Aedes albopictus

Di Kyle Hartman

Gamma geografica

Come spiegato dal loro nome colloquiale, le zanzare tigre asiatiche (Aedes albopictus) sono originari dell'Asia orientale e si estendono in India, Giappone e diverse isole del Pacifico (Australasia). A causa diA. albopictusottima capacità di colonizzare nuovi ambienti, è stato introdotto in una varietà di altri luoghi nel mondo. Negli ultimi trent'anni la specie si è diffusa in Italia e in altre regioni del bacino del Mediterraneo, nonché in parti dell'Africa, Madagascar, Brasile, America Centrale, Caraibi e gran parte degli Stati Uniti (in particolare la costa orientale e il Midwest ).('Aedes albopictus in the United States: Ten-Year Presence and Public Health Implications', 1997; 'Aedes albopictus o altre specie di zanzare dell'Italia settentrionale sono competenti per sostenere nuove epidemie arbovirali?', 2012; Braunbeck e Becker, 2008; Carrieri e Celli, 2000; Eritja, et al., 2009; Hitoshi, et al., 2010; Rai, 1999)

  • Regioni biogeografiche
  • neartico
    • introdotto
  • paleartico
    • nativo
  • orientale
    • nativo
  • etiope
    • introdotto
  • neotropicale
    • introdotto
  • isole oceaniche
    • introdotto

Habitat

Aedes albopictussceglie un habitat in base alla disponibilità di risorse alimentari e alla disponibilità di luoghi per la riproduzione e lo sviluppo. La specie è in grado di utilizzare habitat di contenitori naturali e artificiali. È forse più noto per l'utilizzo di pneumatici, ma da allora ha adattato la capacità di svilupparsi in una serie di aree naturali e artificiali tra cui bagni per uccelli, grondaie intasate e lettiera.



Poiché i membri di questa specie sono volatori deboli, rimangono nello stesso habitat per tutta la vita. Oltre ad avere un adeguato habitat di riproduzione e riproduzione, devono essere disponibili anche adeguate risorse alimentari. Questa zanzara ha sviluppato una specificità dell'ospite molto debole e quindi non ha problemi a trovare cibo nella maggior parte degli ambienti.('Aedes albopictus in the United States: Ten-Year Presence and Public Health Implications', 1997; 'Biology, Disease Relationships and Control of Aedes albopictus', 1995; Eritja, et al., 2009; Hitoshi, et al., 2010; Rai, 1999; 'Asian Tiger Mosquito', 2008)



  • Regioni habitat
  • tropicale
  • terrestre
  • acqua dolce

Descrizione fisica

Aedes albopictusha ricevuto il suo nome comune a causa del suo motivo distinguibile di strisce bianche e nere lungo il suo palpus e tarsi. Oltre a ciò, sono simili alla maggior parte degli altri in Culicidae famiglia (ad eccezione dei loro addomi appuntiti). I maschi sono leggermente più piccoli delle femmine nella specie, ma sono molto simili morfologicamente. L'eccezione a questo risiede nelle antenne (che poggiano sulla sommità della zanzara, appena sopra l'apparato boccale) che sono molto più cespugliose nei maschi, e nei palpi mascellari che sono più lunghi nei maschi della loro proboscide (che non è necessaria per succhiare ). Nelle femmine i palpi sono molto più piccoli della loro proboscide, che è fondamentale per l'assunzione di pasti di sangue.Aedes albopictusha una proboscide nera, occhi e labium tutti all'estremità anteriore dell'insetto, mentre lo scuto nero contiene una linea bianca che seziona a metà la parte dorsale della zanzara. Le tergiti dietro lo scuto sono scure con macchie bianche luminose su di esse. La maggior parte delle gambe si alterna nel colore, ma alcune sono esclusivamente nere.

Uova diAedes albopictushanno la forma di un sigaro. Sono smussati all'estremità anteriore e si assottigliano all'estremità posteriore. Ogni uovo è macchiato di tubercoli esterni grandi e arrotondati, con piccoli campi cellulari sparsi intorno al resto dell'uovo. Le uova alla fine si schiudono in larve, che a volte sono chiamate wigglers, che sono molto piccole e devono essere studiate al microscopio. Sono alimentatori attivi e quindi sono dotati di parti della bocca. Hanno anche sifoni respiratori lunghi e sporgenti utilizzati per l'acquisizione di ossigeno. Le larve sono di colore più chiaro rispetto alla maggior parte delle altre specie di zanzare. Sono molto simili a Aedes aegypti , che è una specie strettamente imparentata. Ci sono alcune piccole differenze che aiutano a distinguere le due specie, localizzate sul mesotorace e sul metatorace. Per esempio,Aedes albopictusha gruppi di peli pleurici lunghi privi di una lunga colonna vertebrale che si possono trovare sulle altre specie. Anche le pupe sono acquatiche. Trattengono il sifone respiratorio, ma appaiono come una palla scura all'altra estremità.('Biology, Disease Relationships, and Control of Aedes albopictus', 1995; 'Asian Tiger Mosquito', 2008)




bucero di terra meridionale

  • Altre caratteristiche fisiche
  • ectotermico
  • simmetria bilaterale
  • Dimorfismo sessuale
  • femmina più grande
  • ornamento
  • Lunghezza dell'intervallo
    Da 2 a 10 mm
    Da 0,08 a 0,39 pollici
  • Lunghezza media
    4 mm
    0,16 pollici
  • Apertura alare media
    2,7 mm
    0,11 pollici

Sviluppo

Uova diAedes albopictussono posti lungo il lato di contenitori artificiali o artificiali e si schiuderanno quando il livello dell'acqua salirà sopra la posizione dell'uovo, sommergendolo. Le uova si schiuderanno in acqua con bassa torbidità e pH compreso tra 5,2 e 7,6 (intervallo ottimale da 6,8 a 7,6). La pozza d'acqua ideale ha un alto contenuto di azoto organico per nutrirsi. La dimensione e la durata dello sviluppo larvale sono influenzate da una varietà di fattori: temperatura, approvvigionamento di cibo, affollamento e sesso. Lo sviluppo larvale comprende quattro stadi e può essere breve come quattro giorni, o fino a 42 in una situazione in cui la larva non ha cibo adeguato, nel qual caso morirà.

Le larve finiranno per chiudersi in pupe, un processo che in condizioni ideali durerà due giorni. Tuttavia, questo numero può variare per maschi e femmine. Il numero medio di ore per i maschi è compreso tra 32 e 36, mentre per le femmine è compreso tra 49 e 52. A questo punto un adulto uscirà dalla pupa, dove presto cercherà di accoppiarsi. Gli adulti hanno raggiunto la maturità sessuale una volta che hanno lasciato la pupa e iniziano a nutrirsi e ad accoppiarsi entro due o tre giorni.('Biology, Disease Relationships, and Control of Aedes albopictus', 1995; Braunbeck e Becker, 2008; 'Asian Tiger Mosquito', 2008)

  • Sviluppo - Ciclo di vita
  • metamorfosi

Riproduzione

Le femmine possono accoppiarsi fino a quattro volte nella vita, a seconda della durata della vita. I maschi in genere hanno una durata di vita leggermente più breve, ma hanno meno restrizioni sull'accoppiamento. Possono entrambi accoppiarsi più volte con più individui. I maschi formeranno lek, o sciami, a pochi metri da terra, che attireranno le femmine. I maschi secernono stimolanti che forniscono uno stimolo per lo sviluppo ovarico (la farina di sangue fornisce l'altro stimolo). L'accoppiamento avverrà in volo e durerà dai 5 ai 15 secondi. Alla fine del ciclo gonotrofico della femmina, oviposa le sue uova, posizionandole in diversi punti.('Biologia, relazioni con malattie e controllo di Aedes albopictus', 1995)



  • Sistema di accoppiamento
  • polygynandrous (promiscuo)

Una volta che le femmine emergono dalle pupe, assumono una farina di sangue entro i primi due o tre giorni, che è vitale per lo sviluppo delle uova. Non esiste una stagione degli amori perAedes albopictus, ma è probabile che la specie si accoppi durante la stagione delle piogge che varia geograficamente. Ciò garantisce il tempo di sviluppo più rapido per le uova, che iniziano a schiudersi una volta immerse in una pozza d'acqua stagnante. Le femmine possono deporre da 45 a 200 uova all'anno.('Biology, Disease Relationships, and Control of Aedes albopictus', 1995; Rai, 1999; 'Asian Tiger Mosquito', 2008)

  • Caratteristiche riproduttive chiave
  • iteroparo
  • allevamento stagionale
  • gonochoric / gonochoristic / dioica (sessi separati)
  • sessuale
  • oviparo
  • Intervallo di riproduzione
    Ogni ciclo gonotrofico dura circa quattro giorni.
  • Stagione degli accoppiamenti
    L'allevamento avviene durante la stagione delle piogge, che varia geograficamente.
  • Gamma di uova per stagione
    45 a 200
  • Tempo medio per l'indipendenza
    8 giorni
  • Età media alla maturità sessuale o riproduttiva (femmina)
    8 giorni
  • Età media alla maturità sessuale o riproduttiva (maschio)
    7 giorni

Non vi è alcun investimento da parte dei genitori una volta che la femmina ha deposto le uova in un luogo adatto.('Biologia, relazioni con malattie e controllo di Aedes albopictus', 1995)

  • Investimento dei genitori
  • nessun coinvolgimento dei genitori

Durata della vita / longevità

Quasi tutti gli studi sulla durata della vita diAedes albopictussi sono concentrati sulla vita della femmina, quindi non si sa molto sulla longevità del maschio. Sembra che i fattori ambientali abbiano un grande effetto sulla durata della vita di un individuo. In un clima temperato con umidità relativamente alta, la durata media della vita era compresa tra 30 e 40 giorni. In laboratorio, vari esperimenti con cibi diversi in quantità diverse potrebbero consentire alle femmine di vivere fino a 117 giorni. Questa era una situazione estrema che non è possibile nell'ambiente naturale.

  • Durata della gamma
    Stato: prigionia
    117 (alto) giorni
  • Durata della vita tipica
    Stato: selvaggio
    Da 30 a 40 giorni

Comportamento

Aedes albopictusnon ha molte variazioni nel suo comportamento; per lo più solo alimentazione e accoppiamento. Dal momento in cui lasciano la loro pupa, iniziano la ricerca di un'ostia di cui nutrirsi. Fanno la loro ricerca in due diversi periodi della giornata: un periodo la mattina presto e un altro più tardi la sera. A seconda dell'ambiente, le zanzare si sono adattate per regolare le loro ore di alimentazione massima in modo che sia molto probabile che trovino un ospite.

Una volta che si nutrono, iniziano a cercare un compagno.Aedes albopictusè un aviatore debole, quindi quasi tutte le sue attività rimangono entro un raggio di 500 metri. La maggior parte delle persone non arriva nemmeno così lontano. Quando non si nutrono o non si accoppiano, sono stati osservati individui riposare in radure aperte o aree dove c'è ampio spazio e contenitori per la deposizione delle uova. Nelle zone più temperate sono state trovate a riposare ai margini della foresta dove è presente una chioma.('Biology, Disease Relationships, and Control of Aedes albopictus', 1995; Rai, 1999)

  • Comportamenti chiave
  • mosche
  • diurno
  • parassita
  • mobile
  • sedentario
  • solitario
  • Dimensione del territorio dell'intervallo
    164173 (alto) m ^ 2

Gamma domestica

La gamma domestica diAedes albopictusè un'area di 457,2 m di diametro, centrata dove le femmine possono oviporre le uova. Sono dei volatori deboli che non devono spostarsi troppo lontano a causa della loro dieta ad ampio raggio.('Biologia, relazioni con malattie e controllo di Aedes albopictus', 1995)

Comunicazione e percezione

C'è pochissima comunicazione che si verifica tra gli individui di questa specie. Quasi tutta la comunicazione riguarda l'accoppiamento. Le antenne contengono recettori uditivi che consentono ai maschi di sentire il gemito delle femmine che aiuta a localizzarli. Una volta nelle stesse vicinanze, i maschi si impegnano in un comportamento lekking, formando grappoli a mezz'aria che invitano le femmine ad accoppiarsi. I maschi secernono quindi una sostanza che aiuta ad iniziare ufficialmente il processo di accoppiamento. Gli individui si accoppiano, si accoppiano e non interagiscono più.

Oltre ai recettori uditivi, tutte le zanzare della specie hanno occhi composti per aiutare a localizzare praticamente tutto ciò di cui hanno bisogno (compagni, cibo, aree dove deporre le uova).('Biologia, relazioni con malattie e controllo di Aedes albopictus', 1995)


serpenti nel deserto del sahara

  • Canali di comunicazione
  • acustico
  • chimica
  • Canali di percezione
  • visivo
  • acustico

Abitudini alimentari

I maschi della specie non sono parassiti. Si nutrono di nettari e succhi vegetali ricchi di zucchero. Anche le femmine si nutrono di questi succhi, ma hanno bisogno di un pasto di sangue per sviluppare le uova. Le zanzare tigre asiatiche sono efficienti in quanto possono nutrirsi di molte specie diverse (sia di mammiferi che di uccelli).Aedes albopictusè un alimentatore opportunista ma predilige soprattutto i mammiferi. Alcune delle specie più comuni nutrite sono cani domestici , cervo , conigli e gli esseri umani . Possono nutrirsi di scoiattoli, opossum, bovini, procioni, tartarughe, ratti e gatti. Questa variabilità dell'ospite consente a questa specie di prosperare in un'ampia gamma di ambienti.

Quando si cerca un host, ci sono due fasi. In primo luogo, una zanzara femmina mostra un comportamento di ricerca aspecifico fino alla percezione degli stimolanti dell'ospite. Una zanzara quindi prende di mira l'ospite e inizia un avvicinamento. Infine, questa zanzara atterra sul suo ospite e spinge la sua proboscide attraverso la pelle per trovare un vaso da cui nutrirsi (rendendo le femmine di questa specie solenofagiche).('Biology, Disease Relationships, and Control of Aedes albopictus', 1995; Rai, 1999)

  • Dieta primaria
  • erbivoro
    • nettarivoro
  • Alimenti per animali
  • sangue
  • Alimenti vegetali
  • nettare

Predazione

Molte specie diverse da diversi phylum predanoAedes albopictus. La maggior parte di questi predatori consuma le zanzare nella loro fase larvale. Ad esempio, un predatore di copepode,Mesociclope leuckarti pilosasi è scoperto che ha la capacità di estrarre un intero gruppo di larve in un contenitore. Un altro copepode, Macrocyclops albidus , che ha un'ampia area geografica (a differenza diMesociclope leuckarti pilosa) è in grado di eliminare una fitta popolazione di cumuli di pneumatici in 8-10 settimane. Alcuni vermi piatti nel phylum Platelminti preda anche delle larve. Altre zanzare comprese varie specie inToxorynchitesgenere, hanno dimostrato un'eccellente capacità di mantenere popolazioni di zanzare tigre asiatiche e sono considerate come una possibile specie di controllo.

Pipistrelli e uccelli sono i predatori più comuni delle zanzare adulte. In alcune aree, ragni sono noti per catturareAedes albopictuse nutriti di loro.('Biology, Disease Relationships, and Control of Aedes albopictus', 1995; 'Information on Aedes albopictus', 2005; Rai, 1999)

  • Predatori conosciuti
    • copepodiMesociclope leuckarti pilosa
    • copepodi Macrocyclops albidus
    • Vermi piatti Platelminti
    • ragni Araneae
    • uccelli Uccelli
    • pipistrelli Chiroptera

Ruoli dell'ecosistema

Una vasta gamma di organismi predaAedes albopictuscome larve quando sono più indifese. Varie famiglie di funghi infettano le larve e sono stati effettuati test per vedere se potevano essere considerati un agente di controllo biologico delle zanzare. In particolare,Coelomonoyces stegomyiaeTolypocladium cylindrosporumi funghi causano danni alle popolazioni larvali. I parassiti protozoi possono anche causare danni, in particolare all'intestino medio delle larve.Ascogregarina taiwanensisè un esempio di protozoo, così come altri membri del genereAscogregarin. È stato scoperto che i nematodi parassitano le zanzare tigre asiatiche, ma solo in test di laboratorio. Romanomermis culicivorax che ha una storia di scavare nella cuticola delle zanzare larvali è stato introdotto in esperimenti, ma non è stato trovato in natura parassitosi suAedes albopictus. È stato anche scoperto che altri patogeni nelle famiglie dei batteri e dei ciliati causano danni.

Aedes albopictusgioca un ruolo importante nella diffusione della malattia, poiché le donne hanno il potenziale per diffondere malattie trasmesse dal sangue. Ciò è particolarmente preoccupante per le malattie zoonotiche poiché le zanzare si nutrono di molte specie di mammiferi e uccelli, oltre che di esseri umani.('L'Aedes albopictus o altre specie di zanzare dell'Italia settentrionale sono competenti per sostenere nuove epidemie di arbovirali?', 2012; 'Biology, Disease Relationships and Control of Aedes albopictus', 1995; Rai, 1999; 'Asian Tiger Mosquito', 2008)


fatti di tamarino ricoperti di cotone

  • Impatto sull'ecosistema
  • parassita
Specie usata come ospite
Specie commensali / parassitarie
  • fungoTolypocladium cylindrosporum
  • fungoCoelomonoyces stegomyia
  • protozoiAscogregarina taiwanensis
  • nematode Romanomermis culicivorax

Importanza economica per gli esseri umani: positiva

Le zanzare tigre asiatiche non forniscono benefici agli esseri umani.

Importanza economica per gli esseri umani: negativa

Aedes albopictusagisce come un parassita e un vettore per una grande varietà di altre specie. Le zanzare hanno una vasta gamma di specie di cui possono nutrirsi. Dopo essere stato morso da una zanzara, un ospite si irrita in quel punto a causa di una tipica risposta immunitaria contro la saliva della zanzara. Quando si nutre di un ospite, la specie può trasmettere uno dei tanti arbovirus diversi, insieme a protzoi e nematodi filari.Aedes albopictusè un noto vettore di febbre dengue, febbre gialla, virus del Nilo occidentale, encefalite equina orientale e encefalite equina venezuelana tra molti altri. È noto che le zanzare hanno causato focolai di febbre Chikungunya sia in Francia che in Italia. È anche noto per il vettore di nematodi parassiti Dirofilaria immitis , che causano la filariosi cardiopolmonare nei cani e nei gatti domestici. A causa del gran numero di agenti patogeniAedes albopictustrasporta e la sua capacità di abitare gran parte del mondo durante tutto l'anno, le zanzare diffondono quantità significative di malattie.('Aedes albopictus', 2010; 'Biology, Disease Relationships, and Control of Aedes albopictus', 1995; Rai, 1999)

  • Impatti negativi
  • ferisce gli esseri umani
    • morsi o punture
    • trasporta malattie umane
  • causa o trasporta malattie degli animali domestici

Stato di conservazione

Aedes albopictusè un noto vettore di vari agenti patogeni nocivi per un certo numero di specie. Tutta l'attenzione posta sulla specie riguarda il suo controllo piuttosto che la sua conservazione.

Contributori

Kyle Hartman (autore), Università del Michigan-Ann Arbor, Heidi Liere (editore), Università del Michigan-Ann Arbor, John Marino (editore), Università del Michigan-Ann Arbor, Barry OConnor (editore), Università del Michigan-Ann Arbor, Rachelle Sterling (a cura di), Progetti speciali.

Animali Popolari

Leggi di Parus atricapillus (Luisa dal cappuccio nero) sugli agenti animali

Leggi di Suncus etruscus (toporagno pigmeo dai denti bianchi) sugli agenti animali

Leggi di Heterohyrax brucei (hoggar hyrax) sugli agenti animali

Leggi di Apodemus agrarius (topo selvatico a strisce) su Animal Agents

Leggi di Carcharhinus limbatus (Squalo) negli agenti animali

Leggi Anseranas semipalmata (oca gazza) su Animal Agents