Agelaius phoeniceus merlo dalle ali rosse

Di Anthony Rosenthal

Gamma geografica

La gamma dei merli dalle ali rosse si estende dall'Alaska meridionale nel suo punto più settentrionale, alla penisola dello Yucatan a sud e copre la maggior parte del continente, dalla costa del Pacifico della California e del Canada alla costa orientale. Le gamme invernali per i merli dalle ali rosse variano in base alla posizione geografica. Le popolazioni del nord migrano a sud verso gli Stati Uniti meridionali e l'America centrale a partire da settembre o ottobre (o occasionalmente già ad agosto). La maggior parte delle popolazioni dell'America centrale e occidentale non è migratrice.(Kirschenbaum, 1996; Yasukawa e Searcy, 1995)

  • Regioni biogeografiche
  • neartico
    • nativo
  • neotropicale
    • nativo

Habitat

I merli dalle ali rosse si appollaiano e si riproducono in una varietà di habitat, ma tendono a preferire le zone umide. Sono stati conosciuti per vivere in paludi d'acqua dolce e salata. Su un terreno più secco, i merli dalle ali rosse gravitano verso i campi aperti (spesso nelle aree agricole) e le foreste decidue leggermente boscose. In inverno i merli dalle ali rosse si trovano più spesso in campi aperti e terreni coltivati.(Kirschenbaum, 1996; 'Merlo alato rosso', 1996; Yasukawa e Searcy, 1995)



  • Regioni habitat
  • temperato
  • tropicale
  • terrestre
  • Biomi terrestri
  • savana o prateria
  • Biomi acquatici
  • acqua salmastra
  • Zone umide
  • palude
  • palude
  • Altre caratteristiche dell'habitat
  • suburbano
  • agricolo
  • ripariale
  • estuario

Descrizione fisica

Facilmente distinguibili per le loro piume nere lucide e le spalline rosse e gialle sulle spalle, i maschi sono i più vivaci dei due sessi. Le femmine tendono ad essere polverose o di colore brunastro con strisce scure sul lato inferiore. Le femmine assomigliano a grandi passeri e sono spesso riconosciute dalle loro sopracciglia biancastre. Sia i maschi che le femmine hanno zampe e artigli scuri. Il becco dei merli maschi dalle ali rosse tende ad essere totalmente nero, mentre il becco delle femmine dei merli dalle ali rosse è marrone scuro in alto con marrone più chiaro nella parte inferiore. Sia i maschi che le femmine hanno becchi acutamente appuntiti.(Cleary, 2002; Jennings, 2000; Kirschenbaum, 1996; 'Blackbird dalle ali rosse', 1996; Neff, 1997; Yasukawa e Searcy, 1995)



I merli dalle ali rosse adulti, maschi e femmine, sono lunghi circa 22 cm, pesano da 41,6 a 70,5 ge hanno un'apertura alare da 30 a 37 cm. I giovani maschi e femmine assomigliano alle femmine adulte nella colorazione. I maschi subiscono una fase di transizione in cui le spalline rosse appaiono di colore arancione prima di raggiungere la loro colorazione adulta. Olson (1994) ha mostrato che il tasso metabolico basale medio per gli adulti nei suoi esperimenti era di 656 cm cubi / ossigeno al minuto e che il tasso per gli uccelli di tre giorni era di 296 cm cubi / ossigeno al minuto.(Jennings, 2000; Kirschenbaum, 1996; 'Merlo dalle ali rosse', 1996; Olson, 1994; Olson, 2001; Yasukawa e Searcy, 1995)

  • Altre caratteristiche fisiche
  • Endotermico
  • omeotermico
  • simmetria bilaterale
  • Dimorfismo sessuale
  • maschio più grande
  • sessi colorati o modellati in modo diverso
  • maschio più colorato
  • Massa della gamma
    Da 41,6 a 70,5 g
    Da 1,47 a 2,48 once
  • Lunghezza intervallo
    Da 18 a 24 cm
    Da 7,09 a 9,45 pollici
  • Lunghezza media
    22 cm
    8,66 pollici
  • Gamma di apertura alare
    Da 30 a 37 cm
    Da 11,81 a 14,57 pollici

Riproduzione

I merli dalle ali rosse sono estremamente poliginosi con ben 15 femmine che nidificano nel territorio di un singolo maschio. In media, un singolo maschio ha circa 5 femmine. Sebbene la copulazione avvenga principalmente tra il maschio sovrano e le femmine che abitano il suo territorio, è noto che i maschi vaganti si accoppiano con le femmine su altri territori. Questi comportamenti sembrano aumentare le possibilità di una riproduzione di successo entro una data stagione degli amori, compensando le covate e gli individui persi a causa della predazione e del parassitismo del nido.(Yasukawa e Searcy, 1995)




habitat naturale della lampreda di mare

I rituali di accoppiamento iniziano con il canto del maschio. Le femmine spesso non restituiscono le canzoni finché non si sono stabilite nel territorio di un maschio. Le manifestazioni pre-coitali maschili includono la vocalizzazione in posizione accovacciata con un rapido e molto evidente sbattimento delle ali. La femmina risponde con un simile accovacciamento e vocalizzazione. L'accoppiamento avviene nel periodo della deposizione delle uova o appena prima ed è caratterizzato da un breve contatto tra le aperture cloacali del maschio e della femmina.(Yasukawa e Searcy, 1995)

  • Sistema di accoppiamento
  • poliginoso
  • polygynandrous (promiscuo)

L'allevamento inizia all'inizio della primavera e continua fino a metà estate. Le femmine possono allevare fino a tre covate in una sola stagione, sebbene la media sia di 1,7 covate per stagione. Le femmine scelgono i siti di nidificazione più spesso nelle zone umide o agricole (sebbene sia noto che un'ampia varietà di habitat di nidificazione sono sfruttati) ei maschi eseguono una visualizzazione di nidificazione, che costituisce il suo principale coinvolgimento nel processo di costruzione del nido. La costruzione del nido inizia tra marzo e maggio. Di solito, più a sud vai, prima viene costruito il nido. Dopo che una femmina accetta il maschio e il suo sito, il nido viene costruito all'interno o vicino a paludi o aree umide ed erbose. I materiali vegetali, come gli steli della tifa, vengono intrecciati insieme per formare un cesto sopra il livello dell'acqua e vengono utilizzati materiali morbidi per rivestire il nido. Da tre a cinque uova striate di colore blu-verdastro, nero o viola vengono deposte per covata. Ogni uovo misura circa 2,5 x 1,8 cm. I nidi possono essere completati in un solo giorno, soprattutto se non viene costruito un rivestimento di fango.

La dimensione della frizione va da 3 a 7 uova e le uova vengono incubate da 3 a 11 giorni. I pulcini si impennano in 10-14 giorni e sono indipendenti in 2 o 3 settimane. I giovani di solito raggiungono la maturità sessuale in 2 o 3 anni.(Yasukawa e Searcy, 1995)



  • Principali caratteristiche riproduttive
  • iteroparo
  • allevamento stagionale
  • gonochoric / gonochoristic / dioica (sessi separati)
  • sessuale
  • fecondazione
  • oviparo
  • Intervallo di riproduzione
    Le femmine possono allevare fino a tre covate in una sola stagione, sebbene la media sia di 1,7 covate per stagione.
  • Stagione degli accoppiamenti
    L'allevamento inizia all'inizio della primavera e continua fino a metà estate.
  • Gamma di uova per stagione
    Da 3 a 7
  • Uova nella media per stagione
    4
  • Uova nella media per stagione
    4
    Un'età
  • Tempo di intervallo alla schiusa
    Da 11 a 13 giorni
  • Tempo medio alla schiusa
    11 giorni
  • Gamma di età dell'involo
    Da 14 a 10 giorni
  • Età media dell'involo
    14 giorni
  • Tempo di autonomia per l'indipendenza
    2-3 settimane
  • Tempo medio per l'indipendenza
    2 settimane
  • Gamma di età alla maturità sessuale o riproduttiva (femmina)
    Da 2 a 2 anni
  • Gamma di età alla maturità sessuale o riproduttiva (maschio)
    Da 2 a 4 anni

L'incubazione è di esclusiva responsabilità delle femmine. Le uova di merlo alato rosso tendono a schiudersi in momenti diversi e la madre continuerà a incubare fino a quando l'ultimo uovo non si sarà schiuso. I nidiacei vengono nutriti quasi immediatamente dopo la schiusa. I genitori spesso iniziano con porzioni più piccole e aumentano progressivamente le quantità di cibo. I giovani merli dalle ali rosse vengono nutriti soprattutto con piccoli artropodi Odonata (libellule e damigelle), Lepidotteri (falene e farfalle) e Ditteri (vere mosche). I nidiacei vengono nutriti principalmente dalla femmina anche se il maschio, a volte, prenderà parte al processo di alimentazione. Nei casi in cui la madre è assente, è noto che i maschi assumono le responsabilità di alimentazione della covata. I pulcini lasciano il nido dopo 14 giorni e vengono nutriti dalla femmina e, in misura minore, dal maschio per due o tre settimane prima di unirsi a un branco di femmine. Entro un anno la maggior parte dei merli dalle ali rosse si è unita a stormi misti.(Yasukawa e Searcy, 1995)

  • Investimento dei genitori
  • nessun coinvolgimento dei genitori
  • altriziale
  • pre-fertilizzazione
    • proteggere
      • femmina
  • pre-schiusa / nascita
    • proteggere
      • femmina
  • pre-svezzamento / involo
    • approvvigionamento
      • maschio
      • femmina
    • proteggere
      • maschio
      • femmina
  • pre-indipendenza
    • approvvigionamento
      • maschio
      • femmina
    • proteggere
      • maschio
      • femmina

Durata / longevità

In natura, i merli dalle ali rosse vivono in media 2,14 anni. Il vecchio merlo dalle ali rosse registrato in natura visse 15 anni e 9 mesi.(Yasukawa e Searcy, 1995)

  • Durata della gamma
    Stato: selvaggio
    20 (alto) anni
  • Durata media della vita
    Stato: selvaggio
    2,14 anni
  • Durata media della vita
    Stato: selvaggio
    189 mesi
    Bird Banding Laboratory

Comportamento

Come uccelli migratori, i merli dalle ali rosse condividono molte caratteristiche con specie affini. Sono volantini forti che spesso migrano in stormi di mille o più. Il roosting è spesso comune, il che si traduce in grandi popolazioni centralizzate. I merli dalle ali rosse sono in gran parte diurni e trascorrono la maggior parte della loro giornata a cercare cibo. I maschi difendono i territori durante la stagione degli amori. Con il progredire della stagione degli amori, sia i maschi che le femmine trascorreranno più tempo nel loro territorio o nel territorio del loro compagno. Sebbene combattere tra i merli dalle ali rosse non sia poi così comune, anche tra i maschi, è noto che si verifica. I maschi inseguono le femmine alla massima velocità durante la stagione riproduttiva. A causa della loro vasta gamma e della tendenza a colonizzare vaste aree di appollaiamento, i merli dalle ali rosse sono estremamente comuni e sono facili da trovare nella stagione degli amori quando il canto e le esibizioni sessuali li rendono più visibili.('Perching Birds: Red-winged Blackbird, Agelaius phoeniceus', 2000; Kirschenbaum, 1996; 'Red-winged Blackbird', 1996; Yasukawa e Searcy, 1995)

  • Comportamenti chiave
  • mosche
  • diurno
  • mobile
  • migratorio
  • territoriale
  • Sociale
  • Dimensione del territorio dell'intervallo
    Da 153 a 29235 m ^ 2
  • Dimensione media del territorio
    2000 m ^ 2

Gamma domestica

L'areale domestico e le dimensioni del territorio variano notevolmente tra i merli dalle ali rosse, data la loro vasta area geografica e l'ampio uso di abitudini diverse. I maschi tendono a controllare territori di circa 2.000 metri quadrati, ma alcuni territori nelle paludi possono essere piccoli come 153 m ^ 2 e alcuni territori nell'habitat di montagna possono essere grandi come 29.235 m ^ 2. Le femmine occuperanno il territorio di un singolo maschio, insieme a molte altre femmine. I maschi difenderanno il loro territorio contro altri merli maschi dalle ali rosse e anche contro altre specie di uccelli, tra cui merli tricolori e merli dalla testa gialla , di solito cedendo a specie di uccelli più grandi. Gli uccelli in Costa Rica difendono territori che sono da due a quattro volte più grandi degli uccelli temperati a nord.(Yasukawa e Searcy, 1995)

Comunicazione e percezione

I maschi imparano le canzoni da altri maschi. Sia i maschi che le femmine hanno una varietà di chiamate, alcune delle quali sono le stesse. Solo i maschi producono chiamate di volo, che segnalano la loro uscita dal territorio. Sia i maschi che le femmine impiegano chiamate di emergenza e di allarme che differiscono in base alla natura della minaccia. I richiami specifici sembrano comunicare la presenza di predatori specifici, come procioni o Corvi americani . Sono abbastanza comuni anche brevi contatti telefonici, soprattutto tra un maschio territoriale e le femmine del suo territorio. I richiami delle minacce vengono utilizzati per allontanare predatori, altri uccelli e altri merli dalle ali rosse. I richiami di corteggiamento variano poco tra maschi e femmine e vengono utilizzati solo nella stagione riproduttiva. Le canzoni maschili vengono utilizzate per annunciare i confini territoriali e per attirare i compagni. I canti femminili si verificano nella prima stagione riproduttiva e sono più comuni prima del periodo di incubazione.


tarantola ginocchio rosso messicano

I merli maschi dalle ali rosse pronunciano la loro familiare canzone di attrazione territoriale e di accoppiamento di 'oak-a-lee' o 'konkeree' in primavera. L'ultima sillaba è data più enfasi come un trillo graffiante o ronzante. La chiamata comune utilizzata da maschi e femmine è una chiamata di 'controllo'. I maschi possono emettere un fischio di 'applauso' o 'sbirciatina' se allarmati. Altre chiamate fatte dal maschio includono un 'seet', un 'chuck' o un 'taglio'. Le femmine possono emettere brevi chiacchiere o urla acute. Un richiamo pre-accoppiamento, 'ti-ti-ti', può essere pronunciato da entrambi i sessi.(Yasukawa e Searcy, 1995)

Anche i display visivi sono una forma chiave di comunicazione, specialmente prima e durante l'accoppiamento. I maschi utilizzano spesso schermi visivi per attirare le femmine nei loro territori e per difendere i loro territori e compagni. Un esempio è il display 'Song spread'. I maschi si sfregano il piumaggio, alzano le spalle e allargano la coda mentre cantano. Man mano che la visualizzazione diventa più intensa, le ali sono più arcuate con le spalle più prominenti. Le femmine si impegneranno anche in un'esibizione di 'diffusione di canzoni' dirette l'una all'altra all'inizio della stagione riproduttiva. Una possibilità è che una femmina difenda un sotto-territorio all'interno del territorio del maschio. Le femmine si impegnano in una visualizzazione di 'capovolgimento delle ali' quando un disturbo impedisce loro di tornare al nido.(Yasukawa e Searcy, 1995)

  • Canali di comunicazione
  • visivo
  • acustico
  • Canali di percezione
  • visivo
  • tattile
  • acustico
  • chimica

Abitudini alimentari

I merli dalle ali rosse tendono ad essere alimentatori generalizzati, consumando una maggiore quantità di tessuto vegetale nella stagione non riproduttiva e una maggiore quantità di materiale animale nella stagione riproduttiva. I merli dalle ali rosse si nutrono di quasi tutte le piante che possono consumare, preferendo semi e prodotti agricoli, come mais e riso. I merli adulti dalle ali rosse consumeranno un'ampia varietà di cibi tra cui lumache, rane, uccelli alle prime armi, uova, carogne, vermi e una vasta gamma di artropodi. Insetti, soprattutto Odonata (libellule e damigelle), Lepidotteri (farfalle e falene) e Ditteri (vere mosche) sono preferite, sebbene si consumino aracnidi e altri artropodi di insetti e non insetti. Per la maggior parte, i merli dalle ali rosse si nutrono di tutto ciò che riescono a trovare, raccogliendo insetti dalle piante e nutrendosi di semi e materiale vegetale. A volte, i merli dalle ali rosse cacciano usando il becco per spalancare (aprendo le fessure nel materiale vegetale con il becco). I merli dalle ali rosse cattureranno anche gli insetti in volo.(Kirschenbaum, 1996; Yasukawa e Searcy, 1995)

  • Dieta primaria
  • onnivoro
  • Alimenti per animali
  • uccelli
  • anfibi
  • rettili
  • uova
  • Carrion
  • insetti
  • artropodi terrestri non insetti
  • vermi terrestri
  • Alimenti vegetali
  • radici e tuberi
  • legno, corteccia o steli
  • semi, cereali e noci

Predazione

Come risultato degli alti tassi di predazione, in particolare delle uova e dei giovani merli dalle ali rosse hanno sviluppato una serie di adattamenti anti-predatori. La nidificazione di gruppo è una di queste caratteristiche che riduce il rischio di predazione individuale aumentando il numero di genitori attenti. La nidificazione sull'acqua riduce la probabilità di predazione così come le chiamate di allarme. I nidi, in particolare, offrono un vantaggio strategico rispetto ai predatori in quanto spesso sono ben nascosti in fitti canneti lungo l'acqua e posizionati ad un'altezza da uno a due metri. I maschi spesso agiscono come sentinelle, impiegando una varietà di chiamate per denotare il tipo e la gravità del pericolo. Il mobbing, soprattutto da parte dei maschi, viene utilizzato anche per spaventare i predatori indesiderati, sebbene il mobbing spesso prenda di mira animali di grandi dimensioni e dispositivi creati dall'uomo per errore. La colorazione brunastra della femmina può anche servire come tratto anti-predatore in quanto può fornire camuffamento per lei e il suo nido (durante l'incubazione).

I predatori noti includono: procioni ,Visone americano, gazze dal becco nero , scriccioli di palude , gufi (famiglia Strigidi ) e falchi (order Falconiformes ).('Perching Birds: Red-winged Blackbird, Agelaius phoeniceus', 2000; Jennings, 2000; 'Red-winged Blackbird', 1996; Neff, 1997; Yasukawa e Searcy, 1995)

  • Adattamenti anti-predatori
  • aposematico
  • criptico

Ruoli dell'ecosistema

In quanto raccoglitori e predatori altamente generalizzati, i merli dalle ali rosse possono avere un impatto grande e duraturo sul loro ambiente. Controllando le popolazioni di insetti attraverso la predazione e le popolazioni di erbe infestanti attraverso il consumo di semi, i merli dalle ali rosse consentono alle piante e ai raccolti più grandi di prosperare. Paradossalmente, i merli dalle ali rosse possono anche devastare la crescita delle piante e i raccolti nutrendosi delle stesse piante che la loro predazione protegge. Essendo una delle specie di uccelli più numerose del continente, i merli dalle ali rosse svolgono anche un ruolo chiave nella dispersione di altre specie. Poiché i merli dalle ali rosse tendono ad accalcarsi e posarsi in così gran numero, la sopravvivenza di altre specie di uccelli che invadono il loro territorio deve sicuramente essere influenzata dalla loro presenza. Anche i grandi habitat di appollaiati possono influenzare notevolmente il terreno fisico. In breve, i merli dalle ali rosse sono così numerosi e attivi che la loro presenza e il loro comportamento naturale da soli sono sufficienti per avere un impatto molto visibile su un ecosistema.(Jennings, 2000; Kirschenbaum, 1996; 'Blackbird dalle ali rosse', 1996; Yasukawa e Searcy, 1995)

  • Impatto sull'ecosistema
  • disperde i semi

Importanza economica per gli esseri umani: positiva

I merli dalle ali rosse sono noti per nutrirsi dei semi di numerose erbe infestanti che sono dannose per la produzione agricola. Controllano anche le popolazioni di insetti, che possono devastare i raccolti agricoli.(Yasukawa e Searcy, 1995)

  • Impatti positivi
  • controlla la popolazione di parassiti

Importanza economica per gli esseri umani: negativa

Nonostante il loro consumo di semi di parassiti infestanti indesiderati, i merli ali rossi sono noti per causare gravi danni all'agricoltura a causa delle loro abitudini coloniali e del gusto per i prodotti agricoli. I merli dalle ali rosse spesso aprono le bucce degli steli di mais in via di sviluppo per nutrirsi di chicchi di mais. Sono anche noti per nutrirsi di risaie e semi di girasole. Questo consumo di raccolti in maturazione ha portato molti agricoltori ad impiegare tattiche estremamente efficaci e spesso disumane nella lotta contro le popolazioni di merlo alato rosso. Queste tattiche includono l'uso frequente di trappole, veleni e Avitol, un agente chimico che induce gli uccelli a comportarsi in modo anormale. I tensioattivi, o agenti bagnanti, hanno anche causato notevoli danni ai merli dalle ali rosse. Questi detergenti abbattono le proprietà impermeabilizzanti delle piume del merlo rendendole estremamente vulnerabili alle basse temperature. A causa della lunga storia del conflitto uomo-merlo e della loro continua minaccia alle iniziative agricole, molte di queste tecniche sono utilizzate fino ad oggi. Metodi meno dannosi per il controllo dei merli dalle ali rosse includono l'uso di prodotti antirumore e la riduzione dei rifiuti delle colture post-raccolta, che attirano i merli affamati dalle ali rosse nei terreni agricoli.(Yasukawa e Searcy, 1995)

  • Impatti negativi
  • parassita delle colture

Stato di conservazione

Essendo uno degli uccelli più comuni, diffusi e numerosi nel Nord America, si fa poco per proteggere i merli dalle ali rosse dagli effetti della perdita di habitat e dell'urbanizzazione. Poiché possono sopravvivere in una vasta gamma di habitat, molte popolazioni possono superare le perdite di terreno naturale. Tuttavia, i merli dalle ali rosse prosperano nelle zone umide e con la perdita di zone umide naturali è probabile che questa specie ne risenta. Questa specie è un uccello migratore ed è protetta dal Trattato sugli uccelli migratori degli Stati Uniti.(Jennings, 2000; Kirschenbaum, 1996; 'Blackbird dalle ali rosse', 1996; Yasukawa e Searcy, 1995)

Contributori

Alaine Camfield (a cura di), Animal Agents.

Anthony Rosenthal (autore), Università del Michigan-Ann Arbor, Phil Myers (editore), Museo di Zoologia, Università del Michigan-Ann Arbor.

Animali Popolari

Leggi di Fregata magnificens (magnifica fregata) su Animal Agents

Leggi di Pelobatidae (Spadefoots, Arcaic Frogs, Pelobatids,) sugli agenti animali

Leggi di Caudata sugli agenti animali

Leggi di Vireo philadelphicus (Philadelphia vireo) su Animal Agents

Leggi di Hystrix africaeaustralis (Porcospino del Capo) sugli agenti animali

Leggi di Rucervus duvaucelii (barasingha) sugli agenti animali