Accipiter cooperiiCooper's hawk

Di Tanya Dewey e Vladimir Perepelyuk

Gamma geografica

I falchi di Cooper sono originari delle regioni del Neartico e del Neotropical. Possono essere trovati in tutto il Canada meridionale e negli Stati Uniti. Svernano fino al nord degli Stati Uniti e al sud dell'Ontario, e fino al sud fino al Costa Rica. I falchi di Cooper sono residenti tutto l'anno nella maggior parte degli Stati Uniti.(Ciuffi, 1986)

  • Regioni biogeografiche
  • neartico
    • nativo
  • neotropicale
    • nativo

Habitat

I falchi di Cooper sono strettamente associati alle foreste decidue e miste e agli habitat boschivi aperti come i boschi, i boschi ripariali, i boschi semiaridi del sud-ovest e altre aree in cui i boschi si trovano a chiazze.(Johnsgard, 1990)



  • Regioni habitat
  • temperato
  • terrestre
  • Biomi terrestri
  • savana o prateria
  • chaparral
  • foresta
  • Altre caratteristiche dell'habitat
  • suburbano
  • ripariale

Descrizione fisica

I falchi di Cooper sono uccelli di taglia media con corpi lunghi e magri. Gli individui nella parte occidentale della gamma tendono ad essere più piccoli di quelli nell'est. La lunghezza del maschio varia da 35 a 46 cm e la lunghezza della femmina da 42 a 50 cm. La massa media dei maschi varia da 280 g nei maschi occidentali a 349 g per i maschi orientali. La massa media delle femmine varia da 439 g per le femmine occidentali a 566 g per le femmine orientali. I falchi di Cooper hanno un'apertura alare da 75 a 94 cm.



I falchi di Cooper adulti hanno una corona nerastra scura che è notevolmente evidenziata da una nuca più chiara. Hanno un dorso grigio-blu e una coda che è attraversata da diverse bande scure e ha una fascia bianca distinta sulla punta. In volo, i falchi di Cooper esibiscono una lunga coda barrata e ali piuttosto corte e arrotondate.

Gli occhi di questo falco, come la maggior parte degli uccelli predatori, sono rivolti in avanti, dandogli una buona percezione della profondità per cacciare e catturare prede mentre vola ad alta velocità. Il becco adunco si adatta bene a strappare la carne della preda. Veloci in volo, i falchi di Cooper hanno un rapido battito d'ali e sono in grado di affrontare habitat boschivi fortemente vegetati.




descrizione del gorilla di pianura occidentale

I falchi di Cooper possono essere facilmente confusi con falchi dalla pelle affilata , che sono più piccoli (da 25 a 35 cm) e hanno una corona scura meno distinta e una coda quadrata all'estremità, a differenza della punta arrotondata delle code del falco di Cooper. I falchi di Cooper esibiscono anche battiti d'ala più lenti e più rigidi rispetto ai falchi dalla gamba acuta.(Chipper Woods Bird Observatory, 1998; Johnsgard, 1990; Peterson e Peterson, 2002; Tufts, 1986)

  • Altre caratteristiche fisiche
  • Endotermico
  • omeotermico
  • simmetria bilaterale
  • Dimorfismo sessuale
  • i sessi allo stesso modo
  • femmina più grande
  • Massa della gamma
    Da 280 a 566 g
    Da 9,87 a 19,95 once
  • Lunghezza intervallo
    35 a 50 cm
    Da 13,78 a 19,69 pollici
  • Gamma di apertura alare
    Da 75 a 94 cm
    Da 29,53 a 37,01 pollici

Riproduzione

I falchi di Cooper sono monogami e molte coppie si accoppiano per la vita. Le coppie si riproducono una volta all'anno e allevano una covata per stagione riproduttiva. Il maschio sceglie il sito del nido, ma la femmina fa la maggior parte della costruzione del nido. Le attività di corteggiamento includono voli stilizzati con le ali tenute in un arco profondo. I falchi di Cooper sono territoriali e difendono un territorio intorno al nido.

Le attività di corteggiamento includono esibizioni di volo. Ad esempio, il maschio di una coppia volerà intorno alla femmina esponendole le copritrici sotto la coda espanse. Il maschio alza le ali in alto sopra la schiena e vola in un ampio arco con un battito lento e ritmico. In genere questi voli di visualizzazione avvengono in giornate luminose e soleggiate a metà mattinata e iniziano con entrambi gli uccelli che si librano in alto sulle termiche. Il maschio e la femmina possono entrambi partecipare a voli di corteggiamento. Il maschio inizia tuffandosi verso la femmina, seguito da un inseguimento a velocità molto bassa. Entrambi gli uccelli si muovono con battiti d'ali lenti ed esagerati alternati a planate in cui le ali sono tenute ad angolo diedro e le copritrici bianche sotto la coda sono vistosamente diffuse.(Ehrlich, et al., 1988; Johnsgard, 1990; Peterson e Peterson, 2002; Whitfield, 1984)



  • Sistema di accoppiamento
  • monogamo

I falchi di Cooper iniziano a riprodursi già a marzo. La maggior parte delle persone non si riproduce fino a quando non hanno almeno due anni. Le coppie costruiscono nidi fatti di bastoncini e ramoscelli e rivestiti con corteccia, aghi di conifere e piumino. I maschi selezionano la maggior parte dei materiali del nido e fanno la maggior parte della costruzione del nido, sebbene le femmine contribuiscano occasionalmente con pezzi di materiale. La femmina depone da 3 a 6 (solitamente da 4 a 5) uova da bluastre a bianco-verdastre che di solito sono macchiate e presto si macchiano nel nido. Le uova si schiudono dopo 32-36 giorni, durante i quali vengono incubate principalmente dalla femmina. Durante questo periodo, il maschio fornisce la maggior parte del cibo per la femmina. Dopo la schiusa delle uova, entrambi i genitori si prendono cura dei piccoli che lasciano il nido dopo 27-34 giorni. I genitori continuano a fornire cibo fino a quando i giovani non diventano indipendenti a circa 8 settimane.(Chipper Woods Bird Observatory, 1998; Peterson e Peterson, 2002; Rosenfield e Bielefeldt, 1993; Stoper e Usinger, 1968)

  • Principali caratteristiche riproduttive
  • iteroparo
  • allevamento stagionale
  • gonochoric / gonochoristic / dioica (sessi separati)
  • sessuale
  • oviparo
  • Intervallo di riproduzione
    I falchi di Cooper si riproducono una volta all'anno.
  • Stagione degli accoppiamenti
    I falchi di Cooper iniziano a riprodursi già a marzo.
  • Gamma di uova per stagione
    Da 3 a 6
  • Uova nella media per stagione
    4 a 5
  • Uova nella media per stagione
    4
    Un'età
  • Tempo di intervallo alla schiusa
    Da 32 a 36 giorni
  • Gamma di età dell'involo
    Da 27 a 34 giorni
  • Tempo medio per l'indipendenza
    Due mesi
  • Gamma di età alla maturità sessuale o riproduttiva (femmina)
    1 (basso) anni
  • Età media alla maturità sessuale o riproduttiva (femmina)
    2 anni
  • Gamma di età alla maturità sessuale o riproduttiva (maschio)
    2 (basso) anni
  • Età media alla maturità sessuale o riproduttiva (maschio)
    2 anni

I falchi di Cooper, maschi e femmine, si prendono cura dei loro pulcini. Durante l'incubazione, la femmina trascorre la maggior parte del tempo a proteggere le uova e il nido e il maschio fornisce quasi tutto il suo cibo. Dopo la schiusa, i piccoli vengono accuditi da entrambi i genitori. I giovani sono semialtriziali alla schiusa e quindi richiedono un investimento parentale significativo per sopravvivere. Il maschio continua a fare la maggior parte della caccia durante la fase di incubazione. Entrambi i genitori continuano a fornire cibo ai pulcini fino a quando non diventano indipendenti a circa 8 settimane.(Ehrlich, et al., 1988)

  • Investimento dei genitori
  • altriziale
  • cure parentali maschili
  • cura dei genitori femminili
  • pre-fertilizzazione
    • approvvigionamento
    • proteggere
      • femmina
  • pre-schiusa / nascita
    • proteggere
      • maschio
      • femmina
  • pre-svezzamento / involo
    • approvvigionamento
      • maschio
      • femmina
    • proteggere
      • maschio
      • femmina
  • pre-indipendenza
    • approvvigionamento
      • maschio
      • femmina
    • proteggere
      • maschio
      • femmina

Durata / longevità

I falchi di Cooper sono noti per vivere fino a 12 anni in natura. Tuttavia, uno studio ha dimostrato che l'età media alla morte era di soli 16,3 mesi per i falchi selvatici di Cooper.(Rosenfield e Bielefeldt, 1993)

  • Durata della gamma
    Stato: selvaggio
    12 (alto) anni
  • Durata media della vita
    Stato: selvaggio
    1,3 anni
  • Durata media della vita
    Stato: selvaggio
    244 mesi
    Bird Banding Laboratory

Comportamento

I falchi di Cooper sono diurni. Trascorrono gran parte del loro tempo appollaiati e aspettano di tendere un'imboscata agli uccelli di passaggio. I falchi di Cooper migrano ogni anno tra i loro terreni di riproduzione estiva e la loro gamma invernale meridionale. Sono principalmente una specie solitaria che si riunisce solo per riprodursi.(Rosenfield e Bielefeldt, 1993)

  • Comportamenti chiave
  • arboreo
  • mosche
  • diurno
  • mobile
  • migratorio
  • solitario
  • territoriale
  • Dimensione del territorio dell'intervallo
    Da 0,7 a 1 km ^ 2

Gamma domestica

Poco si sa sul grado di territorialità tra i falchi di Cooper. Tuttavia, sembrano mantenere una distanza minima tra i nidi di 0,7-1,0 km.(Rosenfield e Bielefeldt, 1993)

Comunicazione e percezione

I falchi di Cooper comunicano usando vocalizzazioni e display. Probabilmente usano le vocalizzazioni più dei display visivi, perché il loro fitto habitat boscoso o boschivo impedisce che i display visivi siano visti molto lontano. Uno studio ha registrato 42 chiamate diverse effettuate da donne, 22 da maschi e 14 da giovani. I maschi hanno voci più acute rispetto alle femmine.

I falchi di Cooper fanno molto affidamento sulla vista per localizzare la preda. Come tutti gli uccelli, i falchi di Cooper percepiscono il loro ambiente attraverso stimoli visivi, uditivi, tattili e chimici.(Rosenfield e Bielefeldt, 1993)

  • Canali di comunicazione
  • visivo
  • acustico
  • Canali di percezione
  • visivo
  • tattile
  • acustico
  • chimica

Abitudini alimentari

I falchi di Cooper sono predatori principalmente di uccelli e piccoli mammiferi. Occasionalmente si nutrono anche di rettili e anfibi. Durante la caccia, i falchi di Cooper di solito si appollaiano in un luogo nascosto e guardano le prede. Aspettano fino a quando la loro preda non si accorge della loro presenza, quindi rapidamente piombano giù e la afferrano. Bobwhites , storni , merli dalle ali rosse , scoiattoli orientali e gli scoiattoli sono prede comuni dei falchi di Cooper. Le loro ali corte e arrotondate li rendono volatori molto manovrabili in habitat densi e boscosi. Questi falchi inseguono anche le prede a terra per metà correndo e per metà volando. La preda presa da un singolo falco di Cooper è largamente influenzata dalle dimensioni dell'uccello; i falchi più grandi mangiano prede più grandi dei falchi più piccoli.(Cybergeo, 1999; Ehrlich, et al., 1988; Rosenfield e Bielefeldt, 1993; Whitfield, 1984)

  • Dieta primaria
  • carnivoro
    • mangia vertebrati terrestri
  • Alimenti per animali
  • uccelli
  • mammiferi
  • anfibi
  • rettili

Predazione

Gli adulti, i nidiacei e le uova sono vulnerabili alla predazione da parte di grandi gufi cornuti , falchi dalla coda rossa e Astori del nord . Anche le uova e i nidiacei sono vulnerabili alla predazione da parte di procioni e Corvi americani .(Rosenfield e Bielefeldt, 1993)

Ruoli dell'ecosistema

I falchi di Cooper hanno un impatto sulle popolazioni degli animali che predano. Sono anche ospiti di diverse specie di parassiti, tra cui ditteri larvali, pidocchi mallofagi, tenie ed elminti.(Rosenfield e Bielefeldt, 1993)


ciclo vitale del bue muschiato

Specie commensali / parassitarie
  • Parassiti interni (ditteri larvali)
  • Pidocchi mallofagi
  • Parassiti intestinali (tenie)
  • Parassiti interni (elminti)

Importanza economica per gli esseri umani: positiva

I falchi di Cooper predano piccoli mammiferi che possono essere un parassita per gli agricoltori o le famiglie residenziali. Inoltre regolano le popolazioni di tutte le loro specie di prede e contribuiscono così a ecosistemi sani. Questa specie è usata occasionalmente in falconeria.(Rosenfield e Bielefeldt, 1993)

  • Impatti positivi
  • controlla la popolazione di parassiti

Importanza economica per gli esseri umani: negativa

I falchi di Cooper predano occasionalmente polli domestici negli allevamenti di pollame. Tuttavia, ciò si verifica piuttosto raramente ed è compensato dal consumo dei falchi di Cooper di specie di parassiti che possono causare danni significativi ai raccolti degli agricoltori.(Cybergeo, 1999)

Stato di conservazione

Le popolazioni di falchi di Cooper sono diminuite a causa dell'uso di pesticidi come il DDT, ma hanno iniziato a riprendersi da quando il DDT è stato bandito nel 1972. Una delle minacce che devono affrontare i falchi di Cooper oggi è il degrado e la perdita di habitat. Le attività di gestione come il disboscamento possono rendere l'ex habitat inadatto alla riproduzione.

I falchi di Cooper sono protetti dallo United States Migratory Bird Act e dall'Appendice II della CITES che regola il commercio internazionale di questa specie. Sono elencati nell'Appendice III CITES in Costa Rica.(Rosenfield e Bielefeldt, 1993)

Contributori

Tanya Dewey (autrice), Università del Michigan-Ann Arbor, George Hammond (editor), Animal Agents Staff, Rachelle Sterling (editor), Special Projects.

Kari Kirschbaum (a cura di), Staff degli agenti animali.

Vladimir Perepelyuk (autore), Fresno City College, Carl Johansson (editore), Fresno City College.

Animali Popolari

Leggi di Cynanthus latirostris (colibrì a becco largo) su Animal Agents

Leggi di Dendroica petechia (yellow warbler) sugli Animal Agents

Leggi di Cacicus cela (cacique dalla groppa gialla) su Animal Agents

Leggi di Speyeria idalia sugli agenti animali

Leggi di Anser indicus (oca dalla testa di barra) su Animal Agents

Leggi di Larus argentatus (gabbiano reale) su Animal Agents