilis )
  • pentastomidi ( Sebekia mississippiensis )

Importanza economica per gli esseri umani: positiva

Umani ( Homo sapiens ) cacciano gli alligatori per carne, pelle e denti. La carne viene mangiata, la pelle viene utilizzata principalmente per scopi di produzione, come la fabbricazione di stivali o giacche, ei denti vengono utilizzati per realizzare gioielli, bottoni e manici di canna. Gli olii dei parenti nell'ordineCrocodiliasono anche usati come antimicrobici o antinfiammatori per aiutare a curare gli alimenti della pelle attraverso l'uso di acidi grassi prodotti da questi animali. Gli alligatori sono anche un'attrazione turistica in molti zoo, il che contribuisce all'ecoturismo, specialmente in Florida.(Buthelezi, et al., 2012; Neill, 1971)

  • Impatti positivi
  • cibo
  • le parti del corpo sono fonte di materiale prezioso
  • ecoturismo
  • fonte di medicina o droga

Importanza economica per gli esseri umani: negativa

Gli alligatori americani possono causare danni o morte agli esseri umani. Secondo Ouchley (2013), tra il 1948 e il 2005, 337 attacchi si sono verificati in Florida, 15 in Texas, 9 in Georgia, 9 in South Carolina, 5 in Alabama, 2 in Louisiana e 1 in North Carolina. Ouchley ha anche riferito che in Florida tra il 1948 e il 2012, 22 dei 344 attacchi sono stati fatali.

Gli alligatori che sono lunghi 2,74 metri o più grandi sono i responsabili della maggior parte degli attacchi. Gli attacchi possono verificarsi durante tutto l'anno e di solito si verificano quando le persone nuotano o distruggono l'habitat naturale degli alligatori costruendo case e altre strutture artificiali.(Ouchley, 2013)


fatti di bradipo pigmeo tridattilo

  • Impatti negativi
  • ferisce gli esseri umani

Stato di conservazione

Inavvertitamente, gli esseri umani ( Homo sapiens ) uccidono gli alligatori investendoli con veicoli, catturandoli con reti e lenze da trota e colpendoli con barche in corsi d'acqua poco profondi. Insieme alla caccia, queste minacce hanno contribuito a far sì che gli alligatori americani venissero elencati come minacciati a livello federale.

Nel 1966, gli alligatori americani furono elencati per la prima volta nell'Endangered Species Preservation Act del 1966 nella speranza di ripristinare l'habitat. Tuttavia, questo sforzo non ha avuto successo. Anche gli alligatori sono stati elencati come in pericolo quando è passato l'Endangered Species Act del 1973. Dopo molti anni di conservazione dell'habitat e l'aumento del numero di alligatori, gli alligatori americani sono stati rimossi dalla lista e da allora la popolazione di alligatori si è completamente ripresa. La lista rossa IUCN elenca gli alligatori americani come una specie di minore preoccupazione. Nell'elenco federale degli Stati Uniti in linea sono ancora elencati come minacciati, ma come forniscono altre ricerche, non sono più una specie elencata. Sono anche elencati come appendice II della CITES, il che significa che anche se attualmente non sono una specie minacciata; se il commercio non è controllato adeguatamente potrebbero tornare a uno stato minacciato. Certificati e permessi sono richiesti anche per l'esportazione e l'importazione degli alligatori secondo l'appendice II della CITES.(Crocodile Specialist Group, 1996; Moyle, 2013; Ouchley, 2013)

Contributori

Katharyn Seay (autore), Radford University, Karen Powers (editore), Radford University, April Tingle (editore), Radford University, Emily Clark (editore), Radford University, Cari Mcgregor (editore), Radford University, Jacob Vaught (editore) , Radford University, Tanya Dewey (editore), University of Michigan-Ann Arbor.

Animali Popolari

Leggi di Lithobates septentrionalis (Mink Frog) sugli agenti animali

Leggi di Buteo regalis (falco ferruginoso) su Animal Agents

Leggi di Dolichotis salinicola (Chacoan mara) sugli agenti animali

Leggi Blattella germanica (scarafaggio tedesco) su Animal Agents

Leggi Squatina californica (Squalo angelo) su Animal Agents

Leggi di Lontra canadensis (Lontra di fiume settentrionale) su Animal Agents