Acropora cervicornis Corallo Staghorn

Di Krystyn Alter

Gamma geografica

Le specie del genere -Acropora- sono favorevoli agli ambienti marini di acqua calda. In particolare, -Acropora cervicornis- è uno dei principali coralli da costruzione della barriera corallina nei Caraibi (Birkeland 1997). Queste specie si trovano anche nella Grande Barriera Corallina dell'Australia (McGregor 1974).

  • Regioni biogeografiche
  • oceano Atlantico
    • nativo
  • l'oceano Pacifico
    • nativo

Habitat

Acropora cervicornispiace vivere in acqua calda e marina vicino alla superficie. Le regioni tropicali occidentali degli oceani sono dove si trova la maggior parte della diversità corallina degli organismi della barriera corallina (Birkeland 1997). I polipi che formano il corallo necessitano di acque tropicali dove le temperature sono superiori ai 20 gradi centigradi e c'è una luce adeguata. Richiedono anche una superficie dura per la quale i polipi del corallo possono stabilirsi. I coralli di Staghorn, così come tutti gli altri coralli, necessitano di acqua molto ossigenata contenente scorte adeguate di piccoli animali planctonici. Anche i coralli hanno bisogno di acqua limpida, perché oltre a ridurre la luce e le forti piogge di sedimenti li soffocerebbero (McGregor 1974)



  • Biomi acquatici
  • costiero

Descrizione fisica

Questi coralli hanno comunemente tentacoli in multipli di tre, che è caratteristico di tutti i coralli appartenenti alla sottoclasse Zoantharia, nota anche come Hexacorallia (Encarta 1997). Di notte emergono i minuscoli tentacoli dei coralli simili a dita. Si gonfiano con l'acqua e spuntano fuori come piccole stelle su una barriera corallina (Sargent 1991). Il corallo staghorn, -A. cervicornis-, cresce in 'rami simili a corna' in modo che i polipi siano sollevati sopra la sabbia (McGregor 1974). I coralli di Staghorn hanno nematocisti, che sono cellule pungenti che si trovano sui loro tentacoli. Queste cellule pungenti sono necessarie per un corallo per ottenere cibo (Sisson 1973).




lucertole giganti di ameiva florida

  • Altre caratteristiche fisiche
  • ectotermico
  • simmetria radiale

Riproduzione

Come in tutti i coralli, lo Staghorn Coral si riproduce sia sessualmente che asessualmente. Il primissimo stadio della riproduzione è uno stadio della costruzione della barriera corallina causato dal sesso. Ciò si verifica quando i polipi esistenti espellono milioni di spermatoza nell'acqua. Alcuni di questi gameti vengono trascinati in altri polipi che si trovano nelle vicinanze; le uova che vi vengono prodotte vengono quindi fecondate e le larve si sviluppano e galleggiano via per produrre nuovi polipi. Le larve, chiamate planula, sono estremamente piccole ea forma di bulbo. Cambiano continuamente forma mentre nuotano / vanno alla deriva (Sisson 1973). Hanno una bocca all'estremità superiore, che è l'estremità più larga con peli simili a ciglia dappertutto che battono costantemente e aiutano a sostenerli in superficie. Le planule che sopravvivono ai predatori mentre galleggiano nell'acqua si depositano su una superficie dura adatta in acqua calda e si attaccano distendendosi in un disco (Sisson 1973). Una volta atterrati qui, iniziano a secernere uno scheletro esterno bianco simile a una stella che lo cementa permanentemente in un punto e sviluppano tentacoli e crescono in polipi maturi. Una volta costruiti i primi scheletri, i fondatori, ovvero i polipi prodotti sessualmente, si moltiplicano secondo metodi asessuati. Acropora crescono rami, noti anche come gemme, che diventano i polipi figlie, che poi germogliano più figlie (McGregor 1974).


il serpente di Kirtland

  • Investimento dei genitori
  • nessun coinvolgimento dei genitori

Comportamento

I coralli di Staghorn, così come molti altri coralli, hanno una relazione simbiotica davvero unica con le alghe, in particolare le zooxantelle. Queste piante microscopiche vivono all'interno dei corpi di tutti i polipi che formano la barriera corallina aiutandone la crescita in modo incerto. Senza queste alghe, i coralli crescono a 1/10 della velocità e non sono in grado di stabilire la struttura necessaria per la crescita di una barriera corallina (McGregor 1974). Poiché le alghe hanno bisogno di luce per la fotosintesi, svolgono un ruolo importante nel luogo in cui un corallo può vivere. Il carbonio viene passato dall'alga al corallo aumentando la sua energia e il cibo catturato dal corallo può fornire azoto e fosforo per entrambi gli organismi (Encarta 1997).



Abitudini alimentari

I coralli di Staghorn usano le loro nematocisti che si trovano sui loro tentacoli per mangiare e ottenere cibo. Sorprendentemente alcuni Acropora specie sono state effettivamente viste catturare pesci vivi (Sisson 1973). I coralli di Staghorn mangiano anche animali planctonici che galleggiano nell'acqua (McGregor 1974).

Importanza economica per gli esseri umani: positiva

Acropora cervicornisospitano molte creature, alcune delle quali possono essere utili al campo della ricerca medica. Alcune delle specie che vivono nei coralli hanno già sviluppato composti attivi contro infiammazioni, asma, leucemia, tumori, malattie cardiache, infezioni fungine e batteriche e persino virus compreso l'HIV (Chadwick 1999). I coralli di Staghorn sono anche di vitale importanza per la stabilizzazione delle coste, come habitat ittici, e per la protezione della nostra biodiversità (Nemoto 1992).


habitat dei delfini del fiume Gange

Importanza economica per gli esseri umani: negativa

Non ci sono davvero effetti negativi che i coralli causano agli esseri umani. A volte possono danneggiare o distruggere una barca, ma di solito sono abbastanza innocui per l'uomo



Stato di conservazione

Le barriere coralline nel Pacifico tropicale orientale sono state gravemente degradate dagli eventi climatici. Soprattutto dopo l'El Nino del 1982-1983. Molte di queste barriere coralline hanno continuato a deteriorarsi da allora perché il reclutamento dei coralli è stato scarso ei ricci di mare continuano a erodere la struttura del corallo. Lo sbiancamento dei coralli (perdita di zooxantelle e / o pigmento) è stato sempre più diffuso e frequente. In un sondaggio su oltre 2.000 siti nelle Isole Virign britanniche, è stato rilevato che oltre il 95% dei Acropora erano morti nel 1993.(Birkeland, 1997)

Contributori

Krystyn Alter (autore), Southwestern University, Stephanie Fabritius (editore), Southwestern University.

Animali Popolari

Leggi di Megaderma spasma (pipistrello vampiro falso minore) su Animal Agents

Leggi di Dendrohyrax dorsalis (irace albero occidentale) sugli agenti animali

Leggi Holothuroidea sugli agenti animali

Leggi di Cynictis penicillata (mangusta gialla) su Animal Agents

Leggi Chrysaora hysoscella (medusa della bussola) sugli agenti animali

Leggi di Eurycea junaluska (Junaluska Salamander) sugli agenti animali