Aegithalos caudatus cincia dalla coda lunga

Di Kyle Waite

Gamma geografica

Aegithalos caudatus, o la cincia dalla coda lunga, si trova in una vasta gamma. È originario di tutta l'Europa, inclusa la Gran Bretagna, ad eccezione delle zone più settentrionali. La gamma si estende dall'Europa all'Asia fino all'estremo oriente fino alla Cina e al Giappone. In tutto il suo areale, questa specie è conosciuta con altri 2 nomi comuni: Cincia europea e Cincia alpina.('RSPB', 2008; Akatsuka, 2006)

  • Regioni biogeografiche
  • paleartico
    • nativo

Habitat

Trovato principalmente nelle foreste decidue, nelle siepi, nella macchia e sempre più nei giardini,Aegithalos caudatusè raro o raro nelle foreste di conifere o miste. I limiti di elevazione e l'estensione settentrionale dell'intervallo sono limitati dalla disponibilità dell'habitat preferito e dalla gravità dell'inverno.('Garden BirdWatch', 2004; 'RSPB', 2008; Jannson e Angelstam, 1999)



  • Regioni habitat
  • temperato
  • terrestre
  • Biomi terrestri
  • foresta
  • macchia foresta
  • Altre caratteristiche dell'habitat
  • suburbano

Descrizione fisica

Le tette dalla coda lunga sono piccole e dall'aspetto delicato. Si distinguono per lo più facilmente dalle altre tette per la loro lunga coda, che raddoppia la lunghezza del corpo. Hanno corpi e teste arrotondati con piumaggio bianco e nero sfumato di rosa scuro. Il becco è minuscolo e triangolare.('Garden BirdWatch', 2004; 'RSPB', 2008; Akatsuka, 2006)



  • Altre caratteristiche fisiche
  • Endotermico
  • omeotermico
  • simmetria bilaterale
  • Dimorfismo sessuale
  • i sessi allo stesso modo
  • Massa della gamma
    7-9 g
    Da 0,25 a 0,32 once
  • Lunghezza media
    14 cm
    5,51 pollici
  • Gamma di apertura alare
    Da 16 a 19 cm
    Da 6,30 a 7,48 pollici

Riproduzione

Gruppi di cince dalla coda lunga si dividono in coppie e iniziano a costruire nidi all'inizio della primavera. Man mano che la stagione della nidificazione continua, i genitori sono spesso uniti nel fornire i loro piccoli da parenti stretti che hanno perso la loro covata a causa della predazione.('Garden BirdWatch', 2004; Hatchwell, et al., 1999a)

  • Sistema di accoppiamento
  • monogamo
  • allevatore cooperativo

Le cince dalla coda lunga iniziano a costruire il nido alla fine di febbraio o all'inizio di marzo. I nidi sono sfere elaborate costruite con muschio, capelli, licheni, ragnatele e piume. Vengono deposte da 6 a 15 uova non modellate con macchie rossastre, con una media di 8-12. I giovani si schiudono in 13-17 giorni e si impennano da 14 a 18 giorni dopo.('Garden BirdWatch', 2004; McGowan, et al., 2004)



  • Caratteristiche riproduttive chiave
  • iteroparo
  • allevamento stagionale
  • gonochoric / gonochoristic / dioica (sessi separati)
  • sessuale
  • fecondazione
  • oviparo
  • Intervallo di riproduzione
    Ogni anno viene allevata una covata.
  • Stagione degli accoppiamenti
    L'allevamento inizia tra la fine di febbraio e l'inizio di marzo.
  • Gamma di uova per stagione
    6-15
  • Uova nella media per stagione
    8-12
  • Tempo di intervallo alla schiusa
    Da 13 a 17 giorni
  • Gamma di età dell'involo
    Da 14 a 18 giorni

Le cince dalla coda lunga hanno covate relativamente grandi che vengono allevate da entrambi i genitori spesso con l'aiuto di altri membri del gruppo familiare. Solo il genitore femmina cova le uova mentre il maschio le provvede il cibo. Prima di deporre le uova, viene costruito un elaborato nido di muschio, tenuto insieme da ragnatele e capelli, camuffato da licheni e allineato con fino a 1500 piume. Genitori e parenti aiutano tutti a nutrire i piccoli.('Garden BirdWatch', 2004; Hatchwell, et al., 1999a; Hatchwell, et al., 1999b; McGowan, et al., 2004)

  • Investimento dei genitori
  • altricial
  • pre-fertilizzazione
    • approvvigionamento
    • proteggere
      • femmina
  • pre-schiusa / nascita
    • approvvigionamento
      • femmina
    • proteggere
      • maschio
      • femmina
  • pre-svezzamento / involo
    • approvvigionamento
      • maschio
      • femmina
    • proteggere
      • maschio
      • femmina
  • pre-indipendenza
    • approvvigionamento
      • maschio
      • femmina
  • associazione post-indipendenza con i genitori

Durata della vita / longevità

Le tette dalla coda lunga vivono una vita breve di soli 2 o 3 anni. Gli uccelli immaturi iniziano a muta nel piumaggio adulto molto presto dopo l'involo.

  • Durata della vita tipica
    Stato: selvaggio
    Da 2 a 3 anni

Comportamento

Le cince dalla coda lunga viaggiano e si nutrono in stormi di circa 20 persone, viaggiano veloci tra alberi e siepi spigolando acrobaticamente minuscoli insetti dai ramoscelli. Sono molto attivi e rumorosi. Durante l'inverno si appollaiano in comunità per conservare il calore, sebbene abbiano ancora un alto tasso di mortalità invernale. Le relazioni di dominanza nello stormo influenzano se gli uccelli ottengono punti interni nei posatoi comuni, risparmiando così più energia. Gli stormi inizialmente si dividono in coppie riproduttive in primavera per allevare i giovani, ma le coppie fallite spesso si uniscono agli altri per aiutare a provvedere ai giovani.('Garden BirdWatch', 2004; 'RSPB', 2008; Hatchwell, et al., 1999a)



  • Comportamenti chiave
  • mosche
  • diurno
  • mobile
  • sedentario
  • Sociale

Gamma domestica

Le dimensioni della gamma domestica nelle tette dalla coda lunga non sono note.

Comunicazione e percezione

Gruppi sciolti di tette dalla coda lunga effettuano costantemente chiamate di contatto mentre si muovono attraverso i boschi.('Garden BirdWatch', 2004)

  • Canali di comunicazione
  • visivo
  • acustico
  • Canali di percezione
  • visivo
  • ultravioletto
  • tattile
  • acustico
  • chimica

Abitudini alimentari

Le tette dalla coda lunga sono insettivori. Si muovono tra i cespugli e gli alberi spigolando minuscoli insetti dal fogliame. Sono stati visti sempre più spesso visitare gli alimentatori di semi in autunno e in inverno.('Garden BirdWatch', 2004; 'RSPB', 2008; Tomas, 2002)

  • Dieta primaria
  • carnivoro
    • insettivoro
  • Alimenti per animali
  • insetti
  • Alimenti vegetali
  • semi, cereali e noci

Predazione

I nidi subiscono alti tassi di predazione da ghiandaie e corvi ( Corvidae ). I nidi non soggetti a predazione hanno un tasso di sopravvivenza del 97%. Gli adulti soffrono di predazione da piccoli falchi. Sono colorati in modo criptico e mantengono un alto livello di vigilanza vivendo in piccoli stormi.(Hatchwell, et al., 1999b; McGowan, et al., 2004)

  • Adattamenti anti-predatori
  • criptico
  • Predatori conosciuti
    • corvi e ghiandaie ( Corvidae )
    • piccoli rapaci ( Falconiformes )

Ruoli dell'ecosistema

Le cince dalla coda lunga sono importanti predatori di piccoli ragni, afidi e altri piccoli insetti. Sono preda di uccelli predatori, come corvi, ghiandaie e piccoli rapaci. Ospitano numerosi parassiti comuni degli uccelli, come i pidocchi.


habitat di ratto canguro gigante

Specie commensali / parassitarie
  • pidocchi degli uccelli ( Siphonaptera )

Importanza economica per gli esseri umani: positiva

Le cince dalla coda lunga sono uccelli acrobatici che vengono occasionalmente apprezzati alle mangiatoie.('Garden BirdWatch', 2004)

Importanza economica per gli esseri umani: negativa

Non sono noti effetti avversi delle cince dalla coda lunga sugli esseri umani.

Stato di conservazione

Sebbene le popolazioni fluttuino e siano rare in alcune aree, le cince dalla coda lunga hanno una vasta gamma globale e sono considerate stabili.

Contributori

Tanya Dewey (a cura di), Animal Agents.

Kyle Waite (autore), Northern Michigan University, Alec R. Lindsay (editore, istruttore), Northern Michigan University.

Animali Popolari

Leggi di Gasteropelecus sternicla (Pesce spada comune) sugli agenti animali

Leggi di Pseudorca crassidens (falsa balena assassina) su Animal Agents

Leggi di Microcebus rufus (lemure topo marrone) su Animal Agents

Leggi di Mimus polyglottos (tordo beffardo settentrionale) su Animal Agents

Leggi di Gliridae (ghiri e topi nocciola) su Animal Agents

Leggi di Ochotona rutila (pika rosso del Turkestan) sugli agenti animali